politica

FLASH! – DOPO LA CAPORETTO ELETTORALE, SI E’ ACUITO (EUFEMISMO) IL CONTRASTO TRA GIORGIA MELONI E MATTEO SALVINI. ALLA DUCETTA POCHI MINUTI FA LE E’ PARTITO L’EMBOLO: “O LA LEGA ESCE DAL GOVERNO DRAGHI O FACCIO IO IL CAPO DEL CENTRODESTRA” – PECCATO CHE BERLUSCONI ABBIA GIA’ SEPPELLITO L’ALLEANZA CON I DUE PICCHIATELLI E STIA LAVORANDO PER UN RAGGRUPPAMENTO DI CENTRO CON CALENDA, TOTI, BRUGNARO E ALTRI, IN VISTA DELLE POLITICHE DEL 2023 CON UNA NUOVA LEGGE ELETTORALE PROPORZIONALE… 

CONTINUA L’AMOUR FOU DI BETTINI PER CONTE – NEMMENO LA BATOSTA ELETTORALE DEL M5S E LA CONSEGUENTE DIMOSTRAZIONE CHE PEPPINIELLO, IL “POLITICO PIU’ POPOLARE” (TRAVAGLIO DIXIT), NON RIESCE A MUOVERE UN VOTO CHE E’ UNO, FA ALLONTANARE LA TESTOLINA DI BETTINI DALLA FAMIGERATA “ALLEANZA STRUTTURALE” TRA PD E M5S: ‘’CONTE È ALL'INIZIO DEL SUO LAVORO, VA INCORAGGIATO; IL SUO IMPEGNO E LA SUA PROPENSIONE UNITARIA SONO INDISPENSABILI PER RAFFORZARE L'ALLEANZA DI PROGRESSO’’ (CIAO CORE!)

POSTA! - DA ELETTORE DI CENTRODESTRA SONO CURIOSO DI SENTIRE LE DICHIARAZIONI DEI DUE GENI SALVINI E MELONI SUI RISULTATI RACCOLTI DAI "LORO" CANDIDATI. E, SOPRATTUTTO, SE CONTINUERANNO UNA A CHIEDERE ELEZIONI SUBITO E L'ALTRO A FARE IL GOVERNISTA ANTAGONISTA, UNA SCELTA CHE NESSUNO CAPISCE E CONDIVIDE – CARO DAGO, LA SCUSA DELL’ASTENSIONISMO È RIDICOLA: SE LE PERSONE AVESSERO FIDUCIA NELLA PROPOSTA POLITICA, CORREREBBERO A VOTARE.  SE STANNO A CASA È PERCHÉ LA RITENGONO INSUFFICIENTE...

ALTRI GUAI NERI PER MELONI! A ROMA L’UNICO PRESIDENTE DEL CENTRODESTRA (MUNICIPIO 6) E’ NICOLA FRANCO, IL CANDIDATO DEL SALUTO ROMANO FINITO NELLA BUFERA PER I LIBRI SUL DUCE E LE SS (MA PERCHE’ UNO CHE A CASA HA IL MEIN KAMPF E' NAZISTA?) - CON IL 61% DELLE PREFERENZE, IL CANDIDATO NEL MUNICIPIO DELLE “TORRI”, QUELLO DI TOR BELLA MONACA, HA BATTUTO LA SFIDANTE FRANCESCA FILIPPONI - “IO, ULTIMO DEI MOHICANI. HO VINTO AL MUNICIPIO 6 PERCHÉ SONO DA SEMPRE UN UOMO DI DESTRA-CENTRO”

L’ASSALTO ANTI-CASTA DI DIBBA: “MENTRE FIOR DI POLITICI DEFINISCONO I TAMPONI GRATIS COME UN CONDONO PER GLI EVASORI, NEL FAVOLOSO MONDO DEI PALAZZI ROMANI I SENATORI DELLA REPUBBLICA HANNO RICEVUTO UNA MAIL CON IL CALENDARIO PER TUTTI COLORO CHE VORRANNO FARE IL TAMPONE GRATUITO NEI PROSSIMI GIORNI. MA COME È POSSIBILE? CHI LI PAGA? LA SERBELLONI CASELLATI MAZZANTI VIEN DAL MARE LO SA?" – IL "CHE GUEVARA DI ROMA NORD" SI DEFINISCE “MOLTO SCETTICO SUL GREEN PASS PER I LAVORATORI”

IL VOTO E' SEGRETO O NASCOSTO? - "REPUBBLICA": "NON C'È UNA SOLA FOTO NÉ UN SOLO VIDEO, DEL VOTO DI VIRGINIA RAGGI E GIUSEPPE CONTE AL BALLOTTAGGIO DI ROMA. DOMENICA LA SINDACA NON SI È FATTA VEDERE, FACENDO SORGERE IL DUBBIO CHE VOLESSE AGGIUNGERSI AGLI ASTENUTI. POI IERI, POCO PRIMA DELLA CHIUSURA DEI SEGGI, HA FATTO TRAPELARE LA NOTIZIA CHE SÌ, AVEVA VOTATO - L'EX PRESIDENTE DEL CONSIGLIO INVECE HA VOTATO DOMENICA MATTINA, MA CASALINO FORSE AVEVA IL GIORNO LIBERO PERCHÉ AL SEGGIO NON C'ERA NESSUNO AD ASPETTARE CONTE…"

E' INIZIATA LA TRATTATIVA LEGA-PD: SUL TAVOLO QUIRINALE, LEGGE ELETTORALE E DATA DEL VOTO - SALVINI SPINGE PER UN SISTEMA PROPORZIONALE CHE PREVEDA UN PREMIO DI MAGGIORANZA PER LA COALIZIONE - ENRICHETTO DA' PRIORITA' ALLA MODIFICA DEI REGOLAMENTI PARLAMENTARI, PER IMPEDIRE LE TRANSUMANZE DI DEPUTATI E SENATORI - L'IDEA DEL PD DI ALLARGARE IL CAMPO DEL CENTROSINISTRA, ACCHIAPPANDO I CENTRISTI TENDENZA GIANNI LETTA CHE SOFFRONO I SOVRANISTI - CON DRAGHI AL QUIRINALE, SI POTREBBE FORMARE UN NUOVO GOVERNO SENZA LA LEGA…

GUALTIERI VUOLE FARE PULIZIA DEL “RAGGIO MAGICO” - IL NEO-SINDACO DI ROMA PARTE ANNUNCIANDO “UN PIANO DI PULIZIA STRAORDINARIA DELLA CITTÀ” (COME “VIRGY” 5 ANNI FA) - MA PRIMA C’È DA ACCONTENTARE TUTTE LE CORRENTI DEL PD PER LA SQUADRA: IN POLE PER LA POLTRONA DI VICESINDACO C’È LA CONSIGLIERA RAI IN QUOTA DEM (MA GIÀ ULTRAGRILLINA) FRANCESCA BRIA, PER LA CULTURA GIOVANNA MELANDRI - “LE IENE” CHIEDONO A GUALTIERI DI INTITOLARE LA VIA DELL’AMBASCIATA D’EGITTO A REGENI E LUI… - VIDEO

VIRGINIA RAGGI HA PERSO TUTTO TRANNE SUO MARITO (E NON SI SA SE E' UNA BUONA NOTIZIA) - ANDREA SEVERINI NON SOLO NON E' ANDATO A VOTARE ("NON SOSTERRÒ CHI HA COMBATTUTO DAL PRIMO GIORNO FEROCEMENTE VIRGINIA OSTACOLANDOLA IN OGNI CONTESTO") MA ATTACCA I DEM SU FACEBOOK: " BASTA ESSERE LA STAMPELLA DEL PD, TORNIAMO AD ESSERE IL TERZO INCOMODO, TORNIAMO A PARLARE ALLE PERSONE, SU COSA LI ABBIAMO TRADITI? PARLIAMO DEI NOSTRI TEMI.  UN APPELLO A TUTTO IL MOVIMENTO, IL 60% DEI ROMANI NON HA SCELTO QUESTO SINDACO, NON È ANDATO A VOTARE. PARLIAMO A LORO E A CHI HA VOTATO COL NASO TURATO"

"L'AMBIVALENZA DELLA LEGA DI LOTTA E DI GOVERNO NON CONVINCE NÉ I CETI PRODUTTIVI 'RESPONSABILI' NÉ QUELLI PERIFERICI 'ARRABBIATI'" - ORSINA: "IL FALLIMENTO DI QUESTA "STRATEGIA DELL'AMBIGUITÀ" RAPPRESENTA UN PROBLEMA PER SALVINI, DAVANTI AL QUALE SI APRONO TRE PERCORSI TUTTI COSTELLATI DI CONTROINDICAZIONI: O PUNTARE AI CETI PRODUTTIVI, RISCHIANDO DI REGALARE QUELLI PERIFERICI A GIORGIA MELONI; O PUNTARE A QUELLI PERIFERICI, RISCHIANDO DI ALIENARSI IL NORD; OPPURE PROSEGUIRE NELL'AMBIVALENZA, SPERANDO DI RIUSCIRE A CONVERTIRLA IN RISORSA"

A DARE UNA RANDELLATA AL CENTRODESTRA CI SI METTE ANCHE GIULIANO URBANI, FONDATORE DI FORZA ITALIA: "LA CLASSE DIRIGENTE NON È ALL'ALTEZZA ORA LA SVOLTA LIBERALE, MANCANO PERSONAGGI ALLA BEPPE SALA - BERLUSCONI HA 85 ANNI. SCELGANO QUALCUNO DI CREDIBILE PER IL DOPO. TAJANI NON CREDO POSSA REGGERE - SALVINI? BRILLA PER SPIRITO POLEMICO MA NON PER QUALITÀ POLITICHE. GIORGETTI E GARAVAGLIA SONO BRAVI MA NON SONO NÉ DEI CAPIPOPOLO NÉ DEI PREMI NOBEL - FRATELLI D'ITALIA? L'INADEGUATEZZA DELLA SUA CLASSE DIRIGENTE È PALESE. VIVONO ALL'OMBRA DI MELONI"

L’UNICO CHE RIDE A DESTRA È BERLUSCONI - LE SOLE VITTORIE SIGNIFICATIVE DELLA COALIZIONE ALLA TORNATA DI AMMINISTRATIVE SONO QUELLE DI OCCHIUTO IN CALABRIA E DIPIAZZA A TRIESTE, DUE CANDIDATI DI “FORZA ITALIA” - LA RESA DEI CONTI TRA SALVINI E MELONI SI AVVICINA: LA “DUCETTA”, UNICA ALL’OPPOSIZIONE, PRESSA GLI ALLEATI “DRAGHIANI”, E CERCA DI ALIMENTARE LA DIVISIONE CONTINUANDO A CRITICARE IL GREEN PASS E IL GOVERNO. MA L’ESECUTIVO ESCE RAFFORZATO DAL VOTO: DRAGHI AL QUIRINALE APRIREBBE UNA CRISI POLITICA AL BUIO CHE NESSUNO VUOLE…

È MORTO LUIGI AMICONE - TRA I FONDATORI DI COMUNIONE E LIBERAZIONE E POI DEL SETTIMANALE “TEMPI”, AVEVA 65 ANNI: È STATO COLPITO DA UN INFARTO NELLA NOTTE E TRASPORTATO ALL’OSPEDALE SAN GERARDO DI MONZA, DOVE È DECEDUTO POCHI MINUTI DOPO - EX CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA, ATTIVISTA DI TANTE BATTAGLIE E CONSIDERATO DA TUTTI UN REAZIONARIO, ALL’INIZIO DI OTTOBRE AVEVA SCRITTO UN DE PROFUNDIS ANTICIPATO PER BERNARDO: “LA CITTÀ CHE POTEVA VINCERE A MANI BASSE, SEMBRA PROPRIO CHE IL CENTRODESTRA ABBIA DECISO DI PERDERLA A MANI ALZATE. FORSE HA CONFUSO MILANO CON MILANO MARITTIMA…”

 

“PURTROPPO QUALCUNO NON CI HA CREDUTO” - PAOLO DAMILANO, IL CANDIDATO DEL CENTRODESTRA SCONFITTO A TORINO, MANDA UN MESSAGGIO A SALVINI E MELONI E RIVENDICA IL SUCCESSO DELLA SUA LISTA, CHE HA PRESO PIÙ VOTI DI FRATELLI D’ITALIA E LEGA: “I PARTITI SONO STATI PIGRI” - “GLI ELETTORI SONO STATI DISTRATTI DA VICENDE NAZIONALI E UNA PARTE DI LORO HA CONFUSO LE OPINIONI NAZIONALI CON LA POLITICA CITTADINA. QUI SI DOVEVA SCEGLIERE LA PERSONA E I PROGETTI, E SU QUESTO TEMO CHE UN PO' L'ELETTORATO SIA STATO CONDIZIONATO…” - VIDEO

L'ANALISI DEL VOTO DI ALESSANDRA GHISLERI: "IN QUESTE ELEZIONI ERANO CHIAMATI AL VOTO 12 MILIONI DI ELETTORI. ALLA FINE SI SONO ESPRESSI IN 6 MILIONI CIRCA. MA ALLE POLITICHE I VOTANTI SONO OLTRE 50 MILIONI. A QUESTO GIRO MANCAVA DEL TUTTO LA PROVINCIA, CHE TRADIZIONALMENTE È PIÙ VICINA AL CENTRODESTRA. NELLE GRANDI CITTÀ, IL CENTRODESTRA NON HA MAI SFONDATO. A NAPOLI O MILANO, IL CENTROSINISTRA GOVERNA DA TEMPO. LO STESSO A ROMA, TOLTA LA PARENTESI ALEMANNO. L'ITALIA NON È FATTA DI GRANDI CITTÀ; PIÙ DEI 12 MILIONI DELLE METROPOLI, PESANO SOPRATTUTTO I 35 MILIONI DELLE CITTÀ DI PROVINCIA…"

MICHETTI SOLITARIO Y FINAL - RONCONE RACCONTA IL CLIMA FUNEREO CHE SI RESPIRAVA IERI AL QUARTIER GENERALE DEL CANDIDATO DI CENTRODESTRA A ROMA: “LO ACCOGLIE UN GRUPPETTO DI SGUARDI GELIDI. TUTTI DI FRATELLI D'ITALIA. L'ASSENZA DI LEGA E FORZA ITALIA DICE, PIÙ O MENO, QUESTO: L'AVETE SCELTO VOI, LA SCONFITTA È VOSTRA” - “MAI VISTO UNO PIÙ SOLO. CORDONE SANITARIO, NIENTE DOMANDE. L'ORDINE È: DEVE PARLARE UN MINUTO, DUE FRASI. LA PRIMA, STREPITOSA, È: 'ELEZIONI CON ESITO LACONICO'" - VIDEO