UBI, LA LA TERZA BANCA D’ITALIA CONTESA TRA BERGAMO E BRESCIA - UN PAIO DI AZIONISTI BERGAMASCHI TRA CUI I LIQUIDISSIMI BOMBASSEI DELLA BREMBO E BOSATELLI DELLA GEWISS ABBANDONANO L’OROBICO PATTO DEI MILLE, SI UNISCONO ALLA FONDAZIONE BANCA DEL MONTE DI LOMBARDIA CHE PER L’OCCASIONE PUGNALA L’ATTUALE SINDACATO AZIONISTI UBI BANCA, CREATURA DEL BRESCIANO BAZOLI

-

Condividi questo articolo

bazoli gallerie d'italia bazoli gallerie d'italia

DAGOREPORT

 

Il più classico dei ribaltoni all’Italiana: pezzi che non stanno più assieme e si ricompongono in un’altra forma. La banca presieduta da Letizia Moratti e abilmente fatta veleggiare in questi anni dall'ad  Victor Massiah è su una rotta che l’ha condotta in un tratto di mare senza vento. A oggi governata da bresciani e bergamaschi riuniti in due patti di sindacato con l’aggiunta della fondazione CRC di Cuneo, è stata scossa da una serie di interessati tradimenti.

 

Un paio di azionisti bergamaschi tra cui i liquidissimi Bombassei della Brembo e Bosatelli della Gewiss abbandonano l’orobico Patto dei Mille, si uniscono alla Fondazione Banca del Monte di Lombardia che per l’occasione pugnala l’attuale Sindacato azionisti UBI Banca, creatura bazoliana che riunisce il fleur de sal degli industriali della leonessa e coinvolgendo i Cuneesi fondano un nuovo patto di consultazione che governa oltre il 16% dell’istituto.

alberto bombassei alberto bombassei

 

I rinnovati padroni dalla nuova posizione di forza in una nota sintetica, ma chiarissima lanciano agli orfani di entrambe le parti un “chi ci ama ci segua”. Obiettivo? C’è chi dice attrezzarsi in vista della grande fusione che a Drogo Massiah si attribuisce dall’autunno 2014. Ma c’è anche chi dice non solo. Le strategie operative della banca, da sempre solida e coi conti in ordine, ma ormai troppo avara sul fronte della redditività, andrebbero raddrizzate e la discontinuità manageriale predicata in passato è ormai un’esigenza super partes e riguarda molte delle prime linee.

UBI BANCA UBI BANCA UBI BANCA BRESCIA UBI BANCA BRESCIA UBI BANCA index UBI BANCA index victor massiah letizia moratti victor massiah letizia moratti

 

Condividi questo articolo

business

FLASH! I GRANDI SOCI RCS NON POTEVANO CHE SMENTIRE LA LETTERA SVELATA DA ''LETTERA43'': SAREBBE STATA UNA SFIDUCIA TROPPO PESANTE VERSO L'AD CAIRO. MA LORO UNA SORTA DI MANLEVA LA VORREBBERO: A GENNAIO DOVREBBE ARRIVARE IL LODO DEL CASO CONTRO BLACKSTONE (IL CAPO SCHWARTZMAN SEGUE PERSONALMENTE IL PROCEDIMENTO). IN CASO DI VITTORIA DEL FONDO, SAREBBERO DOLORI PER RCS, E POI PURE PER CAIRO, CHE IL FONDO HA DENUNCIATO NEGLI USA PER ESTORSIONE (PROCESSO SOSPESO IN ATTESA DELL'ARBITRATO MILANESE)