media e tv

PERDITA, IL GATTO PEGGIORE DEL MONDO MESSO IN ADOZIONE

“LA PRIMA VOLTA CHE VIDI IL PISELLO CHE S’INDURIVA, PENSAVO DI AVERE UNA QUALCHE FORMA DI MALATTIA” - EVA ROBIN’S CI ACCOMPAGNA NELLE SUE MUTANDE E NEL SUO PASSATO HOT: "LA PRIMA VOLTA CHE HO FATTO L’AMORE AVEVO UNDICI ANNI, ERO CON UN ARCHEOLOGO CHE MI AVEVA INCANTATO MOSTRANDOMI TUTTI I MINERALI. LUI ERA UN POCHINO PIU’ GRANDE: MI HA INIZIATA, NESSUNA VIOLENZA. ALL’EPOCA NON ERA CONSIDERATA UNA MOLESTIA" - "FILM PORNO? MI HANNO PROPOSTO CINQUE FILM DA GIRARE IN DIECI GIORNI. UNA QUANTITÀ ESAGERATA DI DENARO E C’ERA ANCORA LA LIRA. RISPOSI CHE NON AVEVO I GENITALI COSÌ…" - FOTO PORCELLINE 

2020 ALL’OPERA – LA DANZA TRAGICA DI SALOMÉ, LA VENDETTA DI VIOLANTA MA TUTTO IL BACCANO MEDIATICO SARÀ SU «TURANDOT» MESSA IN SCENA DA AI WEI WEI IL 25 MARZO ALL’OPERA DI ROMA: MATTIOLI SQUADERNA I TITOLI IMPERDIBILI DELLA PROSSIMA STAGIONE - LE STELLE KAUFMANN E NETREBKO, MICHIELETTO ASSO PIGLIATUTTO NELLE REGIE – 4 APPUNTAMENTI CULT AL COSTANZI DI ROMA,  A VERONA, L'ARENA RIESUMA AL FILARMONICO IL RARISSIMO «AMLETO» DI FACCIO ALLA FENICE DA SEGNALARE IL ‘RIGOLETTO’ CHE ARRIVA DA AMSTERDAM IL 23 APRILE 

ORA CHE DEL “PRATIGATE” NON C’È ALTRO DA SPREMERE, PAMELONA E BARBARA D’URSO FINISCONO A STRACCI - LA PRATI: “HA UTILIZZATO PER UNA STAGIONE INTERA, E FACENDO ASCOLTI DA RECORD OVVIAMENTE MAI PIÙ FATTI, IL MIO NOME. IO INVECE NON HO MAI FATTO SERATE E MAI LO FAREI UTILIZZANDO UN NOME DA CUI TENGO AMPIAMENTE LE DISTANZE” - IL RIFERIMENTO E’ A UNA FRASE DELLA D’URSO CHE HA ACCUSATO LA SHOWGIRL DI USARE IL LOGO DI “LIVE NON È LA D’URSO” PER FINI PROMOZIONALI…

IL CINEMA DEI GIUSTI - CICCIONE BAFFUTO, SFIGATO, MAMMONE, SOGGETTONE CON VOGLIE DI FARE IL POLIZIOTTO ALLA ALBERTO SORDI, ARMATO DI FUCILI, BOMBE E PISTOLE COME FOSSE BIN LADEN, È CHIARO CHE L'EROE DEL NUOVO OMONIMO FILM DI CLINT EASTWOOD, “RICHARD JEWELL”, INTERPRETATO DA PAUL WALTER HAUSER, SI PRESTA PIÙ A FARE IL COLPEVOLE DI UN ATTENTATO BOMBAROLO CHE IL PATRIOTA CHE SALVA VITE UMANE - E’ UNA SORTA DI DIFESA DEL MASCHIO BIANCO AMERICANO TUTTO ARMI E PATRIOTTISMO - VIDEO

“IL SESSO ASCELLARE? LO CHIAMIAMO “IL TERMOMETRO”. GIRARE UN PORNO? OGGI COSTA 35 MILA EURO” - INTERVISTA AL REGISTA CULT DELL’HARD, MARIO SALIERI: “E’ COMPLICATO GIRARE UNA SCENA DI SESSO ASCELLARE PERCHÉ RIUSCIRE A RESTITUIRE DELLE EMOZIONI EROTICHE IN UNA SCENA PORNOGRAFICA, CHE DI PER SÈ È NOIOSISSIMA, NON È SEMPLICE - HO GIRATO QUESTO “FACCETTA NERA” IN CAMPANIA: IN ITALIA LA REGOLA È CHE SE NON SI OFFENDE LA PUBBLICA MORALE E CIOÈ SI GIRANO QUESTI FILM IN AMBIENTI RISERVATI, SI POSSONO GIRARE…”