EDITORIA IN ALLEGRIA - CHE CI FACEVA MAURIZIO SCANAVINO, GRAN CAPO DI GEDI EDITORIALE, A COLLOQUIO CON IL NEO-SOTTOSEGRETARIO ALL'EDITORIA GIUSEPPE MOLES? I GIORNALI SONO IN CRISI. NON CE LA FA QUASI NESSUNO. IN ITALIA CI SONO SOLO DUE TIPI DI SALVAGENTE: TAGLI SELVAGGI O AIUTI DELLO STATO. A GIUGNO DRAGHI PROCEDERÀ A UNA REVISIONE DEL BLOCCO DEI LICENZIAMENTI. E SAREBBERO OLTRE 150 GLI ESUBERI NEL GRUPPO GEDI…

-

Condividi questo articolo


 

DAGONEWS

ELKANN MOLINARI SCANAVINO ELKANN MOLINARI SCANAVINO

Che ci faceva a Roma Maurizio Scanavino, Amministratore Delegato e Direttore Generale di GEDI Gruppo Editoriale, a colloquio con il sottosegretario all'editoria e all'informazione Giuseppe Moles?

 

I giornali sono in crisi nel mondo. Non ce la fa quasi nessuno. In Italia ci sono solo due tipi di salvagente: tagli selvaggi o aiuti dello Stato che già 40 anni fa, salvarono i giornali quotidiani in Italia.

 

A fine marzo il blocco dei licenziamenti verrà prorogato di due mesi. A giugno il governo Draghi procederà a una selezione di tutte quelle società che non hanno patito il Covid e che saranno libere di licenziare. Visto che sarebbero oltre 150 gli esuberi nel gruppo Gedi, al centro dell’incontro di Scanavino con Moles si sarà parlato di temi tristissimi come esodi, scivoli, prepensionamenti.

VIRUS INGLESE IN APERTURA DI REPUBBLICA VIRUS INGLESE IN APERTURA DI REPUBBLICA JOHN ELKANN MOSTRA IN ANTEPRIMA A PAPA FRANCESCO L'INSERTO GREEN & BLUE DI REPUBBLICA JOHN ELKANN MOSTRA IN ANTEPRIMA A PAPA FRANCESCO L'INSERTO GREEN & BLUE DI REPUBBLICA GIUSEPPE MOLES GIUSEPPE MOLES

 

Condividi questo articolo

business

MARCHI, CONTRATTI E POST: L'IMPERO DI CHIARA FERRAGNI VALE QUASI 20 MILIONI DI EURO DI FATTURATO - I SUOI 23,3 MILIONI DI FOLLOWER SU INSTAGRAM VALGONO ALMENO 50 MILA EURO PER UN POST SUI SOCIAL NETWORK - QUESTE ATTIVITÀ FANNO CAPO ALLA “SISTERHOOD”, SRL MILANESE DELLA QUALE CHIARA HA IL 99% MENTRE IL RESTANTE 1% È SUDDIVISO TRA LA SORELLA VALENTINA E FABIO MARIA DAMATO, AMMINISTRATORE UNICO DELLA SOCIETÀ NONCHÉ MANAGER DELLE ATTIVITÀ DELLA FERRAGNI - E POI C’E’ LA “TBS CREW”, CHE GESTISCE TRA LE ALTRE COSE IL SITO “THE BLONDE SALAD”

IL MUTUO, IL REDDITO E IL PATRIMONIO DI DRAGHI: L’ANALISI VELENOSA DI “STARTMAG” - “ENTRO IL 13 MAGGIO, DRAGHI DOVRÀ PRESENTARE LA SUA SITUAZIONE PATRIMONIALE E REDDITUALE E SI CAPIRÀ QUALE SIA STATO IL REGIME FISCALE DA LUI SCELTO DURANTE GLI ANNI IN GOLDMAN SACHS A LONDRA. SONO STATI TASSATI NEL REGNO UNITO O HA MANTENUTO LA RESIDENZA FISCALE IN ITALIA? MOLTI BANCHIERI VOGLIONO COMPRENDERE, NEL CASO DI ATTIVITÀ FINANZIARIE ALL’ESTERO IN QUALITÀ DI RESIDENTE FISCALE IN ITALIA, L’EVIDENZA FORNITA NEL QUADRO RW DELLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI O SE ABBIA FATTO RICORSO A…”