politica

ANDREA ORLANDO E I PANSOTI

CHI MI AMA, MI SEQUI - IL CAPO DI GABINETTO DEL MINISTRO DI MAIO PARLA PER TRE ORE AL PROCESSO IN CUI È VITTIMA DI STALKING DI VALENTINA PIZZALE, SEDICENTE SCENEGGIATRICE RAI (DOVE RISPONDONO ''SOLO UNA FIGURANTE NEL PUBBLICO'') - ''HO DETTO CON CHIAREZZA CHE LA NOSTRA RELAZIONE ERA FINITA'', MA LEI HA CONTINUATO CON 19MILA MESSAGGI DAL TONO SPESSO PESANTE -  AVEVA ANCHE PROVATO AD ACCREDITARSI COME COMPAGNA UFFICIALE PRESSO LA FARNESINA E SUL SUO SITO DI ESOTERISMO E CARTOMANZIA (LEI LO HA CONTRODENUNCIATO PER CALUNNIA)

FUOCO DI PAGLIA – ALLA FACCIA DELLA LAICITÀ DELLO STATO! ROBERTO SPERANZA NOMINA VINCENZO PAGLIA PRESIDENTE DELLA “COMMISSIONE  PER LA RIFORMA DELL’ASSISTENZA SANITARIA E SOCIOSANITARIA DELLA POPOLAZIONE ANZIANA” – PAOLO FLORES D’ARCAIS: “È UN OBBROBRIO. POSSIBILE CHE SPERANZA NON SI RENDA CONTO DEL MACIGNO DI CONFLITTO DI INTERESSI (FOSSERO ANCHE SOLO SPIRITUALI), TRA UN IMPORTANTE INCARICO GOVERNATIVO E IL RUOLO ANCOR PIÙ EMINENTEMENTE GOVERNATIVO DI VINCENZO PAGLIA NELLA COMPAGINE DI PAPA FRANCESCO?

ATTENZIONE, CADUTA STELLE – TRA I GRILLINI E' PARTITO IL TUTTI CONTRO TUTTI DOPO LA TRANVATA ALLE REGIONALI: CRIMI STUFO DI PRENDERE SBERLE NON SI PRESENTERÀ ALL’ASSEMBLEA DI OGGI, "DIBBA" È NEL MIRINO E I GOVERNISTI PROVANO A MEDIARE – MA LA SCISSIONE È LONTANA PERCHÉ È SCOPPIATA LA PACE TRA IL DUO DI MAIO/GRILLO E CASALEGGIO - NEL NOME DELLA SACRA ALLEANZA SASSOLI È COSTRETTO A OSPITARE AL PARLAMENTO UE BEPPE-MAO. CHE RILANCIA SULL’ESTRAZIONE A SORTE DI DEPUTATI E SENATORI E DICE CHE LA RAPPRESENTANZA PARLAMENTARE NON SERVE 

"DIBBA O DI MAIO? SCELGO FICO. VIRGINIA RAGGI E’ UNA CANDIDATA NON VINCENTE" - MENO MALE CHE C’E’ ROBERTA LOMBARDI A DIRE QUELLO CHE I GRILLINI PENSANO: “LA FUGA IN AVANTI DI RAGGI, CHE ANNUNCIÒ DI VOLERSI RICANDIDARE PRIMA ANCORA CHE FOSSE RESO POSSIBILE DAL VOTO DEGLI ISCRITTI, È STATA UNA COSA CHE IN ALTRI TEMPI AVREBBE FATTO SCOPPIARE UNA RIVOLUZIONE. DAVIDE CASALEGGIO? CREDO POSSA ANCHE LASCIARE ROUSSEAU NELLE MANI DEL M5S. TRA SALVINI E ZINGARETTI, SCELGO SEMPRE IL SECONDO”

È MORTO IL DOTTOR FRANZ. ERA UN AGENTE SEGRETO, CHE DA PRAGA MANDÒ UN CABLOGRAMMA: ''MORO È IN VIA GRADOLI''. MA QUALCUNO NASCOSE QUEL MESSAGGIO IN UN CASSETTO - IL RACCONTO DI MARCO GREGORETTI LO INCONTRÒ: ''I SERVIZI ITALIANI MI INGAGGIARONO PER PEDINARE I BRIGATISTI CHE SI ANDAVANO AD ADDESTRARE IN CECOSLOVACCHIA. LI HO VISTI CON I LORO ISTRUTTORI, TUTTI AGENTI DEL KGB E CON I TERRORISTI DELLA RAF, DELL’ETA, E QUELLI LIBICI. GLI EX KGB NEL FRATTEMPO SONO DIVENTATI MILIARDARI DELLA MAFIA RUSSA, CHE FINANZIANO E FORNISCONO ARMI AI TERRORISTI OCCIDENTALI''

CONTE HA MESSO FABRIZIO PALERMO NEL MIRINO. VUOLE DARE LA SUA POLTRONA AD ARCURI QUANDO IN PRIMAVERA SCADRÀ IL CDA DI CASSA DEPOSITI E PRESTITI INSIEME AD ALTRE CENTINAIA DI SUCCULENTE NOMINE STATALI - GLI ADDEBITA PERSINO IL CASINO CON AUTOSTRADE, CHE INVECE È TUTTO DEMERITO DI PAOLA DE MICHELI. MA SE IL PREMIER ''RIMPASTA'' LA MINISTRA DOVRÀ CAMBIARNE ANCHE ALTRI, E OGNI MODIFICA PUÒ SOLO INDEBOLIRLO O COMMISSARIARLO. DUNQUE SE LA PRENDE CON PALERMO, CHE INVECE PUÒ CONTARE SULL'APPOGGIO DI ZINGARETTI. ECCO PERCHÉ

IL PIZZINO DI GIORGIA MELONI A SALVINI: “NOI ABBIAMO FATTO LA NOSTRA PARTE, IN PUGLIA COME IN TOSCANA. SE FOSSE STATO COSÌ PER TUTTI, SE FOSSIMO TUTTI CRESCIUTI, AVREMMO VINTO NONOSTANTE TUTTO IL CLIENTELISMO DI EMILIANO. A ME PIACE FARE GIOCO DI SQUADRA E LA SQUADRA SI VEDE QUANDO LE COSE VANNO MALE. QUEL CHE PIÙ MI DISPIACE È CHE QUALCUNO STIA AL GIOCO DI CHI VUOLE DIVIDERCI…QUESTO PARLAMENTO È DELEGITTIMATO, NON HA ALCUNA POSSIBILITÀ DI FARE LE RIFORME COSTITUZIONALI”

DAGOREPORT - NON HA VINTO IL PD DI ZINGA, BENSÌ I GOVERNATORI (EMILIANO E DE LUCA), TRANNE IN TOSCANA DOVE HA VINTO LA PAURA DI AVERE IN CASA SALVINI - AL NAZARENO NE SONO BEN CONSAPEVOLI. MA NON È GIUNTA L’ORA DI FARLO SALTARE. RIPETONO A TUTTI DI STARE CALMI E DI ASPETTARE UN PASSO FALSO DI ZINGA QUANDO ANDRÀ DA CONTE A TRATTARE MES, RECOVERY FUND, RIFORMA ELETTORALE - E SUL RECOVERY FUND, L’ASSE CONTE-ZINGA RISCHIA PERCHE' C’È L’ACCORDO DI DARE AMPIA MANO LIBERA A GUALTIERI: IPOTESI CHE OVVIAMENTE FA INCAZZARE LA MINORANZA DEL PD, ITALIA VIVA, LEU E SOPRATTUTTO DI MAIO CHE NON VUOLE ESSERE ASSOLUTAMENTE TAGLIATO FUORI DALLA SPARTIZIONE DEI 209 MILIARDI UE