Sport

IL VAR, IL "GOL INTERRUPTUS" E UNA NUOVA ANGOSCIA SCONOSCIUTA – ALDO GRASSO: "PRIMA DELL'INTRODUZIONE DEL VAR, LA VALIDITÀ DEL GOL ERA SOLO DI COMPETENZA DELL'ARBITRO. GOL SIGNIFICAVA IMMEDIATEZZA, GIOIA O DOLORE NON IMPORTA" - "ADESSO BISOGNA IMPARARE A GIOIRE O A DEPRIMERSI DOPO L'INTERVENTO DEL VAR. SPESSO SONO MINUTI DI ANGOSCIA CHE IL CALCIO DI IERI NON CONOSCEVA" - "PENSO AL GOL DI MARADONA CON LA MANO. CHE LETTERATURA POTRÀ MAI NASCERE DAL "GOL INTERRUPTUS" CHE CALCIATORI E SPETTATORI NON HANNO ANCORA IMPARATO A GESTIRE?"

AGNELLI SCANNATI! CHIESTO IL PROCESSO PER ANDREA AGNELLI E GLI ALTRI INDAGATI - LE 13 RICHIESTE DI RINVIO A GIUDIZIO SARANNO NOTIFICATE NEI PROSSIMI GIORNI, FRA GLI ALTRI, ANCHE A NEDVED, ARRIVABENE E PARATICI - L’ATTUALE DS DELLA JUVE CHERUBINI, IN UNA INTERCETTAZIONE, NON USA MEZZI TERMINI SU PARATICI: “CON LUI NON SI POTEVA RAGIONARE, FINCHÉ C'È STATO MAROTTA GLI METTEVA UN FRENO. GLIEL'HO DETTO PIU' VOLTE: STIAMO ESAGERANDO” – COME DAGO-RIVELATO ELKANN RIVUOLE MAROTTA - DAGOREPORT

SCIOCCHEZZAIO MONDIALE - LA BOMBASTICA MODELLA DI ONLYFANS BRASILIANA PROMETTE: "OGNI VOLTA CHE SEGNA IL BRASILE PUBBLICHERÒ UNA FOTO NUDA" (TUTTI A TIFARE LA SELECAO!) - L'INGHILTERRA E LA "MALEDIZIONE DI ITV": QUANDO LA NAZIONALE NON VA SULLA BBC NON VINCE QUASI MAI! - L'INVASORE MARIO FERRI AIUTATO DA INFANTINO - L'ESULTANZA "MIRACOLOSA" DI UN TIFOSO ARGENTINO IN CARROZZINA - MESSI INFRANGE UN ALTRO RECORD… NEGATIVO! - CRISTIANO RONALDO AVREBBE SCRITTO AL GIORNALISTA PIERS MORGAN PER DIRGLI CHE... - VIDEO

“È PEGGIO DI CALCIOPOLI, CI SIAMO TIRATI ADDOSSO LA MERDA DA SOLI” – LE INTERCETTAZIONI-BOMBA CHE HANNO PORTATO ALLE DIMISSIONI DEL CDA, DA AGNELLI A NEDVED A ARRIVABENE: “TANTO LA CONSOB LA SUPERCAZZOLIAMO...” - NEL LUGLIO 2021 IL DS BIANCONERO CHERUBINI DIALOGA CON IL CONTABILE BERTOLA: “L’HO DETTO A PARATICI: HA SPINTO TROPPO SULLE PLUSVALENZE” – E LUI RISPONDEVA: “NON CI IMPORTA NULLA, PERCHÉ NEGLI SCAMBI SE METTI 4 O METTI 10 È UGUALE” - L’INCHIESTA SI ALLARGA AI CLUB IN AFFARI CON I BIANCONERI (A PARTIRE DA ATALANTA E GENOA) – LE MOSSE DI ELKANN, IL RITORNO DI MAROTTA: DAGOREPORT

“GIUVE” DA SALVARE - A TORINO SI VOCIFERA DI UN RITORNO A CASA DI BEPPE MAROTTA. MA IL RIENTRO DELL’ATTUALE AD DELL’INTER SAREBBE UNO SCHIAFFO (UN ALTRO) AD ANDREA AGNELLI CHE LO CACCIÒ SENZA TANTI COMPLIMENTI PERCHÉ CONTRARISSIMO ALL'OPERAZIONE CRISTIANO RONALDO - JOHN ELKANN NON VUOLE METTERE IN VENDITA LA JUVENTUS (NÉ TANTOMENO LA FERRARI). AL FINE DI SCONGIURARE IL RISCHIO CHE LA VECCHIA SIGNORA VENGA SBATTUTA DI NUOVO IN SERIE B, YAKI HA MESSO ALL’OPERA IL SUO STAFF DI AVVOCATI….

ELKANN CHE ABBAIA, NON MORDE - UNA VOLTA MESSI A POSTO I CONTI JAKI AVRÀ ANCORA VOGLIA DI IMMETTERE NELLA JUVENTUS I SOLDI DI EXOR, LA CASSA DELLA FAMIGLIA, O CERCHERÀ UN SOCIO (UN COMPRATORE)? E INFINE, SAPRÀ RIDARE UN RUOLO DI VERTICE ALLA SQUADRA? L'AZZOPPAMENTO DEFINITIVO DI ANDREA, CHE TRA QUALCHE MESE SIEDERÀ IN TRIBUNALE SUL BANCO DEGLI IMPUTATI (LA PRIMA VOLTA IN AULA DI UN AGNELLI) RENDE ORMAI IMPOSSIBILE UN ALTRO RITORNO AL COMANDO DELL'ALA "UMBERTIANA" DELLA FAMIGLIA…

SCIOCCHEZZAIO MONDIALE - LA PRINCIPESSA LEONOR DI SPAGNA E' PAZZA DI GAVI: AVREBBE UNA CARTELLINA PIENA DI FOTO DEL CENTROCAMPISTA! - FELIPE MELO SI SCHIERA CON MESSI CONTRO IL PUGILE CANELO: "NON SA NULLA DI CALCIO. DICE STRONZATE" - LE CASE DI SCOMMESSE NON ACCETTANO PIÙ PUNTATE SUL MIGLIORE IN CAMPO: IL MOTIVO - LA TECNOLOGIA CONFERMA CHE CR7 NON HA TOCCATO IL PALLONE SUL GOL DI BRUNO FERNANDES CONTRO L'URUGUAY - I CALCIATORI SI LAMENTANO DEL PALLONE USATO DURANTE IL MONDIALE: "E' TROPPO LEGGERO"…

PERCHE’ BINOTTO SI E’ DIMESSO? "IL GIORNALE": “LA FERRARI È PEGGIO DI UNA SQUADRA INTERREGIONALE CHE CACCIA L’ALLENATORE SENZA AVERE IL SOSTITUTO. VASSEUR È IN CORSA, MA CI SONO ANCHE ALTRI NOMI” – LEO TURRINI A “TUTTI CONVOCATI” SU "RADIO 24":  "STA PASSANDO L'IDEA CHE LECLERC HA DECISO LA CACCIATA DI BINOTTO, MA CI RENDIAMO CONTO? LECLERC HA VINTO 5 GP. QUESTO VASSEUR, NON VORREI LO PRENDESSERO SOLO PERCHÈ È FRANCESE COME JEAN TODT, IL PASSAPORTO NON FA LA DIFFERENZA”

AGNELLI COLTELLI - GIGI MONCALVO PARLA DI “COLPO DI STATO” DI JOHN ELKANN. ANDREA AGNELLI "FORMALMENTE COMANDAVA, MA IL CDA NON ERA NELLE SUE MANI O SOTTO IL SUO CONTROLLO. NON È PASSATA LA SUA LINEA DI PROSEGUIRE IL BRACCIO DI FERRO CON PROCURA E CONSOB"  - E ORA? “ALLA JUVE NON PENSA NESSUNO. LO SCONQUASSO È GIGANTESCO. L’ULTIMA VOLTA CHE ELKANN CI HA MESSO MANO…” – IL CASO DANIELA MARILUNGO, NOMINATA SU VOLERE DI ELKANN NEL CDA, CHE HA LANCIATO BORDATE NELLA MOTIVAZIONE DELLE SUE DIMISSIONI...

“LA CARTA SEGRETA DI RONALDO NON DOVEVA SALTARE FUORI PERCHÉ SE SUCCEDE CI SALTANO ALLA GOLA. E POI CI TOCCA FARE UNA TRANSAZIONE FINTA”. LE INTERCETTAZIONI CHE METTONO NEI GUAI GLI EX COMPONENTI DEL CDA DELLA JUVE - PER I PM UNA TRENTINA DI MILIONI SAREBBERO SPARITI DAI CONTI ALTERANDO I BILANCI - A GIORNI LA RICHIESTA DI RINVIO A GIUDIZIO PER ANDREA AGNELLI, PAVEL NEDVED, MAURIZIO ARRIVABENE E I VERTICI DELLA SOCIETÀ. RONALDO CHIEDE I 19,9 MILIONI DELLA “CARTA SEGRETA” - PERQUISIZIONI, TELEFONATE E LETTERE AL CENTRO DELL'INDAGINE: “ALL'ATALANTA DOBBIAMO 6-7 MILIONI”

“DIMETTITI, CORRI IL RISCHIO DI ESSERE ARRESTATO” – LA DURISSIMA RESA DEI CONTI TRA JOHN ELKANN E ANDREA AGNELLI – IL DAGO-RETROSCENA: DA TEMPO JOHN ELKANN AVEVA PROVATO A FAR CAPIRE AL CUGINO ANDREA (E ALLA MADRE ALLEGRA) CHE IL CAPOLINEA ERA ARRIVATO CON L’INDAGINE DELLA PROCURA DI TORINO. POI L’ULTIMATUM DEI REVISORI: “SE PRESENTATE UN BILANCIO COSÌ ANDIAMO IN PROCURA” – CON LE DIMISSIONI DEL CDA I PM RINUNCIANO ALLA RICHIESTA DI MISURE CAUTELARI PER AGNELLI E GLI ALTRI DIRIGENTI BIANCONERI VISTO CHE NON C’È PIÙ IL PERICOLO DI REITERAZIONE DEL REATO – SMENTITA LA NOTIZIA DELLE DIMISSIONI DI ALLEGRI CHE RESTA IL PUNTO DI RIFERIMENTO DELL’AREA SPORTIVA...

DAGO RETROSCENA - DA TEMPO JOHN ELKANN AVEVA PROVATO A FAR CAPIRE AL CUGINO ANDREA (E ALLA MADRE ALLEGRA) CHE IL CAPOLINEA ERA ARRIVATO CON L’INDAGINE DELLA PROCURA DI TORINO: DIMETTITI, CORRI IL RISCHIO DI ESSERE ARRESTATO. IL NIPOTE DELL’AVVOCATO NON POTEVA CREDERCI: IO SONO UN AGNELLI… - POI, VIA PROCURA, TUTTO È PRECIPITATO. NON ERA INFATTI IERI LA GIORNATA GIUSTA, LE DIMISSIONI DOVEVANO AVVENIRE DOPO I MONDIALI. LA SCELTA DI SCANAVINO NE È LA PROVA: UNA SOLUZIONE TEMPORANEA VISTO CHE L’ALTER EGO DI ELKANN È STRAIMPEGNATO CON LA GEDI