TAMBURI BATTENTI SU INVITALIA - L’EX MANAGER DI ENEL, CARLO TAMBURI, RIMASTO A BOCCA ASCIUTTA DAL GIRO DI NOMINE SU ITALGAS E SNAM, POTREBBE ESSERE IL SOSTITUTO DI ARCURI COME AMMINISTRATORE DELEGATO DI INVITALIA. L’OSTACOLO PIÙ GRANDE CHE HA DAVANTI? BERNARDO MATTARELLA, CANDIDATO NUMERO UNO ALL’AMBITA POLTRONA. MA NON È DETTO CHE DRAGHI POSSA ESSERE TENTATO DA UNO SGAMBETTO AL NIPOTE DI SERGIO, DOPO IL DISASTRO DELL'AUTOCANDIDATURA AL QUIRINALE...

-

Condividi questo articolo


Marco Zini per www.tag43.it

 

CARLO TAMBURI CARLO TAMBURI

Della serie: dare retta ai segnali premonitori. Francesco Starace, dal 2014 potente ad e direttore generale di Enel, lo aveva giubilato già nell’autunno scorso, quando aveva deciso che dal primo dicembre 2021 Carlo Tamburi avrebbe assunto la guida del progetto relativo al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, lasciando la ben più sostanziosa responsabilità della country Italia del colosso elettrico a Nicola Lanzetta.

 

DOMENICO ARCURI DOMENICO ARCURI

Ora, quattro mesi dopo quell’incarico, Tamburi ha dovuto prendere atto che il suo tempo in Enel è del tutto finito, e dal primo aprile ha lasciato definitivamente la società. Per andare dove?

 

Escluso dall’ultimo giro di nomine in Italgas e Snam

Nella business community se lo stanno chiedendo in molti, ma per ora il 61enne manager romano non sembra avere nulla in mano. È vero che si è sempre candidato un po’ a tutto, ma è altrettanto vero che nonostante la determinazione non è mai riuscito a soddisfare nessuna delle sue ambizioni.

BERNARDO MATTARELLA BERNARDO MATTARELLA

 

È stato così nei vari giri di nomine degli ultimi anni, compreso l’ultimo, visto che Tamburi aveva pensato di poter prendere il posto sia di Paolo Gallo all’Italgas – che invece è stato confermato – sia di Marco Alverà alla Snam (dove non è mai stato in corsa, al contrario di Stefano Venier che è stato nominato capoazienda e di Alessandra Pasini, la cfo dell’azienda di San Donato Milanese, che è stata in predicato fino all’ultimo momento).

 

La concorrenza di Bernardo Mattarella per il vertice di Invitalia

CARLO TAMBURI CARLO TAMBURI

Adesso però Tamburi un obiettivo più a portata di mano ce l’ha: sostituire Domenico Arcuri nella posizione di amministratore delegato di Invitalia. Per riuscirci deve però battere la candidatura ben più qualificata e blasonata di Bernardo Mattarella, che da Invitalia proviene e che ora è alla testa del Mediocredito Centrale.

 

Tamburi dalla sua ha però un rapporto di conoscenza con Mario Draghi, nato ai tempi in cui entrambi erano al Tesoro, lui come Direttore della Direzione VII (quella delle privatizzazioni) e l’attuale Presidente del Consiglio come direttore generale.

domenico arcuri domenico arcuri

 

Ora Draghi, che dalla vicenda Quirinale dove puntava a insediarsi in poi non è più in sintonia come un tempo con il presidente della Repubblica, al di là dei rapporti sempre formalmente ineccepibili, potrebbe essere tentato di sgambettare il nipote di Sergio Mattarella. A favore del quale, peraltro, lo zio non ha mai alzato un dito, né tantomeno è disposto a farlo in questa occasione. Ma si sa, a Draghi non manca la perfidia.

stefano venier stefano venier paolo gallo paolo gallo mario draghi e sergio mattarella all altare della patria mario draghi e sergio mattarella all altare della patria

mario draghi sergio mattarella mario draghi sergio mattarella carlo tamburi foto di bacco (1) carlo tamburi foto di bacco (1) DOMENICO ARCURI DOMENICO ARCURI carlo tamburi foto di bacco carlo tamburi foto di bacco BERNARDO MATTARELLA BERNARDO MATTARELLA domenico arcuri e i banchi monoposto domenico arcuri e i banchi monoposto

 

Condividi questo articolo

business

ACCIAIO FUSO – DAL 1° SETTEMBRE CHIUDE UNA DELLE PIÙ GRANDI ACCIAIERIE DI ZINCO D'EUROPA, LA NYRSTAR DI BUDEL, IN OLANDA. TUTTA COLPA DEL CARO ENERGIA DOVUTO ALLA GUERRA IN UCRAINA – MA ANCHE IN ITALIA I RINCARI DEL MEGAWATTORA METTONO IN GINOCCHIO L'INDUSTRIA SIDERURGICA. DA 3 MESI ACCIAIERIE DI SICILIA È FERMA CON 500 LAVORATORI A CASA – ALTROVE SI PROCEDE ALLA PRODUZIONE PER FASCE SERALI PERCHÉ L'ENERGIA COSTA MENO. LE FABBRICHE ANTICIPANO E ALLUNGANO LE FERIE E, IN MOLTI CASI, CONCORDANO QUALCHE ALTRA SETTIMANA DI CASSA INTEGRAZIONE…