politica

CANE ROBOT A NEW YORK

“CONTE NON FARÀ NULLA, NON HA LE CAPACITÀ” – IL PRIMO ESPULSO DEL MOVIMENTO 5 STELLE, GIOVANNI FAVIA, MENA DURO SULL’EX PREMIER: “HA USATO LA PANDEMIA PER COSTRUIRSI UN CONSENSO. I 5 STELLE HANNO AMMAINATO LE BANDIERE DEL CAMBIAMENTO E ADESSO PENSANO SOLO ALLO STIPENDIO” – “CON CASALINO METTERÀ IN PIEDI UNA GRANDE OPERAZIONE MEDIATICA, MA IL PROBLEMA È L'IDENTITÀ, LA DEMAGOGIA NON BASTA” – “NON PARLIAMO PIÙ DI UN MOVIMENTO, MA DI UN UFFICIO DI COLLOCAMENTO, DI MIRACOLATI CHE SI SONO VENDUTI. ANCHE LE LOTTE INTERNE SONO TUTTE DI POTERE…”

IL BUIO OLTRE “GIUSEPPI” – CONTE ALL’ASSEMBLEA DEI CINQUE STELLE HA LETTO UN TESTO CHE ERA IL NULLA COSMICO: SEMBRAVA UNA BRUTTA COPIA DEL CONTRATTO DI BERLUSCONI CON GLI ITALIANI. GRILLO HA GIÀ I PRIMI DUBBI – RONCONE: “CONTE È SEMPRE A SUO AGIO NELLE TENEBRE, FORSE SONO BOTTE DI NARCISISMO ACUTO E GLI PIACE SAPERE CHE FUORI È BUIO E TUTTI NOI SIAMO QUI AD ASCOLTARLO. UN ANNO FA ERAVAMO MILIONI, IERI UN PUBBLICO ASSAI RIDOTTO: GRUPPI PARLAMENTARI, CRONISTI IN SMART WORKING E GOFFREDO BETTINI IN PANTOFOLE…”

MAI CERCARE SOLIDARIETA’ IN EUROPA: CI SARA’ SEMPRE UN AUSTRIACO O UN OLANDESE A DIRE NO - AUSTRIA, SLOVENIA E REPUBBLICA CECA HANNO PROVATO A FAR SALTARE L’ACCORDO DI SOLIDARIETA’ CHE PREVEDEVA LA REDISTRIBUZIONI DEI VACCINI AI 5 PAESI PIU’ DANNEGGIATI DAI TAGLI ALLE FORNITURE DI ASTRAZENECA (BULGARIA, ESTONIA, CROAZIA, LETTONIA E SLOVACCHIA) - MA GLI ALTRI 27 PAESI HANNO SIGLATO L’ACCORDO: L’ITALIA CEDERA’ 400 MILA DOSI - L'OMS BOCCIA L'UE: "LENTEZZA INACCETTABILE NELLA CAMPAGNA DI VACCINAZIONE"

SU QUALE ALLEANZA INTERNAZIONALE GIUSEPPE CONTE FARÀ SVENTOLARE LA SUA POCHETTE? - SCEGLIERÀ LA LINEA FILO-ATLANTICA ABBRACCIATA DA DI MAIO O SARÀ COSTRETTO DAL SUO PADRONCINO GRILLO, SEMPRE PIÙ CINESIZZATO AL VAPORE, A VOLGERE LO SGUARDO A ORIENTE? - NEGLI USA NON SI FIDANO DI CONTE, BOLLATO COME "CHEERLEADER DI TRUMP" E CONSIDERATO TROPPO VICINO A RUSSIA E CINA (BIDEN NEANCHE LO DEGNO' DI UNA TELEFONATA) - GLI AMERICANI HANNO "MARCHIATO" CASALEGGIO DEFINENDOLO "LOBBYSTA TOP DI HUAWEI"

“IL PD DOVRÀ MANGIARE LA MINESTRA O SALTARE DALLA FINESTRA” – MASSIMO CACCIARI: “SE LETTA VUOLE VINCERE NON HA ALTRA STRADA CHE L’ALLEANZA CON IL M5S” – “SALVINI CONTINUA  A SPARARE QUALCHE CAVOLATA MA LA LINEA POLITICA È QUELLA DEL SOSTEGNO AL GOVERNO DRAGHI. I BLATERAMENTI ANTIEUROPEISTI FINIRANNO, DA UNA PARTE C'È LA LINEA DEI PRESIDENTI DELLE REGIONI E DI GIORGETTI, DALL'ALTRA LUI CHE CONTINUA A FARE IL LEADER POPULISTA. È UNO SCHEMA NIENT'AFFATTO ORIGINALE” – “SE NON SI CONCEDONO ALCUNE LIBERTÀ ESPLODERANNO CONFLITTI SOCIALI PERCHÉ…”

“BEPPE E LUIGINO DIVISI A BERLINO” – M.FELTRI: “UN ANNO FA I MILITARI RUSSI SCORRAZZAVANO IN ITALIA, CONVOCATI DAL NOSTRO GOVERNO, CON DI MAIO A FARE DA DAMA DI COMPAGNIA. VIVA IL DI MAIO DI OGGI, RAVVEDUTO, OCCIDENTALE, ATLANTICO E INFLESSIBILE” – “TUTTO A POSTO? PER NIENTE. PERCHÉ NELLE STESSE ORE SUL BLOG DI BEPPE GRILLO È STATO PUBBLICATO L'INTERVENTO DI FABIO MASSIMO PARENTI, SPREZZANTE CON JOE BIDEN. FIGURIAMOCI SE NON FINIVA COL PREVALERE IL FATTORE SPINACETO, LOCATION DELL'ANIMA PER…”

MADIA RETTA, LASCI PERDERE IL MASCHILISMO! LA MARIANNA DEL NAZARENO, SCONFITTA DALLA SERRACCHIANI NELLA CORSA A CAPOGRUPPO PD ALLA CAMERA, NON TROVA DI MEGLIO CHE ATTACCARE GLI UOMINI ANCHE SE HA FATTO CARRIERA GRAZIE A LORO. NEL 2008 LA MADIA VIENE INVENTATA DALL'ALLORA SEGRETARIO DEL PD VELTRONI NONOSTANTE “L’INESPERIENZA” DICHIARATA, NEL 2014 RENZI LA SCEGLIE COME MINISTRO, RUOLO NEL QUALE NEL 2016 GENTILONI LA RICONFERMA. TUTTI MASCHI. E ALLORA DI QUALE DIAVOLO DI MASCHILISMO PARLIAMO?

ANCHE LA CHIESA SI È ACCORTA CHE LA MAFIA NON C'È SOLO IN SICILIA - IL VATICANO HA RIUNITO LA COMMISSIONE CHE LAVORA ALLA SCOMUNICA DEI CATTOLICI NEI CLAN: L'OBIETTIVO È ESTENDERE A TUTTA L'ITALIA LE SANZIONI CANONICHE CHE SONO IN VIGORE NELLE DIOCESI SICILIANE - AL VERTICE ERANO PRESENTI DON CIOTTI, IL GIUDICE PIGNATONE E MONSIGNOR MICHELE PENNISI, IL VESCOVO DELLA CHIESA DI CORLEONE DATA ALLE FIAMME - L’ESPLICITA CONDANNA DELLA CRIMINALITÀ ORGANIZZATA DA PARTE DEL PAPA È DATATA 2014...

CONTE-BETTINI, STORIA DI UN AMORE – LA PRIMA CHIAMATA TRA "GIUSEPPI" E IL RASPUTIN DI ZINGARETTI RISALE AL 13 AGOSTO DEL 2019, CON IL PRIMO CHE ALZA LA CORNETTA E CHIAMA LA THAILANDIA PER PRESENTARSI E RINGRAZIARE PER UN’INTERVISTA. RISPOSTA: “PRESIDENTE, È PRATICO CON WHATSAPP? ALTRIMENTI QUESTA TELEFONATA CI VIENE A COSTARE SEIMILA EURO” – OGGI L’AVVOCATO DI PADRE PIO PRESENTA LA BOZZA DI RIFORMA DEL M5S, E IN CONTEMPORANEA GOFFREDONE LANCERÀ LA CORRENTE “THAILANDESE” NEL PD

LAURA BOLDRINI VENIVA PRESA PER IL CULO GIÀ NEL 2014 PER I COMPORTAMENTI DA TIRANNO EMERSI ORA CON I MALTRATTAMENTI ALLA COLF E ALL'ASSISTENTE PARLAMENTARE - "STRISCIA LA NOTIZIA" RIPESCA UN'IMITAZIONE DI PAOLO KESSISOGLU ANDATA IN ONDA A "GIASS", SHOW SU CANALE5 BY ANTONIO RICCI: "AL FOUR SEASON, DOPO LE 9 E 30 NON DAVANO PIÙ LA COLAZIONE, UNA GRAVE E SESSISTA MANCANZA DI RISPETTO. NEGLI SPOT IN TV È SOLO LA MAMMA A SERVIRE A TAVOLA. COSA VUOL DIRE QUESTO? CHE NON HANNO LA FILIPPINA"

QUEL CHE NON FA LA POLITICA, DEVONO FARLO I TRIBUNALI - LE ADOZIONI GAY FATTE ALL'ESTERO VANNO RICONOSCIUTE ANCHE IN ITALIA: LO HA DECISO LA CASSAZIONE CERTIFICANDO CHE "LA GENITORIALITÀ NON PUÒ ESSERE LIMITATA DALL'ORIENTAMENTO SESSUALE" - UN SINDACO DELLA PROVINCIA DI VARESE SI ERA RIFIUTATO DI TRASCRIVERE L'ATTO ANAGRAFICO DI UN BAMBINO ADOTTATO A NEW YORK DA UNA COPPIA OMO. MA IN QUESTO MODO ERA NEGATA AL BIMBO ANCHE LA CITTADINANZA ITALIANA - LA SENTENZA CHIEDE AL PARLAMENTO DI AMPLIARE "LE CONDIZIONI DI ACCESSO ALL'ADOZIONE PIENA"...

I TORMENTI DI CONTE – MENTRE GRILLO SI SPENDE AL TELEFONO PER QUIETARE I BIG DELLA NOMENKLATURA, DOMANI L'EX PREMIER FARÀ DUE PRECISAZIONI SUL DOPPIO MANDATO DURANTE LA VIDEOCONFERENZA CON GLI ELETTI 5STELLE. PRIMO: ESISTONO DELLE REGOLE E VANNO RISPETTATE. SECONDO: NON ESSERE ELETTI IN PARLAMENTO NON SIGNIFICA SMETTERE DI FARE POLITICA – MA NELLA TESTA CATRAMATA, L’EX PREMIER FRULLA BEN ALTRO: AGLI AMICI HA DETTO DI PERCEPIRE "TRAME OSCURE" CONTRO DI LUI. A COSA SI RIFERIVA?

LA NATURALE SCONCLUSIONE DELLE COSE - ““LA REPUBBLICA” SI BEA DEL FRIZZANTE MONDO TECNOLOGICO DI OGGI, E DIMENTICA I DUE DIOSCURI CULTURALI DI SCALFARI: UGO LA MALFA, CHE VATICINAVA CONSUMISMO E INFLAZIONE LEGATI ALL’ARRIVO DELLA TV A COLORI E DI ENRICO BERLINGUER CHE TROVAVA NELLA POETICA DELL’AUSTERITÀ L’ESORCISMO ALLA MODERNITÀ. INVECE FURONO I SOCIALISTI, TRA FINANZIAMENTI LECITI E ILLECITI, A RIVOLUZIONARE CULTURALMENTE UN PAESE INCAGLIATO NELLA PEGGIOR SFIDUCIA VERSO IL SUO FUTURO’’

“RENZI NON È PIÙ UN POLITICO” – ALESSANDRO SALLUSTI: “HA SCOPERTO CHE FUORI DAI PALAZZI ROMANI ESISTE UN MONDO ASSAI PIÙ INTERESSANTE, GENEROSO NEI COMPENSI ECONOMICI E CHE, PER DI PIÙ, NON CONOSCENDOLO LO AMMIRA, APPREZZA E COCCOLA E LUI CI SI È TUFFATO CON LA SOLITA FOGA E SPREGIUDICATEZZA APPAGANDO IL SUO EGO SMISURATO” – “TRA SETTE ANNI QUALCUNO SENTIRÀ L'IRREFRENABILE NOSTALGIA DI RENZI? PIÙ PROBABILE CHE RENZI DOPO SETTE MESI DI VITA COSÌ NON SENTIRÀ ALCUNA NOSTALGIA PER LA SINISTRA ITALIANA…”

IL PATTO ANTI-SALVINI TRA IL SOTTI-LETTA E GIORGIA MELONI: IL PD AIUTERÀ LA DUCETTA A STRAPPARE ALLA LEGA LA PRESIDENZA DEL COPASIR – “È UNA COMMISSIONE DI GARANZIA, QUINDI LA PRESIDENZA SPETTA ALL'OPPOSIZIONE, CIOÈ A FRATELLI D'ITALIA”, È STATO IL RAGIONAMENTO DI MELONI CHE HA GIA’ PRONTO IL NOME (ADOLFO URSO). MA DA QUELL’ORECCHIO IL CAPITONE NON CI SENTE - LETTA VUOLE INDOSSARE I PANNI DELL'ANTI-SALVINI MA IL LEADER LEGHISTA GLI SERVE PER CAMBIARE LA LEGGE ELETTORALE IN SENSO MAGGIORITARIO…