Sport

ELKANN CHE ABBAIA, NON MORDE - UNA VOLTA MESSI A POSTO I CONTI JAKI AVRÀ ANCORA VOGLIA DI IMMETTERE NELLA JUVENTUS I SOLDI DI EXOR, LA CASSA DELLA FAMIGLIA, O CERCHERÀ UN SOCIO (UN COMPRATORE)? E INFINE, SAPRÀ RIDARE UN RUOLO DI VERTICE ALLA SQUADRA? L'AZZOPPAMENTO DEFINITIVO DI ANDREA, CHE TRA QUALCHE MESE SIEDERÀ IN TRIBUNALE SUL BANCO DEGLI IMPUTATI (LA PRIMA VOLTA IN AULA DI UN AGNELLI) RENDE ORMAI IMPOSSIBILE UN ALTRO RITORNO AL COMANDO DELL'ALA "UMBERTIANA" DELLA FAMIGLIA…

SCIOCCHEZZAIO MONDIALE - LA PRINCIPESSA LEONOR DI SPAGNA E' PAZZA DI GAVI: AVREBBE UNA CARTELLINA PIENA DI FOTO DEL CENTROCAMPISTA! - FELIPE MELO SI SCHIERA CON MESSI CONTRO IL PUGILE CANELO: "NON SA NULLA DI CALCIO. DICE STRONZATE" - LE CASE DI SCOMMESSE NON ACCETTANO PIÙ PUNTATE SUL MIGLIORE IN CAMPO: IL MOTIVO - LA TECNOLOGIA CONFERMA CHE CR7 NON HA TOCCATO IL PALLONE SUL GOL DI BRUNO FERNANDES CONTRO L'URUGUAY - I CALCIATORI SI LAMENTANO DEL PALLONE USATO DURANTE IL MONDIALE: "E' TROPPO LEGGERO"…

PERCHE’ BINOTTO SI E’ DIMESSO? "IL GIORNALE": “LA FERRARI È PEGGIO DI UNA SQUADRA INTERREGIONALE CHE CACCIA L’ALLENATORE SENZA AVERE IL SOSTITUTO. VASSEUR È IN CORSA, MA CI SONO ANCHE ALTRI NOMI” – LEO TURRINI A “TUTTI CONVOCATI” SU "RADIO 24":  "STA PASSANDO L'IDEA CHE LECLERC HA DECISO LA CACCIATA DI BINOTTO, MA CI RENDIAMO CONTO? LECLERC HA VINTO 5 GP. QUESTO VASSEUR, NON VORREI LO PRENDESSERO SOLO PERCHÈ È FRANCESE COME JEAN TODT, IL PASSAPORTO NON FA LA DIFFERENZA”

AGNELLI COLTELLI - GIGI MONCALVO PARLA DI “COLPO DI STATO” DI JOHN ELKANN. ANDREA AGNELLI "FORMALMENTE COMANDAVA, MA IL CDA NON ERA NELLE SUE MANI O SOTTO IL SUO CONTROLLO. NON È PASSATA LA SUA LINEA DI PROSEGUIRE IL BRACCIO DI FERRO CON PROCURA E CONSOB"  - E ORA? “ALLA JUVE NON PENSA NESSUNO. LO SCONQUASSO È GIGANTESCO. L’ULTIMA VOLTA CHE ELKANN CI HA MESSO MANO…” – IL CASO DANIELA MARILUNGO, NOMINATA SU VOLERE DI ELKANN NEL CDA, CHE HA LANCIATO BORDATE NELLA MOTIVAZIONE DELLE SUE DIMISSIONI...

“LA CARTA SEGRETA DI RONALDO NON DOVEVA SALTARE FUORI PERCHÉ SE SUCCEDE CI SALTANO ALLA GOLA. E POI CI TOCCA FARE UNA TRANSAZIONE FINTA”. LE INTERCETTAZIONI CHE METTONO NEI GUAI GLI EX COMPONENTI DEL CDA DELLA JUVE - PER I PM UNA TRENTINA DI MILIONI SAREBBERO SPARITI DAI CONTI ALTERANDO I BILANCI - A GIORNI LA RICHIESTA DI RINVIO A GIUDIZIO PER ANDREA AGNELLI, PAVEL NEDVED, MAURIZIO ARRIVABENE E I VERTICI DELLA SOCIETÀ. RONALDO CHIEDE I 19,9 MILIONI DELLA “CARTA SEGRETA” - PERQUISIZIONI, TELEFONATE E LETTERE AL CENTRO DELL'INDAGINE: “ALL'ATALANTA DOBBIAMO 6-7 MILIONI”

“DIMETTITI, CORRI IL RISCHIO DI ESSERE ARRESTATO” – LA DURISSIMA RESA DEI CONTI TRA JOHN ELKANN E ANDREA AGNELLI – IL DAGO-RETROSCENA: DA TEMPO JOHN ELKANN AVEVA PROVATO A FAR CAPIRE AL CUGINO ANDREA (E ALLA MADRE ALLEGRA) CHE IL CAPOLINEA ERA ARRIVATO CON L’INDAGINE DELLA PROCURA DI TORINO. POI L’ULTIMATUM DEI REVISORI: “SE PRESENTATE UN BILANCIO COSÌ ANDIAMO IN PROCURA” – CON LE DIMISSIONI DEL CDA I PM RINUNCIANO ALLA RICHIESTA DI MISURE CAUTELARI PER AGNELLI E GLI ALTRI DIRIGENTI BIANCONERI VISTO CHE NON C’È PIÙ IL PERICOLO DI REITERAZIONE DEL REATO – SMENTITA LA NOTIZIA DELLE DIMISSIONI DI ALLEGRI CHE RESTA IL PUNTO DI RIFERIMENTO DELL’AREA SPORTIVA...

DAGO RETROSCENA - DA TEMPO JOHN ELKANN AVEVA PROVATO A FAR CAPIRE AL CUGINO ANDREA (E ALLA MADRE ALLEGRA) CHE IL CAPOLINEA ERA ARRIVATO CON L’INDAGINE DELLA PROCURA DI TORINO: DIMETTITI, CORRI IL RISCHIO DI ESSERE ARRESTATO. IL NIPOTE DELL’AVVOCATO NON POTEVA CREDERCI: IO SONO UN AGNELLI… - POI, VIA PROCURA, TUTTO È PRECIPITATO. NON ERA INFATTI IERI LA GIORNATA GIUSTA, LE DIMISSIONI DOVEVANO AVVENIRE DOPO I MONDIALI. LA SCELTA DI SCANAVINO NE È LA PROVA: UNA SOLUZIONE TEMPORANEA VISTO CHE L’ALTER EGO DI ELKANN È STRAIMPEGNATO CON LA GEDI

“ANDREA AGNELLI È STATO UN LANCILLOTTO DELLA RIBELLIONE CONTRO IL SISTEMA FIFA-UEFA. E COME TUTTI GLI EROI TRAGICI CI HA RIMESSO LE PENNE” – IL TIFOSO JUVENTINO PIERLUIGI PANZA: “AGNELLI È STATO SABOTATO DALL’ALLEANZA GLOBALISTA TRA INGLESI E ARABI, CHE CONTROLLANO LA FINANZA LONDINESE. FIFA E UEFA HANNO BENEDETTO LA NUOVA ALLEANZA. ERANO RIMASTE 4 SQUADRE CHE POTEVANO COMPETERE CONTRO LA NUOVA ALLEANZA ANGLO-ARABA. DUE SONO, SOPRAVVISSUTE, REAL E BAYERN E DUE SONO USCITE DAL GRANDE GIOCO MASSACRATE DA CEFERIN, AL-THANI E DIRITTI TV DELLA PREMIER LEAGUE: JUVE E BARCA"

AGNELLI SCANNATI – CROSETTI: “ANDREA È STATO UN PRESIDENTE SIMILE AL PADRE UMBERTO, QUASI MAI SOTTO I RIFLETTORI MA DECISIONISTA. NON HA PERDONATO LE USCITE MEDIATICHE DI DEL PIERO, NON HA INSISTITO PER DYBALA. HA LITIGATO CON CONTE, HA VOLUTO A OGNI COSTO RONALDO, SEBBENE MAROTTA NON FOSSE DELLA STESSA IDEA. HA DECISO CHE ALLEGRI FOSSE SUPERATO, SI È DIRETTO SU SARRI E PIRLO MA POI HA RICHIAMATO MAX: L'UNICA RETROMARCIA IN 12 ANNI. LA FINE DELLA SUA PRESIDENZA E’ INIZIATA QUANDO…”

SCIOCCHEZZAIO MONDIALE - "ER CIAVATTA" DANI ALVES HA L'ORMONE FUORI CONTROLLO E PROVA A FAR ENTRARE DI NASCOSTO LA MOGLIE NELL'HOTEL DOVE ALLOGGIA IL BRASILE - LUIS ENRIQUE SHOW: PRIMA "MINACCIA" FERRAN TORRES, FIDANZATO CON LA FIGLIA, POI SI "CANDIDA" A PRESIDENTE DELLA SPAGNA - IL PUGILE MESSICANO CANELO ALVAREZ MENA DURO SU  MESSI - IL SELFIE CON SON (IN LACRIME) - IL BLACK OUT DURANTE BRASILE-SVIZZERA - "L'ATMOSFERA INTIMA" DI FABIO RIMEDIO - SUGLI SPALTI I TIFOSI SI FANNO FOTO CON NEYMAR, MA IN REALTÀ… - VIDEO  

LE MANI (E LE FORBICI) DI JOHN ELKANN SULLA JUVENTUS - IL NUOVO PRESIDENTE DEL CLUB SARÀ GIANLUCA FERRERO, COMMERCIALISTA, REVISORE, SINDACO E AMMINISTRATORE DI VARIE SOCIETÀ - EXOR COMUNICHERÀ LA LISTA COMPLETA DEI CANDIDATI PER IL RINNOVO DEL CDA 25 GIORNI PRIMA DELL'ASSEMBLEA DEL 18 GENNAIO - SULLA DECISIONE HANNO PESATO LE CARENZE RILEVATE DALLA CONSOB E I RILIEVI SOLLEVATI DA DELOITTE & TOUCHE, SOCIETÀ DI REVISIONE DEL CLUB. IL DETONATORE E' STATA L'INCHIESTA DELLA PROCURA DI TORINO CHE HA INDAGATO I VERTICI BIANCONERI PER FALSE COMUNICAZIONI SOCIALI E AL MERCATO, OSTACOLO AGLI ORGANI DI VIGILANZA E FALSE FATTURE PER OPERAZIONI INESISTENTI. OLTRE ALLO STESSO CLUB PER...

TERREMOTO ALLA JUVE, SI CHIUDE L’ERA ANDREA AGNELLI: CON LUI SI DIMETTE TUTTO IL CDA - AGNELLINO ABBANDONA IL VERTICE DEL CLUB BIANCONERO DOPO OLTRE 12 ANNI (E 9 SCUDETTI DI FILA): L’INCHIESTA DELLA PROCURA DI TORINO, L’ACCUSA DI FALSO IN BILANCIO, LE CONTESTAZIONI DELLA CONSOB SULLE PLUSVALENZE HANNO PORTATO ALLA DECISIONE UNANIME DI FARE UN PASSO INDIETRO- LA GUERRA CON IL CUGINO JOHN ELHANN: A EXOR IN DUE ANNI HA INIETTATO 700 MILIONI DI EURO NELLE CASSE SOCIETARIE, PRENDENDO ATTO NEL SETTEMBRE SCORSO DEL QUINTO PASSIVO CONSECUTIVO. IL PEGGIORE: 254,3 MILIONI DI EURO…

"IL MIO NO AL CONDONO MI COSTÒ L'ESPULSIONE DAL MOVIMENTO 5 STELLE". L’EX SENATORE PENTASTELLATO GREGORIO DE FALCO COMMENTANDO I TRAGICI FATTI DI ISCHIA ACCUSA I 5 STELLE E L’ALLORA PREMIER CONTE DI AVER APPROVATO UN CONDONO MASCHERATO NEL 2017 CHE HA PEGGIORATO L'ABUSIVISMO EDILIZIO SULL'ISOLA AL LARGO DI NAPOLI: “SU QUEL PROVVEDIMENTO CONTE ALL'EPOCA NULLA EBBE DA ECCEPIRE, COSÌ COME SALVINI. OGGI ENTRAMBI BALBETTANO”- "DE FALCO IN COMMISSIONE PROVÒ POI A BLOCCARE LA NORMA SUL CONDONO. E DI MAIO DISSE CHE…"