politica

MARCIA INDIETRO A PIÙ NON POS! – IL GOVERNO È PRONTO AD ACCANTONARE LA NORMA SULL’INNALZAMENTO DELLA SOGLIA DEI PAGAMENTI CON IL BANCOMAT A 60 EURO. TE CREDO: L’EUROPA HA FATTO CAPIRE CHE COMPROMETTEREBBE IL PNRR. TRA LE RACCOMANDAZIONI DELLA COMMISSIONE PER IL 2019, INFATTI, C’ERA UN PASSAGGIO SUL “POTENZIAMENTO” DEI PAGAMENTI ELETTRONICI OBBLIGATORI. LA STESSA COSA POTREBBE VALERE PER IL LIMITE AI CONTANTI, FACENDO RISCHIARE ALL’ITALIA LE NUOVE TRANCHE MILIARDARIE DEL RECOVERY…

L’EUROPA CI GUARDA E NOI GIOCHIAMO CON IL FUOCO - SALVINI GELA BRUXELLES SULLE OPERE DEL PNRR: "PENSARE DI ULTIMARE LE OPERE E RENDICONTARE TUTTE LE OPERE PREVISTE DAL PNRR ENTRO IL 2026 È UN PURO ESERCIZIO DI FANTASIA PERCHÉ SIAMO A FINE 2022. RIMODULARE MODI, TEMPI E COSTI PENSO CHE SIA UN'OPERAZIONE DI SERIETÀ” - SULLA STESSA LINEA GIORGETTI: “SENZA IL CONTRIBUTO DEL SETTORE PRIVATO ANCHE IL PNRR POTREBBE RISULTARE INFRUTTUOSO” - MORALE DELLA FAVA: SIAMO VICINI A UN CLAMOROSO RIDIMENSIONAMENTO DELLE ATTESE…

“IL GOVERNO DURERÀ” – GIORGIA MELONI RILASCIA UN’INTERVISTA AL “CORRIERE DELLA SERA” PER DIRE CHE VA TUTTO BENE NELLA MAGGIORANZA: “IL RACCONTO IRREALE E DISASTROSO DELLA SINISTRA È STATO SMENTITO. LO SPREAD È AI MINIMI E C'È GRANDE ATTENZIONE NEI CONFRONTI DELL'ITALIA" (SÌ, PER VEDERE SE FA CAZZATE) – “HO AVUTO UNO SCAMBIO DI MESSAGGI CON MACRON E CERTAMENTE DOVREMO RIVEDERCI. I NOSTRI RAPPORTI PROSEGUONO” – L’ATTACCO ALLE ONG, LA QUERELA A SAVIANO ("NON LA RITIRO") LA STOCCATA AI GIORNALISTI PER LA SUDDITANZA A DRAGHI E LA BATTUTA SU FIORELLO: “HO LETTO CHE SI È PROPOSTO COME BABY SITTER DI GINEVRA VISTO CHE IO LO ERO STATA DI SUA FIGLIA. PENSO CHE…”

MA ‘STO PICHETTO DOVE L’HANNO PRESO? - LA CAZZATA DEL MINISTRO DELL’AMBIENTE (“CONTRO L'ABUSIVISMO EDILIZIO BASTEREBBE METTERE IN GALERA IL SINDACO E TUTTI COLORO CHE LASCIANO COSTRUIRE”) NON SOLO FA INCAZZARE I SINDACI MA INDIGNA PURE SALVINI: “QUALCUNO VORREBBE ARRESTARE I SINDACI, IO INVECE LI VOGLIO PROTEGGERE E LIBERARE DALLA BUROCRAZIA” - LA TOTALE IGNORANZA DELLE NORME DI PICHETTO METTE D’ACCORDO L’ANCI, IL COORDINAMENTO DEI PICCOLI COMUNI, MAGGIORANZA E OPPOSIZIONE

“LA MELONI HA UN VANTAGGIO: NON È SEXY” - NATALIA ASPESI: “È UNA DONNA, GIOVANE, BIONDA, GRAZIOSA, MA SE SUSCITA PENSIERI CATTIVI, È SOLO PER RAGIONI POLITICHE, NON EROTICHE. IN CAMPAGNA ELETTORALE MELONI ERA CIVETTUOLA MA CONQUISTATO PALAZZO CHIGI, MELONI USA IL PRIVILEGIO DI VESTIRSI COME LE FA PIÙ COMODO AFFINCHÉ SOCIAL E INFORMAZIONE NON PERDANO TEMPO COL SUO GUARDAROBA. BISOGNA DIRE CHE IN OGNI CASO SA MUOVERSI BENISSIMO: PORTANDO CON SÉ AL G20 SUA FIGLIA GINEVRA, È RIUSCITA A DIVIDERE LE DONNE PIÙ O MENO DI SINISTRA; CHI CONTRO MA ANCHE CHI PRO, LA MAMMA È SEMPRE MAMMA, ANCHE SE PREMIER”

SALVINI GETTA FANGO SU PICHETTO FRATIN – IL VICEPREMIER AZZANNA IL MINISTRO DELL'AMBIENTE (IN QUOTA FORZA ITALIA), CHE AVEVA PROPOSTO DI “ARRESTARE IL SINDACO E TUTTI QUELLI CHE LASCIANO FARE” PER LA TRAGEDIA DI CASAMICCIOLA. IL “CAPITONE”: “QUALCUNO VORREBBE ARRESTARE I SINDACI, IO INVECE LI VOGLIO PROTEGGERE E LIBERARE DALLA BUROCRAZIA” – IL LEGHISTA HA COLTO LA PALLA AL BALZO PER ATTACCARE L'ALLEATO, IN DIFFICOLTÀ DAL PRIMO GIORNO DI INSEDIAMENTO TRA GAFFE E INCERTEZZE LINGUISTICHE...

“NON SOTTOVALUTO LE PROTESTE IN CINA. MA CHIEDONO LIBERTÀ DI MOVIMENTO, NON LIBERTÀ POLITICA” – IL POLITOLOGO IAN BREMMER NON CREDE CHE LE MANIFESTAZIONI CONTRO I LOCKDOWN SIANO IL SEGNO DI UNA RIVOLTA CONTRO IL REGIME COMUNISTA: “ALLA FINE QUELLA STRATEGIA PROVOCHERÀ PIÙ DANNI ECONOMICI CHE DISASTRI POLITICI. MA DA QUESTO A PENSARE CHE POSSA TRABALLARE CE NE CORRE. XI JINPING È SOLIDISSIMO; LA RIBELLIONE È LOCALIZZATA; E LA TIENANMEN, ANNO 1989, APPARTIENE ALL'ERA PREDIGITALE, QUANDO IL REGIME NON AVEVA ANCORA FORMIDABILI STRUMENTI ELETTRONICI DI SORVEGLIANZA E REPRESSIONE…”

SUPERCAZZOLE SINISTRE – OSPITI DELLA ANNUNZIATA, BONELLI E FRATOIANNI PROVANO A DIFENDERSI DALLE ACCUSE DI ESSERE STATI A CONOSCENZA DEI MOLTI DUBBI SU SOUMAHORO: L’EX SENATRICE GRILLINA ELENA FATTORI LI AVEVA AVVISATI DELLE CONDIZIONI NELLE STRUTTURE DI “KARIBU”. LORO NICCHIANO, NEGANO E SI ARRAMPICANO SUGLI SPECCHI, TIRANDO PERFINO BALLO IL PAPA: “NON SOLO NON ERAVAMO A CONOSCENZA NOI, MA NEMMENO TANTI PREFETTI, TANTI SINDACI, PRESIDENTI DEL CONSIGLIO E NON VOGLIO SCOMODARE PERSONE CHE HANNO UN RUOLO SPIRITUALE MOLTO IMPORTANTE NEL MONDO…”

"IL CASO SOUMAHORO? LA MIA GIUNTA È CADUTA PERCHÉ NON SI SOTTOPONEVA A CERTI ACCORDI” – PER CAPIRE QUANTO ERA ESTESO IL POTERE DELLE COOPERATIVE DELLA MOGLIE E DELLA SUOCERA DEL BRACCIANTE-CAPO, BASTA VEDERE QUANTO È SUCCESSO A ROCCAGORGA, IN PROVINCIA DI LATINA. L’AMMINISTRAZIONE RICEVEVA MIGLIAIA DI EURO PER L’ACCOGLIENZA, CHE VENIVANO TRASFERITI ALLA “KARIBU” (DI CUI ERA DIPENDENTE UN MEMBRO DELLA GIUNTA). NEL 2019 IL VIMINALE MANDÒ UN ALERT AL COMUNE, MA L’ALLARME FU IGNORATO. L’ASSESSORE NANCY PICCARO, CHE SI CANDIDÒ CONTRO IL CANDIDATO DEM, VINSE E INIZIÒ A SMANTELLARE QUEL MODELLO. E LA SUA GIUNTA FU SCIOLTA…

“LA SANTA SEDE E’ A DISPOSIZIONE PER UN DIALOGO DI PACE TRA RUSSIA E UCRAIAN. POSSIAMO OFFRIRE GLI SPAZI DEL VATICANO” - MONSIGNOR PAUL GALLAGHER, “MINISTRO DEGLI ESTERI” DELLA SANTA SEDE: “SAREBBE POSSIBILE SE LA DOMANDA ARRIVASSE DALLE DUE PARTI. MANTENIAMO I NORMALI RAPPORTI DIPLOMATICI CON LA RUSSIA TRAMITE UN NUNZIO APOSTOLICO A MOSCA E UN AMBASCIATORE RUSSO PRESSO LA SANTA SEDE. E DOBBIAMO DIRE CHE QUESTI CANALI FUNZIONANO, SOPRATTUTTO NELLO SCAMBIO DEI PRIGIONIERI. IL COMMERCIO DELLE ARMI? CI SONO DEI PAESI CHE GUADAGNANO CON LA GUERRA..."

IL CASO SOUMAHORO NON SMETTE DI REGALARCI NOVITÀ – NON SOLO LE COOPERATIVE DELLA MOGLIE NON RETRIBUIVANO I LAVORATORI, NON VERSAVANO I CONTRIBUTI E LE TASSE, MA NON PAGAVANO NEMMENO L’AFFITTO DELLE CASE DOVE VENIVANO OSPITATI I MIGRANTI – LO SCANDALO LEGATO AL PROGETTO CONTRO IL CAPORALATO “PERLA”, FINANZIATO DALLA REGIONE LAZIO: LILIANE MUREKATETE E LA MADRE DOVEVANO SOTTRARRE I MIGRANTI AGLI SFRUTTATORI, MA NON PAGARONO I LAVORATORI CHE AVEVANO PARTECIPATO – RAMPELLI (FDI): “LE DIMISSIONI DA DEPUTATO SAREBBERO IL MINIMO”

DUE RENZI, DUE MISURE – I TABULATI DI SIGFRIDO RANUCCI E GIORGIO MOTTOLA DI “REPORT”, ACQUISITI DALLA PROCURA DI ROMA, FINIRANNO NELLE MANI DEL SENATORE SEMPLICE DI RIGNANO, IN QUANTO PERSONA OFFESA. È LO STESSO CHE FRIGNA PERCHÉ I SUOI MESSAGGI SONO FINITI NEL FASCICOLO DI INDAGINE, A FIRENZE, SULLA FONDAZIONE OPEN? - L’OBIETTIVO DELLA PROCURA ROMANA ERA DARE UN NOME ALLA DONNA CHE AVEVA INVIATO AI CRONISTI IL VIDEO DELL’INCONTRO DI RENZI CON LO SPIONE MANCINI, DOPO LA DENUNCIA DELL'EX PREMIER. PECCATO CHE, INSIEME A QUELLO, I PM (E RENZI) ABBIANO RASTRELLATO TUTTI I CONTATTI DEI DUE GIORNALISTI. E BYE BYE ALLA LIBERTÀ DI STAMPA E ALLA SEGRETEZZA DELLE FONTI…

COME SO STE INTERCETTAZIONI? SO’ GRECHE! – IN GRECIA SI ALLARGA LO SCANDALO SULLA RETE DI SPIONAGGIO DI STATO : IL SETTIMANALE “DOCUMENTO” HA ELENCATO ALTRI NOMI DELLA LUNGA LISTA DI PERSONE SPIATE CON IL SOFTWARE PREDATOR. TRA QUESTI CI SAREBBE ANCHE L’EX CAPO DELLA POLIZIA KARAMALAKIS E LA PROCURATRICE CHE SUPERVISIONA I SERVIZI, VASILIKI VLACHOU – L’OPPOSIZIONE DI SYRIZA AZZANNA IL PREMIER, MITSOTAKIS: “DEVIAZIONE COSTITUZIONALE SENZA PRECEDENTI.SE NON DARÀ RISPOSTE CONVINCENTI SI DIMETTA"

TRUMP NE HA COMBINATA UN’ALTRA DELLE SUE – L’EX PRESIDENTE AMERICANO HA OSPITATO NELLA SUA VILLA DI MAR-A-LAGO IL RAPPER KANYE WEST, E CON LUI SI È PRESENTATO ANCHE NICK FUENTES. PERSONAGGIO CONTROVERSO (EUFEMISMO), FUENTES HA 24 ANNI, È UN SUPREMATISTA BIANCO, GRANDE AMMIRATORE DEL DUCE E PURE ANTISEMITA INCALLITO – GLI EBREI REPUBBLICANI SI SONO OVVIAMENTE INCAZZATI, E “THE DONALD” SI È ARRAMPICATO SUGLI SPECCHI: “NON LO CONOSCEVO, STAVO SOLO AIUTANDO KANYE WEST. CHE GUARDA CASO È NERO”

“LA RISPOSTA DA DARE A SOUMAHORO PUÒ ESSERE UNA E UNA SOLTANTO: ‘STA MINCHIA’” – OTTAVIO CAPPELLANI: “DI DIRITTO ALL’ELEGANZA NON SI PARLA IN NESSUN CODICE. CHE UN PARLAMENTARE DICA UNA COSA DEL GENERE, FA RIDERE, SOPRATTUTTO SE A DIRLO È UNO CHE DELLA “SERIOSITÀ” HA FATTO LA SUA CIFRA, ANCHE NEL DITINO ALZATO E ACCUSATORIO” – “OVE ESISTESSE, IL DIRITTO ALL’ELEGANZA OBBLIGHEREBBE LO STATO A EROGARE CONTRIBUTI ALL’ELEGANZA, MAGARI ANCHE AGLI SFRUTTATI, CHE FORSE PREFERIREBBERO CIBO, ACQUA, ENERGIA ELETTRICA…”

ORGE, METANFETAMINE E VIDEOGAME: LA VITA FOLLE DI SAM BANKMAN-FRIED E CAROLINE ELLISON – LUI È IL FONDATORE DI FTX, L’IMPERO DELLE CRIPTOVALUTE DA 32 MILIARDI DI DOLLARI FINITO IN BANCAROTTA. LEI LA CEO DI ALAMEDA RESEARCH, LA SOCIETÀ CHE FINANZIAVA GLI INVESTIMENTI GONFIATI E TRUFFALDINI DELLA SOCIETÀ DI TRADING. INSIEME, DA UN RESORT DI LUSSO ALLE BAHAMAS, PRATICAVANO IL POLIAMORE, E DA STRAFATTI SOGNAVANO DI CAMBIARE IL MONDO. NON È ANDATA PROPRIO COME VOLEVANO – TUTTA LA STORIA

“LA DIRIGENZA DI SINISTRA ITALIANA SAPEVA, LI AVEVO AVVISATI IO” – L’EX SENATRICE ELENA FATTORI INCASTRA FRATOIANNI SUL CASO SOUMAHORO: “HO VISITATO LA COOPERATIVA KARIBU. ERA SPORCA, FATISCENTE, C’ERA LA MUFFA. NE HO VISTE TANTE DI STRUTTURE, MA QUELLA È STATA LA PEGGIORE” – “NE HO PARLATO CON FRATOIANNI, MA NON HA PENSATO CHE FOSSE RILEVANTE. D'ALTRONDE SOUMAHORO AVEVA UN GRANDE PESO MEDIATICO. ERA APPENA COMPARSO SU UNA COPERTINA DI UN SETTIMANALE COME FUTURO LEADER DELLA SINISTRA” – “ESPELLERLO ORA SAREBBE IPOCRITA: LO HANNO CERCATO PER LA CANDIDATURA SAPENDO CHI ERA”