politica

PAURA E DELRIO - ANCHE IL PD SI SPACCA! GRAZIANO DELRIO SI SMARCA DALLA LINEA SUPER-ATLANTISTA DI ENRICO LETTA E ATTACCA LA NATO COME UN ORSINI QUALUNQUE: “DRAGHI DOVREBBE DIRE A BIDEN DI ABBASSARE I TONI E CHE L’ITALIA VUOLE PROMUOVERE UN QUADRO DI SICUREZZA IN CUI L’EUROPA SIA PROTAGONISTA, SENZA DELEGARLO ALLA NATO” - “LE PAROLE SPESE DA CHI PENSA CHE LA PACE CONSISTA NEL PIEGARE VLADIMIR PUTIN, IL CAPO DI UNA POTENZA NUCLEARE, MOSTRANO UNA GRANDE IRRESPONSABILITÀ. UNA GUERRA NEL CUORE DELL’EUROPA FARÀ MALE A NOI, NESSUNO NE USCIRÀ VINCITORE…”

“L'ORRORE DI UNA GUERRA GLOBALE NON DEVE RIPETERSI"  - VLADIMIR PUTIN ALLA PARATA DELLA VITTORIA NON ANNUNCIA LA MOBILITAZIONE GENERALE, ANZI, SEMBRA ABBASSARE UN PO' LA CRESTA: "IL NOSTRO È STATO UN ATTO PREVENTIVO, ABBIAMO RISPOSTO A UNA MINACCIA DIRETTA AI NOSTRI CONFINI. L'OCCIDENTE STAVA PREPARANDO UN’INVASIONE. LA RUSSIA È SEMPRE STATA FAVOREVOLE ALLA CREAZIONE DI UN SISTEMA INDIVISIBILE PER LA SICUREZZA, MA LA NATO NON HA VOLUTO ASCOLTARCI. L’AGGRESSIONE IN CRIMEA È STATA UNA MINACCIA AI NOSTRI CONFINI” - POI SI RIVOLGE ALLE FORZE ARMATE IN DONBASS: “COMBATTETE PER LA SICUREZZA DELLA PATRIA E PER IL FUTURO" E ANNUNCIA UN DECRETO PRESIDENZIALE PER AIUTARE LE FAMIGLIE DEI SOLDATI MORTI - VIDEO

“SIAMO IN UN'ECONOMIA DI GUERRA: QUESTO ORMAI VA DETTO CHIARAMENTE” - IL MINISTRO CINGOLANI AMMETTE QUELLO CHE NESSUNO HA IL CORAGGIO DI DIRE: “ALCUNI PAESI SARANNO MOLTO COLPITI DA QUESTA CRISI ENERGETICA, PIÙ DI ALTRI, ALCUNI MENO DI ALTRI” (E L’ITALIA E’ TRA I PAESI PIU’ COLPITI) - L’ACCUSA AI PRECEDENTI GOVERNI: “NEL 2001 IL 25% DEL GAS ERA PRODOTTO IN ITALIA, NEL 2021 SIAMO ARRIVATI AL 3%. ABBIAMO RIDOTTO LA PRODUZIONE E L'ABBIAMO SOSTITUITO CON IL GAS IMPORTATO. NON SOLO NON ABBIAMO DECARBONIZZATO NULLA, MA ABBIAMO AVUTO UN IMPATTO MAGGIORE SULL'AMBIENTE PER IL TRASPORTO, FINANZIATO ALTRI PAESI E INDEBOLITO LE IMPRESE”

IL METODO CINESE PER LE SUE COLONIE: ELEZIONI FARSA, CANDIDATO UNICO E 23 MINUTI PER LO SPOGLIO DEI VOTI - A HONG KONG SI IMPONE JOHN LEE, SCELTO DA PECHINO, EX RESPONSABILE DELLA SICUREZZA CHE HA GUIDATO LA REPRESSIONE DELLE PROTESTE DEL 2019 - OVVIAMENTE IL DIRITTO DI VOTO È CONCESSO A UN COMITATO ELETTORALE CHE RAPPRESENTA SOLO LO 0,02% DEI 7,4 MILIONI DI ABITANTI DELL'EX COLONIA BRITANNICA - GLI ATTIVISTI E L'OPPOSIZIONE ORMAI DISARTICOLATA TEMONO CHE QUALSIASI RESIDUO DI AUTONOMIA VENGA CANCELLATO DEFINITIVAMENTE…

L'OSSESSIONE IMPERIALE DI PUTIN: EVITARE ALLA RUSSIA LA FINE DELL'URSS - LUCIO CARACCIOLO: "LO ZAR VLAD NON PUO’ PERDERE. OGGI LA MAGGIORANZA DEI RUSSI, PERSINO DELLA BORGHESIA RELATIVAMENTE AGIATA, VUOLE ANDARE FINO IN FONDO. PUTIN LO SA, TEME UNA RIVOLUZIONE E VUOLE GIOCARE IL TUTTO PER TUTTO – PUTIN VUOLE RECUPERARE QUANTO POSSIBILE DELLO SPAZIO SOVIETICO, A COMINCIARE DALL'INTERA BIELORUSSIA E DA GRAN PARTE DELL'UCRAINA. PER LUI LA FEDERAZIONE RUSSA È PROVISORIUM. MA COSI' RISCHIA DI…

“VOGLIAMO FARCI TRASCINARE NEL CONFLITTO CON LA RUSSIA?” - BIDEN E’ FURIOSO DOPO LE RIVELAZIONI DEL "NEW YORK TIMES" SECONDO CUI L'AMMINISTRAZIONE USA AVREBBE PASSATO INFORMAZIONI RISERVATE AGLI UCRAINI PER COLPIRE LA NAVE AMMIRAGLIA MOSKVA NEL MAR NERO, NONCHÉ PER ELIMINARE ALMENO 12 GENERALI RUSSI – LA CASA BIANCA RICHIAMA CIA E DIFESA – MOSCA ALZA LA VOCE E ACCUSA: “GLI STATI UNITI PARTECIPANO DIRETTAMENTE ALLA GUERRA E COORDINANO LE OPERAZIONI IN UCRAINA PER CONTO DI ZELENSKY”

“MOSCA NON USERÀ ARMI NUCLEARI, MA PUTIN NON PUÒ PERMETTERSI DI PERDERE. LA CINA? STUDIA LA GUERRA IN UCRAINA PENSANDO A TAIWAN” – SECONDO WILLIAM BURNS, IL DIRETTORE DELLA CIA, VLADIMIR PUTIN “HA SCOMMESSO MOLTISSIMO” SULLA SECONDA FASE DELL’OFFENSIVA IN UCRAINA – LA SORTITA SU PECHINO PROVOCA LA RISPOSTA DEL MINISTRO DEGLI ESTERI CINESE: “NON CI FAREMO INTIMIDIRE DA EVENTUALI SANZIONI, COME QUELLE DECISE DALL’OCCIDENTE CONTRO LA RUSSIA. GLI USA VOGLIONO ESPANDERE LA NATO FINO ALL’INDO-PACIFICO”

"LA CRIMEA ALLA RUSSIA? NON LO ACCETTEREMO MAI". IL SEGRETARIO GENERALE DELLA NATO, JENS STOLTENBERG, DOPO L’APERTURA DI ZELENSKY A UN ACCORDO DI PACE, FA IL DURO E CHIUDE LE PORTE A UNA TRATTATIVA CON PUTIN – IL GIANNIZZERO DI MATTARELLA CASTAGNETTI INSORGE: “CHE TITOLO HA LA NATO PER PARLARE DI QUESTO TEMA? SOLO ZELENSKY PUÒ FARLO. IMMAGINO CHE DRAGHI PORRÀ LA QUESTIONE A BIDEN" – IL MELONIANO CROSETTO: “SAREBBE STATO UTILE AVERE COME SEGRETARIO GENERALE DELLA NATO UNA PERSONA DI PROFILO ADEGUATO ALLA DIFFICOLTÀ DEL PERIODO. INVECE OGGI STOLTENBERG (NOMEM OMEN) HA…"

PEZZO DI M-ERDOGAN – IL SULTANO DI ANKARA SFRUTTA LA CRISI PER FARE IL PUTIN IN SIRIA - QUIRICO: L'OSPITALISSIMO "SIGNORE DEGLI STRETTI" HA DATO ASILO, REMUNERATO PERALTRO DALL'EUROPA CON SEI MILIARDI DI EURO, A 3,6 MILIONI DI FUGGIASCHI DAL MACELLO INIZIATO COME RIVOLUZIONE NEL 2011 E POI DIVENTATA GUERRA CIVILE. ORA HA ANNUNCIATO CHE UN MILIONE DEI SUOI OSPITI TORNERANNO A CASA, NEL NORD OVEST NELLA SIRIA, IN ZONE DI "SICUREZZA" - IN QUESTO MODO SI DÀ VITA A UNA SIRIA TURCA. NON RICORDA QUALCOSA? LE REPUBBLICHETTE INFEUDATE ALLA RUSSIA NEL DONBASS?"

NON C’E’ SOLO L’APERTURA AI RUSSI SULLA CRIMEA IN CAMBIO DI UN ACCORDO DI PACE, ZELENSKY INVITA ANCHE IL CANCELLIERE TEDESCO OLAF SCHOLZ A VISITARE L’UCRAINA IL 9 MAGGIO PER “INVIARE UN FORTE SEGNALE POLITICO”. È UN INVITO CHE ARRIVA DOPO IL RIFIUTO DI ZELENSKY A METÀ APRILE, DI ACCOGLIERE IL PRESIDENTE TEDESCO FRANK-WALTER STEINMEIER IN UCRAINA PERCHÉ CONSIDERATO TROPPO VICINO A PUTIN. UN’ALTRA APERTURA CHE, PER IL MOMENTO, NON SEMBRA PERÒ AVER DATO I SUOI FRUTTI…

AVVISATE LETTA (E DRAGHI) – GRILLO METTE NEL MIRINO LA SCELTA “INSENSATA” DI COSTRUIRE UN INCENERITORE A ROMA E ACCUSA L'ESECUTIVO E GUALTIERI – “BRUCIARE I RIFIUTI È LA NEGAZIONE DELL'ECONOMIA CIRCOLARE” – CONTE SI SCHIERA CON L’ELEVATO (DI TORNO) CHE SI È SPESO IN PRIMA PERSONA PER IL PASSAGGIO SULLA TRANSIZIONE ECOLOGICA NEL GOVERNO DRAGHI – I DEM ATTACCANO I 5 STELLE: L’ALLEANZA GIALLOROSSA VA IN PEZZI, IL CAMPO LARGO DI LETTA SI E’ RIDOTTO A UN GIARDINETTO…

"PUTIN È UN CRIMINALE DI GUERRA CHE ORA E’ SCESO A NUOVI LIVELLI DI DEPRAVAZIONE. BIDEN? UN CODARDO PRONTO A SACRIFICARE GLI UCRAINI PER UNA GUERRA CHE RISCHIA DI CONTINUARE ALL'INFINITO” - L'EX MINISTRO GRECO VAROUFAKIS HA UNO SGANASSONE PER TUTTI: “IL BATTAGLIONE AZOV È UN GRUPPO NAZISTA LA CUI ESISTENZA NON DOVREBBE ESSERE TOLLERATA E ZELENSKY NON HA SCUSE QUANDO SI PRESENTA IN COMPAGNIA DEI NAZISTI - L’EUROPA DEVE PROMUOVERE UN ACCORDO DI PACE: IN CAMBIO DEL RITIRO DELLA RUSSIA, A PUTIN PUÒ ESSERE GARANTITA LA FINE DELLE SANZIONI"

‘’SÌ, SONO FILOGOVERNATIVA. E ALLORA?’’ – UN LETTORE DEL “VENERDÌ” VA ALL’ATTACCO DI NATALIA ASPESI: “DA TEMPO LA SUA POSTA DEL CUORE TOCCA ARGOMENTI CHE SFOCIANO NELLA POLITICA. E LE SUE RISPOSTE SONO IPOCRITAMENTE FILOGOVERNATIVE” – REPLICA: “IO NON LO SONO QUASI MAI STATA, ADESSO LO SONO. PERCHÉ DRAGHI ALMENO SA QUEL CHE STA SUCCEDENDO, NON DIFENDE LA POLTRONA PERCHÉ NON PRENDE LO STIPENDIO, E IN MEZZO A UN MARE DI MEZZECALZE HA FATTO GESTIRE CON FERMEZZA LA PANDEMIA E ADESSO STA CON L'UNICA FORZA CHE CI PUÒ DIFENDERE, L'EUROPA”

FERMI TUTTI, IL VENTO A WASHINGTON E' CAMBIATO: SU SUGGERIMENTO DEGLI USA, ZELENSKY APRE ALLA PACE - E COMINCIA A CEDERE UN PEZZO: KIEV NON PRETENDEREBBE LA RESTITUZIONE DELLA CRIMEA, ANNESSA DAI RUSSI NEL 2014 - DA IERI, INFATTI, TRA I CONSIGLIERI DI BIDEN ALLA CASA BIANCA STA PREVALENDO LA LINEA "MORBIDA" DEL NEGOZIATO - E IL PRESIDENTE UCRAINO HA SUBITO CAMBIATO MUSICA: "LA VITTORIA È PER ME NON PERDERE 11 MILIONI DI PERSONE. SONO 5 MILIONI QUELLI CHE HANNO LASCIATO IL PAESE" 

LA SINISTRA CON LA PUZZA SOTTO AL NASO ORA DECIDE PURE CHI DEVE GOVERNARE – SENTITE LA BOLDRINOVA A PIAZZAPULITA: "LA DESTRA DI GIORGIA MELONI? REAZIONARIA E OSCURANTISTA, NON PUÒ GUIDARE UN PAESE FONDATORE DELL'UE. QUESTA NON E’ UNA DESTRA LIBERALE” (CON QUALE DIRITTO L'EX PRESIDENTE DELLA CAMERA RILASCIA PATENTI DI AGIBILITA' POLITICA?)– L’EX MINISTRO NUNZIA DE GIROLAMO: "NON MI PIACE LA SUPERIORITÀ INTELLETTUALE CHE QUALCUNO CREDE DI AVERE A SINISTRA RISPETTO A UNA DONNA COME LA MELONI" – VIDEO

CRIMEA? TUA! - ORMAI ANCHE ZELENSKY DÀ PER PERSA LA PENISOLA OCCUPATA DAI RUSSI DA OTTO ANNI: PARLANDO ALLA CHATHAM HOUSE DI LONDRA, IL PRESIDENTE UCRAINO HA DETTO CHIARAMENTE CHE È DISPOSTO A NON PRETENDERE LA RESTITUZIONE, IN CAMBIO DELLA PACE - “A MARIUPOL NON È GUERRA, MA TORTURA BESTIALE. LA RUSSIA CREDE DI POTER RESTARE IMPUNITA PERCHÉ È UNO STATO NUCLEARE” - POI SI ALLISCIA BORIS JOHNSON: “SE TUTTI FOSSERO CORAGGIOSI COME IL REGNO UNITO E L’UCRAINA, LA GUERRA DELLA RUSSIA SAREBBE GIÀ FINITA…” - VIDEO

 "MILIARDARI NAZISTI - L'ORRIBILE STORIA DELLE DINASTIE PIÙ RICCHE DELLA GERMANIA" - UN LIBRO-CHOC RIVELA COME LE PIÙ GRANDI AZIENDE TEDESCHE DI OGGI (VOLKSWAGEN, BMW, PORSCHE, ALLIANZ, ETC.) DIVENNERO RICCHE SOSTENENDO IL REGIME DI ADOLF HITLER. MICA COME "PATRIOTI TEDESCHI" MA COME MEMBRI ATTIVI DEL PARTITO NAZISTA E PERSINO DELLE SS - MAGNATI CHE NON FURONO MAI PUNITI E LA CUI ORRIBILE EREDITÀ CONTINUA A ESSERE TACIUTA – PARTE DELLA COLPA VA A GRAN BRETAGNA, STATI UNITI E FRANCIA CHE PER CONTRASTARE LA "MINACCIA INCOMBENTE DEL COMUNISMO", RESTITUIRONO LA LIBERTÀ ALLA MAGGIOR PARTE DEI "MILIARDARI NAZISTI’’

OGNI SCUSA È BUONA PER FARE CASINO: DOPO LA TREGUA SUL CATASTO, SALVINI È PRONTO A SCATENARSI PER DIFENDERE GLI INTERESSI DEI SUOI AMICI BALNEARI - L’ACCORDO SULLA DELEGA FISCALE, DÈ STATO TROVATO, MA ORA DRAGHI DEVE LOTTARE PER IL DDL CONCORRENZA. CIOÈ IL PROVVEDIMENTO PIÙ ATTESO DALL’EUROPA IN OTTICA RECOVERY - “MARIOPIO” SA CHE UNA CRISI DI GOVERNO, CON LA GUERRA, È IMPENSABILE: E INFATTI HA DOVUTO ADDIRITTURA ACCONTENTARE I GRILLINI, CONCEDENDO IL BONUS DA 200 EURO A CHI PERCEPISCE IL REDDITO DI CITTADINANZA…

LE MANI IN CASTA - CI MANCAVA SOLO LA SCUOLA DI FORMAZIONE PER DIMOSTRARE A TUTTI GLI EFFETTI CHE IL MOVIMENTO CINQUE STELLE È UN PARTITO VERO E PROPRIO. OVVIAMENTE I GRILLINI, CONTE IN TESTA, LO NEGANO E RIFIUTANO LA DEFINIZIONE DI “FRATTOCCHIE PENTASTELLATE” - CONTE SI AUTO-DEFINISCE IL “PRIMO DEGLI ALLIEVI” E SI SIEDE TRA IL PUBBLICO E ASCOLTA I “DOCENTI” MANCUSO E ZAGREBELSKY. LA BATTUTA DELL’EX GIUDICE DELLA CORTE COSTITUZIONALE A FICO: “SIGNOR PRESIDENTE, MANTENGA L’ORDINE” - VIDEO

CAMPA CAVALLO: L'ITALIA POTREBBE ESSERE INDIPENDENTE DALLE FORNITURE RUSSE A PARTIRE DALL'INVERNO DEL 2024 - PER IL 2023 RIUSCIREMO A SOSTITUIRE I 29 MILIARDI DI GAS GARANTITI ALL'ANNO DA GAZPROM ALMENO PER L'80 PER CENTO (E IL RESTANTE 20%?) - NEL SUO VIAGGIO NEGLI USA, DRAGHI CHIEDERA’ A BIDEN PIÙ SPEDIZIONI VERSO L'EUROPA DI GNL AMERICANO (IL GAS NATURALE LIQUEFATTO) - LA CASA BIANCA NE HA PROMESSO ALMENO 15 MILIARDI ENTRO IL PROSSIMO INVERNO E UNA PARTE SARANNO DESTINATI AGLI IMPIANTI DI RIGASSIFICAZIONE IN ITALIA - L’INCONTRO DRAGHI-DESCALZI PER “PREPARARE” IL VIAGGIO A WASHINGTON

GUERINI SENZA PACE - IL MINISTRO DELLA DIFESA IERI, IN AUDIZIONE ALLE CAMERE, SI È LASCIATO SFUGGIRE CHE L’ITALIA SUPPORTERÀ L’UCRAINA ANCHE CON “DISPOSITIVI IN GRADO DI NEUTRALIZZARE LE POSTAZIONI DALLE QUALI LA RUSSIA BOMBARDA”. LÌ PER LÌ LA FRASE PASSA INOSSERVATA, POI, RESOSI CONTO CHE POTEVA ESSERE “FRAINTESA”, IL MINISTRO LA CORREGGE - MA LA POLEMICA ORMAI ERA SERVITA PER CONTE: “L’USCITA DI GUERINI MI HA MOLTO PREOCCUPATO E RENDE URGENTE QUELLO CHE INVOCHIAMO DA GIORNI: IL PREMIER, OLTRE CHE IL MINISTRO DELLA DIFESA, VENGANO IN PARLAMENTO…”

LE MINACCE DI CONTE A DRAGHI SONO UN BOOMERANG - LA POSIZIONE DI PEPPINIELLO APPULO CONTRO L’INVIO DI ARMI PESANTI IN UCRAINA PREOCCUPA PIÙ I GRILLINI CHE PALAZZO CHIGI - I PARLAMENTARI PENTASTELLATI, SEMPRE PIÙ IN ROTTA CON L’EX PREMIER E IN LARGA PARTE FEDELI A DI MAIO, INVOCANO UN’ASSEMBLEA PER CHIEDERE AL LEADER UNA “RIFLESSIONE COLLETTIVA” SULLA LINEA POLITICA DEL MOVIMENTO. IL TUTTO MENTRE IL MINISTRO DEGLI ESTERI UCRAINO, KULEBA, SI CONGRATULA CON LUIGINO PER LA LINEA EUROPEISTA (E ATLANTISTA) DEL GOVERNO…

I VELENI DI FERRONI - “A BUCKINGHAM PALACE HANNO FESTEGGIATO LA VITTORIA DI MELILLO”, DICE CON AMAREZZA UN MAGISTRATO. L’ARGOMENTO DEI NEMICI DEL NUOVO PROCURATORE NAZIONALE ANTIMAFIA È DELICATO: “È OPPORTUNO CHE UNA POLTRONA COSÌ IMPORTANTE VADA A UNA PERSONA CHE CONDIVIDE LA SUA ESISTENZA CON UN ALTISSIMO RAPPRESENTANTE DI UNO STATO ESTERO? SÌ, PERCHÉ JILL MORRIS, LA SIGNORA MELILLO, È STATA PER ANNI AMBASCIATORE DEL REGNO UNITO IN ITALIA, ED È UN ‘PEZZO FORTE’ DELL’AMMINISTRAZIONE INGLESE”

PUTINIANI D’EUROPA, I RUSSI HANNO UN MESSAGGIO PER VOI - VYACHESLAV VOLODIN, PRESIDENTE DELLA DUMA (IL PARLAMENTO DI MOSCA), COMMENTA L’IPOTESI DELL’ELIMINAZIONE DEL DIRITTO DI VETO A BRUXELLES: “L’OPINIONE DEI SINGOLI STATI NON VERRÀ PIÙ PRESA IN CONSIDERAZIONE. SE I MEMBRI DELL’UE VOGLIONO PRESERVARE LA LORO SOVRANITÀ E SOSTENERE GLI INTERESSI DEI LORO CITTADINI, HANNO UNA SOLA OPZIONE, USCIRE DALL’UNIONE EUROPEA” - LO ZAR SOFFIA DA ANNI SUL FUOCO DELLE DIVISIONI INTERNE AL CONTINENTE. E A VEDERE IL COMPORTAMENTO DI ORBAN E SIMILI, STA RIUSCENDO ALLA GRANDE NEL SUO OBIETTIVO…

MA DOVE VA L’EUROPA? VON DER LEYEN MINACCIA PUTIN (“PAGHERÀ PER QUELLO CHE HA FATTO”) MENTRE ORBAN CONTINUA A FARE AFFARI CON MOSCA: SARÀ L'AZIENDA DI STATO RUSSA ROSATOM A COSTRUIRE I DUE NUOVI REATTORI DELLA CENTRALE NUCLEARE DI PAKS, L'UNICA DELL’UNGHERIA (L’AGGIUDICAZIONE E’ AVVENUTA NEL 2014) - A BRUXELLES HANNO CAPITO CHE IL METODO DI ORBAN (BRACCIO DI FERRO SUL PETROLIO E PROVOCAZIONI SUL NUCLEARE) E’ TECNICA NEGOZIALE PER OTTENERE MAGGIORI CONCESSIONI. MA FINO A QUANDO POSSIAMO TOLLERARE I CAPRICCI DI UN PAESUCOLO DI 9 MILIONI DI ABITANTI, QUINTA COLONNA DI MOSCA NELL’UE?