RISTORI UNO E BASTONI L’ALTRO – DEI 2,5 MILIARDI DI RIMBORSI ANNUNCIATI DA CONTE QUASI LA METÀ SONO DEBITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE NON ANCORA PAGATI. IN PRATICA SI TAPPA UN BUCO DI COPERTURA PER DARE SOLDI ALLE AZIENDE SCIPPANDO SOLDI AD ALTRE AZIENDE (UN CAPOLAVORO) – SARÀ L’ENNESIMA FREGATURA RIFILATA DALL’AVVOCATO DI PADRE PIO (TUTTO) ALLE IMPRESE MASSACRATE DALLA PANDEMIA

-

Condividi questo articolo

An.Ca. per “Libero quotidiano”

 

GIUSEPPE CONTE – CONFERENZA DECRETO RISTORI GIUSEPPE CONTE – CONFERENZA DECRETO RISTORI

Rimborsi e ristori che si spostano da una parte all' altra. Dalle imprese che hanno fornito beni o servizi alla pubblica amministrazione ad altre aziende che sono state falciate dalle chiusure imposte a causa della pandemia. Una volta si chiamava gioco delle tre carte. Divenuto famoso nel Ventennio come "gli aerei di Mussolini", velivoli che venivano spostati da un campo volo all' altro per gratificare la grandeur di qualche federale. Ma sempre gli stessi biplani malconci erano.

GIUSEPPE CONTE DPCM MODE BY CARLI GIUSEPPE CONTE DPCM MODE BY CARLI

 

In era Covid ci si attrezza come si può. E si tappa un buco (il budget del dl Ristori) scippando una bella fetta dei fondi già promessi ma non ancora versati sui conti di altre aziende. Di quelle creditrici nei confronti dello Stato. Che continueranno a non vedere i quattrini promessi.

 

Prima non distribuiti per inadempienza dei dirigenti che temono, firmando i mandati di pagamento, di finire in guai giudiziari erariali. E adesso perché dirottati su altri capitoli di spesa. Vale a dire il Dl Ristori bis.

 

ristori e proteste ristori e proteste

Mentre il decreto Bilancio 2021 - a 20 giorni dall' approvazione "salvo intese"- è avvolto nella nube dei rinvii tra Palazzo Chigi e il Parlamento, la Relazione tecnica svela dove verranno presi i soldi per iniettare un po' di liquidità nei conti correnti delle imprese costrette a tirare giù la serranda dalla seconda ondata della pandemia.

 

MEME SU GIUSEPPE CONTE MEME SU GIUSEPPE CONTE

E così salta fuori che questo decreto Ristori sarà un Arlecchino finanziario e di creatività tutta italiana nel reperimento delle risorse. La "cubatura" è di 2,56 miliardi per il 2020 e circa 1 miliardo nel 2021. Tra le voci di copertura per quest' anno 1,2 miliardi sono stati "travasati", appunto, dal fondo per il pagamento dei debiti della Pa da 12 miliardi istituito con il decreto Rilancio.

 

MEME SUL RITARDO DI CONTE MEME SUL RITARDO DI CONTE

Altri 830 milioni arrivano da risparmi della Cig Covid, 160 milioni dai risparmi per le indennità per gli stagionali del turismo previste dal decreto agosto, 200 milioni da un fondo per esigenze indifferibili. Altri 100 milioni provengono dal fondo del ministero dell' Interno per la gestione dei centri per l' accoglienza dei migranti.

 

IL RISTORO - VIGNETTA SU ITALIA OGGI IL RISTORO - VIGNETTA SU ITALIA OGGI

Una raschiatura del fondo del barile che la dice lunga sullo stato delle nostre capacità di spesa. Sui 100 miliardi tirati fuori (in deficit), negli ultimi 7 mesi per interventi straordinari, non riuscire a reperire un paio di miliardi senza sgraffignarli da altri capitoli di bilancio è un pessimo segnale. Tanto più che vista l' espansione delle aree di contagio, il governo vorrebbe inserire, come emendamento al testo apparso in Gazzetta Ufficiale, già dei nuovi provvedimenti di rimborso.

 

giuseppe conte meme giuseppe conte meme

Novità che dovrebbero arrivare entro lunedì 16 novembre in commissione Bilancio. E si tratta pure di uno slittamento (la scadenza era per giovedì 12). Ma il governo vuole vedere come procedono i contagi prima di allargare le maglie dei rimborsi ad altre Regioni e ad altre imprese. I quattrini sono sempre pochi...

GIUSEPPE CONTE MEME GIUSEPPE CONTE MEME

 

Condividi questo articolo

business

GRAN CASINO A MILANO - MA COME, UNICREDIT DOVEVA PRIVATIZZARE MONTE DEI PASCHI E ORA CI TROVIAMO CHE UNA BANCA TECNICAMENTE FALLITA NAZIONALIZZI LA SECONDO BANCA ITALIANA? - DI MUSTIER SI PUÒ DIRE TUTTO IL MALE POSSIBILE MA UNA COSA ERA RIUSCITO A MANTENERE: LA BANCA FUORI DAI GIOCHI DELLA POLITICA. DOPO AVER COLLOCATO QUELL’AMEBA DI PADOAN, I SUGGERIMENTI CHE STANNO ARRIVANDO DA GUALTIERI E COMPAGNUCCI SONO MARCO MORELLI E MARINA NATALE -  PER ORA LA SOLA CERTEZZA È CHE PADOAN VUOLE IL SUO EX CAPO DI SEGRETERIA, FABRIZIO PAGANI. E CHE CLAUDIA PARZANI HA VIVAMENTE CONSIGLIATO AL SUO CARO AMICO MUSTIER DI NON ATTENDERE LA FINE DEL MANDATO E DI MOLLARE SUBITO...

SULL'USCITA DI MUSTIER SI LEGGONO COSE CHE VOI UMANI… - LO STORYTELLING CHE CIRCOLA TRA GLI INVESTITORI È QUELLO DELLA STAR DEI MERCATI CACCIATA DALLA POLITICA ITALIANA, ALLONTANATO PERCHÉ FRANCESE E ALTRE ILLAZIONI. QUALCHE GIORNO DI TEMPO, POI LA CLAQUE FINIRÀ. E CI SI FOCALIZZERÀ SULLA REALTÀ: HA VENDUTO MALE E IN FRETTA I GIOIELLI, HA DRENATO CAPITALI SENZA STRATEGIA - ORA PERÒ I FONDI SCAPPANO PERCHÉ TEMONO LE SCHIAPPE AL GOVERNO CHE AVRANNO DI FATTO IL CONTROLLO DELLA BANCA