“ERA UNA BATTUTA GOLIARDICA PER STRAPPARE UN SORRISO” – CHE SIMPATICO UMORISTA GIAMPIERO LATTANZI, ESPONENTE PD E PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI TERNI, FINITO NELLA BUFERA PER UNA VIGNETTA SESSISTA PUBBLICATA SUL PROFILO FACEBOOK – NELL’IMMAGINE DUE RAGAZZE FANNO SHOPPING: “COME FAI AD AVERE TUTTI QUESTI SOLDI? LENTICCHIE A CAPODANNO?”. E L’ALTRA RISPONDE: “NO, PISELLI TUTTO L’ANNO” – LUI SI È GIUSTIFICATO PARLANDO DI UNA BURLA, MA L’IMMAGINE HA FATTO INCAZZARE LE DONNE DI FDL CHE…

-

Condividi questo articolo


Francesca Galici per "www.ilgiornale.it"

 

giampiero lattanzi giampiero lattanzi

Il presidente della provincia di Terni, nonché sindaco di Guardea ed esponente del Pd, Giampiero Lattanzi, è finito nella bufera per una vignetta sessista pubblicata nel suo profilo Facebook privato. Si tratta di uno dei tanti meme che circolano online nei profili degli utenti più adulti, che vede come protagoniste due ragazze impegnate in un dialogo. "Come fai ad avere tutti questi soldi? Lenticchie a capodanno?", chiede una. L'altra risponde: "No, piselli tutto l’anno". Uno scambio di battute allusivo, che poco lascia all'immaginazione, che ha scatenato le critiche.

 

Allo scoppiare della polemica, l'esponente del Partito democratico ha prontamente rimosso il post, spiegando che comunque era stato pubblicato per strappare un sorriso. Per Fratelli d'Italia, il post pubblicato da Lattanzi è "in linea con un genere di umorismo goliardico tipicamente maschile di bassissimo livello che non si accosterebbe bene nemmeno alle osterie di un tempo". Il post di Lattanzi, per altro, arriva dopo la nuvola di indignazione che ha suscitato l'ordinanza del sindaco di Terni contro la prostituzione, per altro presente già anche in altre città italiane.

il post di giampiero lattanzi il post di giampiero lattanzi

 

Ad aver avviato la polemica contro l'esponente del Pd sono state 10 donne, assessori e consiglieri comunali del Ternano, iscritte a FdI. Si è unita a loro la responsabile del dipartimento Pari opportunità del partito umbro, Fiorella Ciani. Nel testo, le donne di Fratelli d'Italia fanno notare che quel post "mette in luce in maniera eclatante i luoghi comuni esistenti dai secoli dei secoli nei confronti del sesso femminile, e sottolineiamo femminile senza nessun equivoco di sorta".

 

Quindi, aggiungono che "a condire un po’ il tutto, che già basterebbe e avanzerebbe, sta il fatto che il povero malcapitato non solo si diverte a 'cazzeggiare' come scrive appunto goliardicamente con terribili doppi sensi, sarebbe già molto poco giustificabile un post del genere, che, come si vede dai like ricevuti, dal numero dei commenti e dal numero delle condivisioni ottenute in solo un’ora di pubblicazione ha subito riscosso grande successo di cameratismo di genere se lo avesse pubblicato una persona qualsiasi, invece in questo caso si tratta di una persona che ricopre una carica pubblica, anzi due, quella di sindaco e quella di presidente di provincia".

 

giampiero lattanzi 99 giampiero lattanzi 99

Inoltre, le esponenti del partito di Giorgia Meloni hanno messo in evidenza che "non ha avuto nemmeno il coraggio di mantenere la faccia e continuare a veicolare tristi messaggi scontati e sessisti". Raggiunto dall'Ansa, Giampiero Lattanzi si è giustificato: "Io sessista? Chi conosce la mia storia sa bene che non lo sono. Ha assunto dei significati che non voleva assolutamente avere, perché voleva essere solo una battuta goliardica per strappare un sorriso nell'ambito di una sorta di 'rubrica' che in passato ha deriso anche uomini".

 

giampiero lattanzi 7 giampiero lattanzi 7

Lattanzi ha concluso: "Non volevo ledere i valori di nessuno, tantomeno delle donne, molte delle quali avevano risposto con un like alla vignetta. Il mio modo di agire e pensare come privato cittadino e amministratore lo dimostra. Ma d'ora in poi starò più attento". Fa riflettere che certi scivoloni arrivino proprio da un esponente del partito che, più di tutti, porta avanti la censura del politicamente corretto.

giampiero lattanzi 2 giampiero lattanzi 2 giampiero lattanzi 00 giampiero lattanzi 00 giampiero lattanzi 12 giampiero lattanzi 12 giampiero lattanzi 6 giampiero lattanzi 6

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - COME MAI I QUOTIDIANI DEGLI ANGELUCCI (“LIBERO” A FIRMA SECHI, “IL GIORNALE” CON MINZOLINI) HANNO SPARATO A PALLE INCATENATE CONTRO LA MELONA, DOPO LA SCONFITTA IN SARDEGNA, BEN EVIDENZIANDO I SUOI ERRORI E LA SUA ARROGANZA? - MAGARI L'ANGELUCCI FAMILY E’ SCONTENTA PER LE PROMESSE NON MANTENUTE DALLA DUCETTA? - O FORSE LE RASSICURAZIONI RICEVUTE, DOPO LA PRESA DEL SECONDO QUOTIDIANO A MILANO, SI SONO RIVELATE ARIA FRITTA? - LA CAUTELA DI SALLUSTI CHE, PER NON IRRITARE LA DUCETTA, HA LASCIATO SCRIVERE L'EDITORIALE A MINZOLINI…

DAGOREPORT - SUSSURRI MILANESI DI TERZO POLO TV: LA7 DI CAIRO, TV8 DI SKY E NOVE DEL GRUPPO WARNER BROS-DISCOVERY STANNO RAGIONANDO SULL’OPPORTUNITÀ DI CREARE UN “CARTELLO” PER ARRIVARE A PALINSESTI “RAGIONATI”, EVITANDO DI FARSI CONCORRENZA NELLE RISPETTIVE SERATE “FORTI” - FABIO FAZIO “PESCE PILOTA” PER PORTARE A NOVE ALTRI TELE-DIVI RAI (L’ARRIVO DEL DESTRISSIMO GIAMPAOLO ROSSI COME AD A VIALE MAZZINI DARÀ L’AVVIO ALLA DIASPORA DEI RANUCCI E COMPAGNI...)

DAGOREPORT! - LA SCONFITTA IN SARDEGNA AVVIA LA RESA DEI CONTI MELONI-SALVINI - DUCETTA-VENDETTA: VUOLE DISARCIONARE IL “CAPITONE” DALLA GUIDA DELLA LEGA, PER AVERE UN CARROCCIO MODERATO A TRAZIONE NORDISTA CON LA “SUPERVISIONE” DI ZAIA, FEDRIGA E GIORGETTI -  MA PER “CONQUISTARE” IL DOGE, TOCCA RISOLVERE LA GRANA DEL TERZO MANDATO: CON UNA LEGGE DI RIORDINO DEGLI ENTI LOCALI: LE REGIONI DECIDERANNO SUL NUMERO DEI MANDATI - LA ''CONCESSIONE'' CHE SI MATERIALIZZERÀ PER ZAIA SOLTANTO DOPO LA DETRONIZZAZIONE DI SALVINI DALLA GUIDA DELLA LEGA. DELLA SERIE: FRIGGERE IL “CAPITONE”, VEDERE CAMMELLO - LA CONTROMOSSA DI SALVINI: CHIEDERE AL CONSIGLIO FEDERALE DELLA LEGA UN MANDATO PER CHIARIRE LO STATO DI SALUTE DELL'ALLENZA PER POI TOGLIERE L'APPOGGIO  AL GOVERNO - QUANDO LA MELONA SI AUTO-DEFINISCE “NANA” VUOLE FAR SAPERE A SALVINI CHE CONOSCE LO SFOTTÒ CHE LUI USA PER SBERTUCCIARLA (“NANA BIONDA”) – ABRUZZO, EFFETTO TODDE: CALA IL VANTAGGIO DEL MELONIANO MARSILIO SUL CANDIDATO DEL CAMPOLARGO, D'AMICO...

DAGOREPORT - LA FESTA APPENA COMINCIATA È GIÀ FINITA? NO: MA LA SARDEGNA SARÀ L’INIZIO DELLA FINE SE LA DUCETTA NON SI FICCA NELLA TESTOLINA CHE LA POLITICA NON È “QUI COMANDO IO!” - GRAZIE A SU POPULU SARDU, IL CENTROSINISTRA UNITO HA PIÙ NUMERI DEL CENTRODESTRA A PEZZI - FINO A IERI, ALLE AVVISAGLIE DI SALVINI DI TOGLIERE L’APPOGGIO AL GOVERNO, LA MELONA GHIGNAVA MINACCIANDO DI RIPORTARE LA “NAZIONE” AL VOTO. E CON LA VITTORIA DI TRUZZU, AVREBBE CAPITALIZZATO LA SUA PREMIERSHIP DA EROE DEI DUE MONDI - CON LA DISFATTA SARDA E SALVINI AL MURO, DOVE VA “IO SO’ GIORGIA E VOI NON SIETE UN CAZZO”? - SENZA IL TERZO MANDATO, ZAIA PRONTO A SCENDERE DAL CARROCCIO E ADERIRE ALLA LIGA VENETA, LA LEGA SI SPACCA. PER LA DUCETTA INIZIANO GIORNI MOLTO, MOLTO DIFFICILI…