politica

SALVINI TORNA IN MODALITÀ “BESTIA” – PER PROVARE A RISOLLEVARSI IN VISTA DELLE EUROPEE, LE SPARA A RAFFICA, AL FESTIVAL DELL’ECONOMIA DI TRENTO: “IL REDDITOMETRO È UN ERRORE DI PERCORSO; I CANTIERI DEL PONTE SULLO STRETTO ENTRO LA FINE DEL 2024; SUPERARE LA LEGGE FORNERO ENTRO LA LEGISLATURA” – “SPERO CHE TORNI A GOVERNARE TRUMP, SI TORNERÀ A PARLARE DI PACE” – "VANNACCI? PRENDERÀ UNA MAREA DI VOTI" - LA FRECCIATA A TAJANI SULLA LE PEN, LA CONTESTAZIONE E LA RISPOSTA: ''NON AVETE CAPITO NIENTE DALLA VITA, FATEMELO DIRE MOLTO ONESTAMENTE'' - VIDEO

STICAZZI I DOVERI ISTITUZIONALI, GIORGIA MELONI HA ANNULLATO I VIAGGI A PARIGI E BERLINO PUR DI NON FARSI FOTOGRAFARE ACCANTO A MACRON E SCHOLZ - LA DUCETTA AVREBBE DOVUTO PRESENTARE IL G7 IN PUGLIA, CONSEGNANDO L’INVITO PERSONALMENTE (COME HA FATTO IN GIAPPONE, STATI UNITI E CANADA) MA HA FATTO RETROMARCIA PER NON ESSERE ACCUSATA DA SALVINI E LE PEN DI VOLER INCIUCIARE CON LIBERALI E SOCIALISTI, A RIDOSSO DELLE EUROPEE - IL CAMALEONTISMO DELLA SORA GIORGIA: NON CRITICA MACRON E NON SI LEGA ALLA LE PEN, ATTACCA GENERICAMENTE “LA SINISTRA” MA NON CITA I SOCIALISTI - LA DISTANZA DA SCHOLZ E IL MONITO DI DRAGHI: “SERVE UN BUON RAPPORTO CON I FRANCESI”

SALVINI VS TAJANI, A PESCI IN FACCIA! - I DUE VICEPREMIER LITIGANO PER LO SLOGAN “MENO EUROPA” UTILIZZATO DALLA LEGA PER LE EUROPEE - TAJANI AVEVA CRITICATO IL LEGHISTA: “SERVE UN LINGUAGGIO MENO DA CAPITAN FRACASSA”. ARRIVA LA REPLICA DAL CARROCCIO: “ERA LA PAROLA D'ORDINE SCELTA ANCHE DA BERLUSCONI PER LA CAMPAGNA ELETTORALE DELLE ELEZIONI DEL 25 MAGGIO 2014, QUANDO L'ATTUALE MINISTRO DEGLI ESTERI ERA COMMISSARIO EUROPEO…” - LA CONTROREPLICA: “LA LEGA RICORDA MALE E SI SBAGLIA: LO SLOGAN DI BERLUSCONI NON ERA ‘MENO EUROPA’, MA ‘MENO EUROPA IN ITALIA, PIÙ ITALIA IN EUROPA’…”

DAGOREPORT - RINNEGANDO LE SVASTICHELLE TEDESCHE DI AFD, MARINE LE PEN SPERAVA DI NON ESSERE PIU' DISCRIMINATA DAGLI EURO-POTERI: MA CONTRO DI LEI C’È MACRON, CHE LA DETESTA - IL TOYBOY DELL’ELISEO HA LA LEADERSHIP DELL'UNIONE EUROPEA E DARÀ LE CARTE DOPO IL 9 GIUGNO. INSIEME CON SCHOLZ E IL POLACCO TUSK NON VUOLE LE DESTRE TRA LE PALLE: UNA SCHICCHERA SULLE RECCHIE DI GIORGIA MELONI, CHE, CON LA SUA ECR, SARÀ IRRILEVANTE E DOVRA' ACCONTENTARSI, AL PARI DI LE PEN, DI UN COMMISSARIO DI SERIE B – LA FUSIONE A FREDDO TRA GLI “IDENTITARI” DI LE PEN E I “CONSERVATORI” DELLA “SÒLA GIORGIA” POTREBBE AVVENIRE, MA SOLO DOPO LE ELEZIONI EUROPEE. MA TRA LE DUE CI SONO SOLO OPPORTUNISMI 

DAGOREPORT – C’ENTRA QUALCOSA L’AZERBAIGIAN NELLA MORTE DI RAISI? NON SI SA: DI CERTO BAKU È IL PRIMO FORNITORE DI PETROLIO DI ISRAELE, GLI 007 AZERI VENGONO ADDESTRATI DAL MOSSAD E SI VOCIFERA DI BASI SEGRETE ISRAELIANE – SI AVVICINA IL DOPO KHAMENEI (84 ANNI) CHE VEDE IN LOTTA IL DI LUI FIGLIO MOJTABA CONTRO L'EREDE DELL’EX AYATOLLAH KHOMEINI – PER LA SUCCESSIONE A RAISI IN CORSA L'ULTRADESTRO GHALIBAF E IL MODERATO LARIJANI – I COLLOQUI IN OMAN TRA WASHINGTON E TEHERAN, PER LA DE-ESCALATION NEL GOLFO, CONTINUANO, IN BARBA AI PASDARAN (E A NETANYAHU)

"SONO IL FIGLIO DI ALFREDO ANTONIOZZI, IL PARLAMENTARE, VI FACCIO FARE UNA BRUTTA FINE" - TANCREDI ANTONIOZZI, 21ENNE FIGLIO DEL DEPUTATO DI FRATELLI D’ITALIA, IN VERSIONE MARCHESE DEL GRILLO (“IO SO’ IO, E VOI NON SIETE UN CAZZO”) CONTRO DUE CARABINIERI - IL PISCHELLO DALL'EGO ESPANSO HA SPINTO UN MILITARE, MENTRE UN SUO AMICO HA PRESO A CALCI L'ALTRO - TANCREDI STAVA SFRECCIANDO IN CENTRO A ROMA A BORDO DEL SUO SUV E I CARABINIERI LO HANNO FERMATO - LE MINACCE DEL RAGAZZO: "CONOSCO IL QUESTORE. VI TROVERETE SENZA LAVORO" - GIA' NEL 2022 ERA STATO COINVOLTO IN UN'INDAGINE PER RISSA A CORTINA...

DAGOREPORT - COM’È NATO E COME È AFFONDATO IL REDDITOMETRO - LE CASSE PUBBLICHE SONO PIU' VUOTE DEL CERVELLO DI LOLLOBRIGIDA. E QUAL È LA SOLUZIONE DEL VICEMINISTRO LEO (FDI) PER RAGGRANELLARE QUALCHE SPICCIOLO NEL PIÙ BREVE TEMPO POSSIBILE? FACILE: TARTASSARE IL CONTRIBUENTE. LA DUCETTA, CHE NON CAPISCE NULLA DI FINANZA CREATIVA, APPROVA - LA RIVOLTA DI TAJANI E SALVINI, NON INFORMATI DEL REDDITOMETRO, A POCHE SETTIMANE DAL VOTO: E LA MELONA E' COSTRETTA A RITIRARE IL DECRETO – GIORGETTI, SOLITO CEFALO IN BARILE: DICE A SALVINI DI NON SAPERE MA SOTTO SOTTO APPROVAVA LA MISURA – DAL VOTO EUROPEO AL REDDITOMETRO, LA SITUAZIONE DELLA “MAGGIORANZA COESA” È QUESTA: SALVINI CONTRO TAJANI, DA UNA PARTE. DALL'ALTRA: SALVINI E TAJANI INSIEME CONTRO LA DUCETTA...

VIDEO-FLASH - PRENDETE I TAPPI PER LE ORECCHIE! – LO SPOT ELETTORALE DI ANGELO CIOCCA, CANDIDATO LEGHISTA ALLE EUROPEE È UNO STRAZIO PER I TIMPANI - NEL FILMATO SI VEDONO DELLE RAGAZZE BALLARE (CON UNA COREOGRAFIA DA SAGRA DI PAESE) AL “RITMO” DI UN BRANO INASCOLTABILE - IL TESTO: "L'EUROPA È DA RIVOLUZIONARE. SCRIVI UN NOME PER CAMBIARE, SCRIVI CIOCCA E VOTA LEGA. BASTA INSETTI DA MANGIARE..." - CIOCCA È LO STESSO SVALVOLONE CHE TIRO' FUORI UN CARTELLINO ROSSO ALL'EUROPARLAMENTO...

CHE HA FATTO GIORGIA MELONI (“DONNA, MADRE E CRISTIANA”) PER AIUTARE I GENITORI ALLE PRESE CON FIGLI E LAVORO? NULLA! – NELL'INTERVISTA AL PODCAST DI DILETTA LEOTTA, LA PREMIER FRIGNA SULLA COMPLICATA GESTIONE DEL LAVORO E DELLA MATERNITÀ, MA NON HA SPESO UNA PAROLA SU COME INTENDE AIUTARE LE FAMIGLIE - L’ITALIA È L’ULTIMO PAESE EUROPEO PER NUMERO DI COPPIE CON FIGLI DOVE LAVORANO ENTRAMBI I PARTNER. PER IL 50% DEI CITTADINI LA MAMMA CHE LAVORA “FA DEL MALE” AL SUO BEBÈ...

“IN GERMANIA C’È CHI LAVORA CONTRO L’EUROPA E CONTRO LA DEMOCRAZIA” – PARLA IL PRESIDENTE DELLA BUNDESBANK, JOACHIM NAGEL, CHE AMMETTE DI ESSERE SCESO IN PIAZZA CONTRO I NAZISTELLI DI AFD: “PER LA PRIMA VOLTA IN VITA MIA, HO PARTECIPATO A UNA MANIFESTAZIONE PER LA DEMOCRAZIA” – IL PIZZINO ALL'ITALIA: “IL NUOVO PATTO DI STABILITÀ VA APPLICATO, LA SITUAZIONE DI BILANCIO DI ALCUNI PAESI DEVE MIGLIORARE” – SUL PNRR: “MI CHIEDO PERCHÉ CI VOGLIA COSÌ TANTO TEMPO PER REALIZZARE I PROGETTI…” – E POI I TASSI CHE SCENDERANNO (“CON PRUDENZA”) E I DAZI SULLE AUTO CINESI (“POTREBBERO ESSERCI RITORSIONI”)

MARINE & GIORGIA, CARISSIME NEMICHE – LE DUE BIONDE MAL-DESTRE APRONO A UN’ALLEANZA IN EUROPA, DOPO ANNI IN CUI HANNO DIFFIDATO L’UNA DELL’ALTRA. LE PEN È RIMASTA SCOTTATA DALL’INGRESSO DEL RIVALE ZEMMOUR (E DELLA NIPOTINA TRADITRICE MARION MARECHAL) IN ECR, E LA MELONI TEME DI FINIRE SOTTOMESSA ALLA VALCHIRIA FRANCESE, CHE ALLE EUROPEE POTREBBE SUPERARE FRATELLI D’ITALIA. COME FARÀ L'ATLANTISTA GIORGIA A STARE CON LA FILO-PUTINIANA (EX?) MARINE – L’ACCORDO CON IL PPE, COMUNQUE, È LONTANO, E LO FA CAPIRE IL TEDESCO WEBER: “PER LA MAGGIORANZA I POPOLARI PARTIRANNO DA SOCIALISTI E LIBERALI…”

MARINE LE PEN CHIUDE L'ALLEANZA CON I NEO-NAZISTI DI AFD A 20 GIORNI DALLE EUROPEE. COME MAI? IL "RASSEMBLENT NATIONAL" FARÀ IL PIENO DI VOTI, I SUOI ALLEATI GOVERNANO CON IL PPE IN OLANDA E CROAZIA. MEGLIO TOGLIERSI DALLE BALLE GLI INGOMBRANTI TEDESCHI – IL PRETESTO L’HA SERVITO MAXIMILIAN KRAH, SPITZENCANDIDAT DI AFD, CHE HA DETTO CHE “CHI AVEVA UN’UNIFORME DELLE SS NON ERA AUTOMATICAMENTE UN CRIMINALE” - SALVINI FA ECO A LE PEN: “DICHIARAZIONI FUORI DAL MONDO. SIAMO ALLINEATI E CONCORDI” – L’IPOTESI DI UN GRUPPO UNICO CON I CONSERVATORI DI MELONI? LA DUCETTA È CONTRARIA: NON SAREBBE PIÙ LA PRIMA DONNA…

AL FUNERALE DI EBRAHIM RAISI MANCAVA SOLO PUTIN – A TEHERAN, PER L’ULTIMO SALUTO AL PRESIDENTE IRANIANO, MORTO IN UNO SCHIANTO DEL SUO ELICOTTERO, C’ERANO IL LEADER DI HAMAS ISMAIL HANIYEH E IL NUMERO DUE DI HEZBOLLAH, NAIM QASSEM - LA GUIDA SUPREMA DELL'IRAN, ALI KHAMENEI, HA GUIDATO LA PREGHIERA DURANTE LA CERIMONIA DI ADDIO. PRESENTE ANCHE IL VICEPRESIDENTE INDIANO, JAGDEEP DHANKAR, E IL PREMIER IRACHENO, AL SUDANI - NELLA CAPITALE IRANIANA MIGLIAIA LE PERSONE IN STRADA PER IL CORTEO FUNEBRE... - VIDEO

CONTE, IL MIO NEMICO AMATISSIMO - LE DIVERSE STRATEGIE ELETTORALI DI ELLY SCHLEIN E PEPPINIELLO IN VISTA DEL VOTO EUROPEO DI GIUGNO: IN QUESTE ELEZIONI LA SEGRETARIA DEM SI GIOCA MOLTO PIÙ DI CONTE CHE NON PERDE OCCASIONE DI PUNGERE L’ALLEATA RIVALE: “NOI NON METTIAMO IN LISTA CANDIDATI ACCHIAPPAVOTI CHE PREGIUDICANO LA COERENZA DELLA LINEA POLITICA” (IL RIFERIMENTO È ALLA SCELTA DI SCHLEIN DI BUTTARE NELLA MISCHIA CECILIA STRADA E MARCO TARQUINIO) - E SUL NO ALL'INVIO DI ARMI A KIEV...

IL GOVERNO PRENDE FISCHI PER FIASCHI – LA REINTRODUZIONE DEL REDDITOMETRO PER SCOVARE GLI EVASORI, PREVISTA DAL DECRETO A FIRMA DEL MELONIANO LEO, SCATENA LE IRE DI FORZA ITALIA E LEGA. TAJANI: “VA ABOLITO”. SALVINI: “NO AL CONTROLLO DELLA SPESA DEGLI ITALIANI IN MODALITÀ GRANDE FRATELLO” – LA DUCETTA, CHE NON SI PUÒ PERMETTERE UNA POLEMICA SULLE TASSE A POCHI GIORNI DAL VOTO, SCARICA LE COLPE SUL SUO VICEMINISTRO (“ORA COME CORREGGIAMO?”) E ANNUNCIA MODIFICHE AL TESTO – LA DIFESA DI LEO: “È UN INTERVENTO INEVITABILE PER RISOLVERE UN VUOTO NORMATIVO”

SCHIAFFO PER NETANYAHU! - IRLANDA, NORVEGIA E SPAGNA ANNUNCIANO IL RICONOSCIMENTO DELLO STATO DI PALESTINA - IL PRIMO MINISTRO SPAGNOLO SANCHEZ VA GIU’ DURO: “NETANUAHU METTE IN PERICOLO LA SOLUZIONE DEI 'DUE STATI' E NON HA UN PROGETTO DI PACE, HA PROVOCATO SOLO DOLORE E DISTRUZIONE A GAZA: QUESTO RICONOSCIMENTO NON È CONTRO ISRAELE NÉ A FAVORE DI HAMAS" - TEL AVIV ORDINA "L'IMMEDIATO RITORNO IN ISRAELE" DEGLI AMBASCIATORI IN IRLANDA E NORVEGIA - HAMAS GODE E INCASSA PURE IL SUPPORTO DEGLI AYATOLLAH: “L'IRAN CONTINUERÀ A SOSTENERE LA PALESTINA”

TAJANI NON E’ PIU’ UN “DON ABBONDIO”, ORA MORDE! - IL LEADER DI FORZA ITALIA ATTACCA SALVINI (“UN CAPITAN FRACASSA”) E GLI FA IL CONTROCANTO SU TUTTO, DAI RAPPORTI CON L’EUROPA AL SUPERBONUS: IN BALLO C’E’ IL SORPASSO DI FORZA ITALIA SULLA LEGA ALLE EUROPEE, NON PIU’ COSI’ SCONTATO DOPO LA DISCESA IN CAMPO DI VANNACCI - TAJANI, CHE SI E’ CANDIDATO IN PRIMA PERSONA, NON VUOLE SFIGURARE NEL CONFRONTO CON MELONI E SCHLEIN E HA DATO MANDATO AI SEGRETARI PROVINCIALI E REGIONALI DEL PARTITO DI CHIEDERE “SOSTEGNO INDISCUSSO AL LEADER”

CONTE ALLA RESA DEI CONTI COL PD - “DA GENTILONI UN ATTACCO VIGLIACCO. SUL PNRR NON RISPETTA LA VERITÀ. L’ALGORITMO FU APPLICATO SOLO ALLA FINE QUANDO SI TRATTÒ DI TROVARE UN CRITERIO DI DISTRIBUZIONE TRA I VARI PAESI UE, MA NEI MESI PRECEDENTI LA BATTAGLIA POLITICA FU DURISSIMA - GENTILONI FEDERATORE DEL FRONTE PROGRESSISTA? “NON LO SO, MA NON E’ UN BEL BIGLIETTO DA VISITA CANCELLARE LE VERITÀ STORICHE PER ASPIRARE A FARE IL FEDERATORE, ATTACCARE IL SUPERBONUS COME UNA MELONI QUALSIASI - IL DUELLO TV? SCHLEIN HA SBAGLIATO A METTERSI D’ACCORDO CON MELONI"

TRE BONIFICI DA 55 MILA EURO INGUAIANO TOTI – I SOLDI, PROVIENIENTI IN PARTE DA SPINELLI, SPOSTATI DAL COMITATO ELETTORALE AL CONTO PERSONALE DEL GOVERNATORE CHE DICE DI AVERLI USATI SOLO PER ATTIVITÀ POLITICA - “HO TRACCIATO TUTTE LE MIE SPESE” - GLI INQUIRENTI VOGLIONO CAPIRE COME E DA CHI QUEI FONDI SIANO STATI GESTITI – DOMANI LA VERITÀ DI TOTI AI PM. IL LEGALE CHIEDERA’ LA REVOCA DEI DOMICILIARI – SULLE DIMISSIONI IL GOVERNATORE VUOLE “CONFRONTARSI CON I SUOI ALLEATI”

SESSO, CALIPPI E BUGIE DI UNA ALLEGRA SCUGNIZZA NAPOLETANA – ‘’SECONDO SGARBI L’ENTRATA IN SCENA DI FRANCESCA PASCALE RISPONDEVA ALLA NECESSITÀ DI RIPULIRE BERLUSCONI DAL BUNGA BUNGA, DOPO LA CACCIATA DA PALAZZO CHIGI E COL VOTO ALLE PORTE - UNA FIDANZATINA ELETTORALE CHE, GIOVANISSIMA, SI ESIBIVA IN UNA TV PRIVATA DI NAPOLI, TELE CAFONE. IN UNA SEQUENZA MANEGGIAVA UNA GROSSA POMPA, IN UN’ALTRA LECCAVA UN GELATO ACCLARATAMENTE FALLIFORME, IL CALIPPO, DONDE IL SOPRANNOME DI CALIPPA” - OSPITE DALLA D’URSO, L'80ENNE BERLUSCONI VOLLE SOTTOLINEARE “I PRINCIPI MORALI SOLIDISSIMI” DELLA TRENTENNE PASCALE - “DICONO CHE SONO LESBICA. INVENZIONI” (INFATTI, ANDO' IN SPOSA A PAOLA TURCI) - DAL LIBRO DI FILIPPO CECCARELLI SU BERLUSCONI, "B" - VIDEO

E ADESSO LA TURBO-ATLANTISTA DUCETTA CHE FARÀ? – BIDEN METTE NEI GUAI LA MELONI: LA CASA BIANCA PRETENDE DALLA PRESIDENZA ITALIANA DEL G7 DI UTILIZZARE GLI EXTRAPROFITTI DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI IN EUROPA PER AIUTARE L’UCRAINA: NON I TRE MILIARDI DI INTERESSI GENERATI DAI FONDI BLOCCATI NELLE BANCHE EUROPEE, MA UN ANTICIPO FINO A 50 MILIARDI DI EURO PER DIMOSTRARE IL SOSTEGNO A ZELENSKY – MA FRANCIA, GERMANIA E ITALIA TEMONO RITORSIONI DEL CREMLINO: A FARNE LE SPESE SAREBBERO LE AZIENDE CONTINENTALI CON INTERESSI IN RUSSIA CHE…

LE PEN ROMPE CON I NAZISTELLI – IL RASSEMBLEMENT NATIONAL INTERROMPE I RAPPORTI IN EUROPA CON IL PARTITO DI ESTREMA DESTRA TEDESCO AFD, DOPO CHE IL SUO CANDIDATO, MAXIMILIAN KRAH, HA DETTO CHE “NON TUTTE LE SS ERANO CRIMINALI” – DALLA LEGA FANNO SAPERE CHE “COME SEMPRE, SALVINI E LE PEN SONO PERFETTAMENTE ALLINEATI” – LA VALCHIRIA FRANCESE POTREBBE DIVENTARE UN POLO DI ATTRAZIONE PER I CONSERVATORI CHE NON VOGLIONO SOSTENERE UN BIS DI URSULA. ECCO PERCHÉ MELONI LA TEME E…

"MENO MALE CHE NE HA FATTO SECCO UNO SOLO: CON DUE, ARRIVA LA FANFARA. CON TRE, LE FRECCE TRICOLORI" - MARCO TRAVAGLIO ENTRA A GAMBA TESA SUL CASO CHICO FORTI, "C’È CHI CONFONDE L’ESTRADIZIONE CON UN’ASSOLUZIONE. A CASA MIA UN ASSASSINO È UN ASSASSINO, CHIUNQUE SIA A STENDERGLI IL TAPPETO ROSSO: PURTROPPO L’UNICO PREMIER (DEL MONDO LIBERO) CHE HA FATTO UNA SIMILE CORBELLERIA È LA MELONI” – CAZZULLO: “IL RITORNO DI CHICO FORTI È UNA BUONA NOTIZIA ED È UN SUCCESSO PER IL GOVERNO. QUESTO PERÒ AVREBBE DOVUTO SCONSIGLIARE ALLA PREMIER DI ANDARE AD ACCOGLIERE UN UOMO DESTINATO AL CARCERE (PER POCO, LO SAPPIAMO) COME SE FOSSE UN CAPO DI STATO….”

LA VERITÀ È CHE LA DUCETTA HA PAURA DI MARINE LE PEN – LA VALCHIRIA FRANCESE POTREBBE DIVENTARE UN POLO DI ATTRAZIONE PER I CONSERVATORI CHE NON VOGLIONO SOSTENERE UN BIS DI URSULA VON DER LEYEN (TUTTI TRANNE FDI). ECCO SPIEGATO L'ABBOCCAMENTO TENTATO DALLA MELONI – PER ORA, LE PORTE DI ECR RIMANGONO CHIUSE AL RASSEMBLEMENT NATIONAL: IL PARTITO DI MARINE POTREBBE CONQUISTARE PIÙ SEGGI DI FRATELLI D’ITALIA E DIVENTARE LA PRIMA FORZA DI DESTRA A BRUXELLES – I SONDAGGI RENDONO IMPOSSIBILE UNA “COALIZIONE ALL’ITALIANA” AL PARLAMENTO EUROPEO

DA MESI SCHLEIN RICEVE SCHIAFFI DA CONTE, E PORGE L’ALTRA GUANCIA. CI VOLEVA GENTILONI PER RESTITUIRE UN CEFFONE A PEPPINIELLO – IL COMMISSARIO UE SMONTA LA NARRAZIONE SUI 194 MILIARDI PER IL PNRR CHE NON FURONO MERITO DI CONTE, MA DI “UN ALGORITMO” (ANCHE SE POI SI CORREGGE: “IL GOVERNO EBBE UN RUOLO FONDAMENTALE”) – IN UN LAMPO L’EX PREMIER CANCELLA IL MITO FONDATIVO DEL CONTISMO AL QUALE AVEVA ADERITO ACRITICAMENTE ANCHE IL PD - L’ENDORSEMENT PER ZINGARETTI CHE INVITA A VOTARE ALLE EUROPEE

FLASH! – CONFLITTO TOTALE: SALVINI ACCUSA GIORGETTI DI ESSERE LO ZERBINO DELLA DUCETTA E FIAMMA CANTANTE (ARIANNA, SCURTI, FAZZOLARI) - DAL SUPERBONUS RETROATTIVO AL PONTE SULLO STRETTO, DAL MES A DRAGHI A BRUXELLES, DALLA CANDIDATURA VANNACCI ALLE NOMINE IN CDP, I CONTRASTI NON SI CONTANO PIÙ - IL LEADER DELLA LEGA, SEMPRE PIU’ IN AFFANNO PER LA CRESCENTE DISAFFEZIONE DEGLI ELETTORI DEL CARROCCIO, COL SORPASSO DI FORZA ITALIA SUL COLLO, SI SPARA UN CONDONO AL GIORNO MANDANDO ALL’ARIA LE CORONARIE E LE CASSE VUOTE DEL MINISTRO DELL’ECONOMIA…

TAJANI, CI FAI TAGLIA’! IL LEADER AL CLOROFORMIO DI FORZA ITALIA MENA SUGLI ALLEATI DI GOVERNO – SULLA MELONI: “ALLA KERMESSE DI "VOX" HA PARLATO COME LEADER DEI CONSERVATORI EUROPEI E NON COME PREMIER MA IO NON HO NULLA A CHE FARE CON GLI ESTREMISTI DI DESTRA” – POI LA STAFFILATA A SALVINI: “DIRE ‘MENO EUROPA' NON HA ALCUN SENSO LOGICO” - COME DAGO DIXIT, IL MINISTRO DEGLI ESTERI E’ STATO SBERTUCCIATO DA MANFRED WEBER, PRESIDENTE DEL PARTITO POPOLARE EUROPEO: "E PENSARE CHE TU DI MELONI ME NE PARLAVI COSÌ BENE..."

LA DIFESA COMUNE EUROPEA NON SI FARÀ MAI: I 27 STATI MEMBRI LITIGANO E NON VOGLIONO CEDERE PEZZI DI SOVRANITÀ IN UN SETTORE COSÌ IMPORTANTE - LA MACCHINA MILITARE EUROPEA È OSTACOLATA ANCHE DAL DOMINIO AMERICANO: GLI USA, PRINCIPALI AZIONISTI DELLA NATO, NON VOGLIONO UN'EUROPA MEGLIO ARMATA, CHE POTREBBE ENTRARE IN CONCORRENZA CON L'INDUSTRIA BELLICA A STELLE E STRISCE - UN ESEMPIO LAMPANTE DEI PROBLEMI EUROPEI? CI SONO VOLUTI SETTE ANNI PER PRODURRE UN TANK CONGIUNTO TRA FRANCIA E GERMANIA...

ORA CHE SUCCEDE A NETANYAHU?UN COLLEGIO DI GIUDICI  DOVRÀ ESAMINARE LA RICHIESTA DEL PROCURATORE DELLA CORTE PENALE INTERNAZIONALE, KARIM KHAN, E DECIDERE SE EMETTERE IL MANDATO D'ARRESTO NEI CONFRONTI DEL PREMIER ISRAELIANO - SE SUCCEDESSE, COME GIÀ AVVENUTO PER PUTIN, "BIBI" POTREBBE VIAGGIARE TRANQUILLO SOLO NEI PAESI CHE NON RICONOSCONO LA CPI (COME GLI STATI UNITI O LA RUSSIA...) - PER IL RESTO, IL MANDATO NON SERVE A UN CAZZO: LA CORTE NON HA UNA FORZA DI POLIZIA E NON PUÒ COSTRINGERE GLI STATI A OBBEDIRE AI SUOI ORDINI...

QUI LO CHICO E QUI LO NEGO – FRANCESCO MERLO: “L’ACCOGLIENZA ENTUSIASTA E L’ABBRACCIO AFFETTUOSO DI MELONI A CHICO FORTI SONO MOLTO DI PIÙ DEL COLPO DI TEATRO DELLA DEMAGOGIA. ESPONGONO IL GOVERNO ITALIANO COME INNOCENTISTA, ANCHE SE CHICO FORTI È STATO CONDANNATO NEGLI STATI UNITI E NON IN IRAN E NEPPURE IN UNGHERIA. E FA SORRIDERE CHE A DIFESA DEI GIUDICI AMERICANI SI SONO SCHIERATI GLI ANTIAMERICANI, QUELLI CHE METTONO LA KAPPA ALL’AMERIKA E LE ATTRIBUISCONO TUTTE LE INGIUSTIZIE DEL MONDO…”

GOMBLOTTO! IN IRAN C’E’ CHI PENSA CHE L’INCIDENTE CHE E’ COSTATO LA VITA A RAISI SIA STATO ORCHESTRATO DIRETTAMENTE DA ALI KHAMENEI, PER TOGLIERE DI MEZZO IL POSSIBILE RIVALE DEL SECONDOGENITO MOJTABA – RAISI MIRAVA ALLA SUCCESSIONE DELL’85ENNE ALI KHAMENEI. MA, PER IL RUOLO DI GUIDA SUPREMA, L’AYATOLLAH HA GIA’ SCELTO IL FIGLIO MOJTABA, 'EMINENZA GRIGIA' DEI PASDARAN - NON SOLO: COME DAGO-DIXIT, RAISI AVEVA INIZIATO A INCIUCIARE CON GLI STATI UNITI PER LA STABILIZZAZIONE DEL GOLFO FACENDO INCAZZARE NETANYAHU...

“LA MORTE DI RAISI NON CAMBIERÀ LA STORIA DELL’IRAN. PERCHÉ STA GIÀ CAMBIANDO” – LUCIO CARACCIOLO: “SE OSSERVIAMO INSIEME LA CRISI CHE SCUOTE IL GOVERNO DI ISRAELE MENTRE NE LACERA GLI APPARATI E L’INCERTEZZA SUL FUTURO DEL REGIME IRANIANO, CONSTATIAMO CHE UNA GUERRA ATOMICA IN MEDIO ORIENTE È IPOTESI ESTREMA PERÒ ORMAI INAGGIRABILE NELLE MATRICI DI SICUREZZA REGIONALI. QUESTO SPIEGA L’ATTIVISMO DIPLOMATICO AMERICANO SU ENTRAMBI I FRONTI. OBIETTIVO: BLOCCARE LA SCALATA MILITARE NELLA REGIONE PRIMA CHE FINISCA FUORI CONTROLLO...”

L’INVERSIONE A UE DELLA MELONI – A COSA SI DEVE IL “RIPENSAMENTO” DELLA “SÒLA GIORGIA”, CHE SI RIPOSIZIONA A DESTRA APRENDO ALL’ASSE CON MARINE LE PEN E SBERTUCCIA L’EX ALLEATA URSULA? MASSIMO FRANCO: “SI PREPARA A UNA DURA TRATTATIVA SUI CONTI PUBBLICI CON L’UE; E VUOLE TOGLIERE PRETESTI POLEMICI A MATTEO SALVINI, CHE PER MESI HA MARTELLATO CONTRO PALAZZO CHIGI” – LO SMARCAMENTO DI TAJANI (“NON FAREMO ALLEANZE CON CHI È CONTRO L’EUROPA E CONTRO LA NATO”), INSUFFLATO DALL’AMICO MANFRED WEBER…

ERDOGAN SI ISPIRA AL GENERALE VANNACCI! – IL PRESIDENTE TURCO VA ALL’ATTACCO DEL FESTIVAL “EUROVISION”: “PROMUOVE LA NEUTRALITÀ DI GENERE E MINA I VALORI DELLA FAMIGLIA TRADIZIONALE”. SECONDO IL “DITTATORE DI CUI ABBIAMO BISOGNO” (COPYRIGHT DRAGHI), L’EUROVISION È UNA PIATTAFORMA PER LA “CORRUZIONE SOCIALE” IL CANDIDATO DELLA LEGA, COMMENTANDO LA VITTORIA DELLO SVIZZERO NON BINARIO “NEMO”, AVEVA DETTO: ““IL MONDO AL CONTRARIO È SEMPRE PIÙ NAUSEANTE”

DAGOREPORT – PERCHE' L'"INCIDENTE" HA FATTO FELICI IRAN E ISRAELE - RAISI MIRAVA ALLA SUCCESSIONE DELL’85ENNE KHAMENEI. MA, PER IL RUOLO DI GUIDA SUPREMA, L’AYATOLLAH HA SCELTO IL FIGLIO MOJTABA, 'EMINENZA GRIGIA' DEI PASDARAN CHE HANNO IN MANO IL POTERE POLITICO ED ECONOMICO DELL'IRAN – NON SOLO: RAISI AVEVA INIZIATO A INCIUCIARE CON GLI STATI UNITI PER LA STABILIZZAZIONE DEL GOLFO. L’”AMERIKANO” RAISI HA FATTO IMBUFALIRE NON SOLO I PASDARAN, MA ANCHE NETANYAHU, IL QUALE VIVE IN ATTESA DEL RITORNO DI TRUMP ALLA CASA BIANCA E HA BISOGNO COME IL PANE DI UN NEMICO PER OCCUPARE ANCORA LA POLTRONA DI PREMIER... 

MELONI SUL FILO DEL RASOIO DOPO L’INTERVENTO AL CONGRESSO DI VOX E L’ASSE CON MARINE LE PEN: SE MACRON È FUORI DALLA GRAZIA DI DIO ("E QUESTA È L'AMICA DI URSULA VON DER LEYEN?"), L'HA PRESA MALISSIMO ANCHE UNO DI CENTRODESTRA COME MANFRED WEBER, PRESIDENTE DEL PARTITO POPOLARE EUROPEO CHE SI È RIVOLTO A TAJANI E CON TONI SECCHI L'HA SBERTUCCIATO: "E PENSARE CHE TU DI MELONI ME NE PARLAVI COSÌ BENE..." – LE PAROLE DURISSIME DI MARINE LE PEN CONTRO L’UE: “NON È ALTRO CHE UNA CONTRAFFAZIONE...”

L'EURO-INCUBO DI CONTE: ESSERE DOPPIATO DA ELLY – NEL M5S TEMONO DI FINIRE INTORNO AL 10% ALLE EUROPEE, OVVERO LA METÀ D QUANTO DOVREBBE PRENDERE IL PD – CONTE, COSTRETTO A RINCORRERE, ALZA I TONI, URLA ALLA “NUOVA TANGENTOPOLI” IN LIGURIA E SI È MESSO DI TRAVERSO NEL DUELLO MELONI-SCHLEIN – LA PRIPRIOTÀ DI PEPPINIELLO È FARE ELEGGERE I SUOI “MAGNIFICI SETTE” CHE HA PIAZZATO IN LISTA (DA TRIDICO ALLA MORACE), PER EVITARE UNO SMACCO – L'ORDINE DI SCUDERIA: “DATE LA PRIORITÀ AI CANDIDATI SCELTI DA CONTE”

IN MORTE DI UN “BOIA” – IL RITRATTONE DI EBRAHIM RAISI BY DOMENICO QUIRICO: “ANDATURA GOFFA E NATURA BRUTALE, ERA UN ARTISTA GIUDIZIARIO DEL DELITTO DISCIPLINARE E SACROSANTO. FIGLIO DI POVERI, HA LE ZIMARRE SGUALCITE DEL BASSO CLERO. È LA FOLGORE GIUDIZIARIA DELL'ALA DURA DEL REGIME E SOPRATTUTTO DEI GUARDIANI DELLA RIVOLUZIONE” – “IL PIANO ERA AFFERRARE LA SUCCESSIONE DELLA GUIDA SUPREMA: QUELLO È IL VERO POTERE. DA LÌ SI PUÒ REALIZZARE IL PASSAGGIO DALLA REPUBBLICA ISLAMICA ALLO STATO ISLAMICO…”

BUCHI DI BILANCIO, GUERRA CON BRUXELLES, GUAI INDUSTRIALI: PER MELONI INIZIANO GLI ESAMI. E SARANNO CAZZI – SUI CONTI PUBBLICI INCOMBE IL BUBBONE DEL SUPERBONUS. E, CON IL DEFICIT FUORI CONTROLLO, A LUGLIO L’ITALIA ENTRERÀ IN PROCEDURA D’INFRAZIONE. E SI RIFA VIVO LO SPETTRO DEL MES – LE NOZZE ITA-LUFTHANSA NON PIACCIONO A BRUXELLES, LA MITICA SEPARAZIONE DELLA RETE TELECOM NON VA ANCORA IN PORTO E LA GUERRA CON STELLANTIS SI INTRECCIA CON I RAPPORTI DELICATISSIMI CON LA CINA – A TUTTO QUESTO SI AGGIUNGE LA PARTITA DELLE NOMINE: SE SCANNAPIECO SEMBRA CONFERMATO A CDP, IN FERROVIE…

MARTA DA LEGARE: "SONO COME NILDE IOTTI" - BANALITA' DA BACI PERUGINA, AMORE “ARISTOTELICO” E LA POLITICA COME “REALIZZAZIONE DEL VERBO LIBERALE DI SILVIO": URGE UN BUON DOTTORE PER MARTA FASCINA – LA VEDOVA MORGANATICA INTERVISTATA (SI FA PER DIRE) DA HOARA BORSELLI: “MI HANNO PORTATO VIA LA FELICITÀ. MI HANNO STRAPPATO IL CUORE. MA SILVIO MI HA INSEGNATO CHE L’AMORE E IL SORRISO SONO L’ARMA PIÙ FORTE” – POI SI ALLISCIA MARINA (CONTRO PIER SILVIO CHE STA CERCANDO DI SFRATTARLA DA ARCORE): “DA SILVIO HO APPRESO IL VALORE DEL PORGERE L’ALTRA GUANCIA. VALORE CHE RITROVO ANCHE NELLA SUA ADORATA FIGLIA..."

ISRAELE, SEMPRE PEGGIO - ANCHE SE GANTZ SI DIMETTESSE E CROLLASSE IL GABINETTO DI GUERRA, NETANYAHU NON VERRÀ CACCIATO - “NON C’È QUASI ALCUNA POSSIBILITÀ CHE I MEMBRI DEL PARTITO LIKUD DI NETANYAHU SI RIBELLINO. LA SECONDA VIA È ATTRAVERSO UNA MASSICCIA PROTESTA PUBBLICA. CHE NON C'È” - ISRAELE STA COMBATTENDO UNA GUERRA A GAZA, MA IL SUO ESERCITO È ANCHE IMPEGNATO NEL NORD CONTRO HEZBOLLAH LIBANESE, SOSTENUTO DALL’IRAN. SE NELLE PROSSIME SETTIMANE CIÒ DOVESSE SFOCIARE IN UNA GUERRA TOTALE – ALCUNI LO RITENGONO PROBABILE – LA POLITICA VERRÀ NUOVAMENTE MESSA DA PARTE E NETANYAHU CONTINUEREBBE A GOVERNARE CON I SUOI PARTNER DI ESTREMA DESTRA...

LA STORIA SEGRETA DELL’INCHIESTA DI GENOVA - “LA VERITÀ”: “I GIORNALI HANNO DATO AMPIO RISALTO AGLI AFFARI DI SPINELLI (ARRESTATO), MA HANNO IGNORATO QUASI COMPLETAMENTE IL RUOLO DELL’83ENNE NON INDAGATO GIANLUIGI APONTE. AL MASSIMO HANNO EVIDENZIATO I CONTRASTI TRA I DUE SODALI. COME SE CI FOSSE UN IMPRENDITORE RICATTATO (APONTE) E UNO CHE RICATTAVA (SPINELLI). QUALCHE SCREZIO C’È STATO, MA IL PESO MASSIMO IN PORTO È IL ‘’COMANDANTE’’ CAMPANO, NON SPINELLI - L’UNICO CHE SEMBRA AVER CAPITO IL GIOCO DEI DUE IMPRENDITORI È TOTI…”

MELONI-LE PEN E LA CABINA DI REGIA NERA – DOPO CHE MARINE LE PEN HA PARTECIPATO AL RADUNO DEI CONSERVATORI DI ECR, ANNUNCIANDO "PUNTI IN COMUNE CON GIORGIA", SI RINSALDA, COME DAGO DIXIT, L’ASSE TRA LE DUE DUCETTE – LA MELONI SCOMMETTE SUL FALLIMENTO DI MACRON E SULL’INTESA CON LE PEN PER INCIDERE SUI DOSSIER (E SUI COMMISSARI) UE E COLPIRE SALVINI- MA LA REAZIONE DI FORZA ITALIA, CHE FA PARTE DEL PPE, È GELIDA: “MARINE È OSTILE ALL’EUROPA, COME POTREMMO GOVERNARE INSIEME?”

NO, IL LIGURIA-GATE NON SPOSTERÀ VOTI – PER IL SONDAGGIO DI EUROMEDIA, SOLO LO 0,5% DEGLI ELETTORI CAMBIERÀ PARTITO ALLE EUROPEE IN SEGUITO ALLO SCANDALO CHE HA TRAVOLTO TOTI, E L'83% NON SI SENTE INFLUENZATO DAL CASO – 6 ITALIANI SU 10 SONO CONTRARI ALLA REINTRODUZIONE DEL FINANZIAMENTO PUBBLICO AI PARTITI – ALESSANDRA GHISLERI: 

“LA POSSIBILITÀ CHE FINANZIAMENTI E FAVORI POSSANO INFLUENZARE DECISIONI PUBBLICHE SOLLEVA PREOCCUPAZIONI SIGNIFICATIVE TRA LA POPOLAZIONE SUL TEMA DELLA CORRUZIONE

DAGOREPORT - LORO SI' CHE LO SANNO BENE: SECONDO IL "CANALE 12" DELLA TV ISRAELIANA RAISI È MORTO - DIFFICILE PRENDERE SUL SERIO TEHERAN CHE AFFERMA CHE L'ELICOTTERO CON A BORDO IL PRESIDENTE IRANIANO HA AVUTO UN "INCIDENTE" IN AZERBAIGIAN A CAUSA DEL ''MALTEMPO'' (UN CONVOGLIO DI TRE ELICOTTERI E SOLO QUELLO CON RAISI E' ANDATO GIU'?) - I MEDIA IRANIANI, PER ORA, PARLANO DI "VITA IN PERICOLO" - L'IRAN NON E' DECAPITATO FINCHE' CI SARA' SARA' L’AYATOLLAH KHAMENEI CHE SCEGLIERA' IL SUCCESSORE DEL FEDELISSIMO RAISI. E PER ORA SI LIMITA A DIRE: "SPERIAMO CHE TORNI, MA NON CI SARANNO INTERRUZIONI" - COME E' ACCADUTO CON L'ATTENTATO ALLA SEDE DIPLOMATICA IRANIANA IN SIRIA, DIETRO L"INCIDENTE" C'E' NETANYAHU? (FINCHE' C'E' GUERRA, C'E' SPERANZA DI RESTARE AL POTERE) - PROPRIO IERI IL MINISTRO DEL GABINETTO DI GUERRA BENNY GANTZ, VICINISSIMO A BIDEN,  DOPO UN INCONTRO IN ISRAELE CON IL CONSIGLIERE PER LA SICUREZZA USA JAKE SULLIVAN, AVEVA AVVISATO IL PREMIER NETANYAHU: "PIANO SU GAZA ENTRO L'8 GIUGNO O LASCIAMO IL GOVERNO"

UN’ALTRA S-VENTOLA PER LA MELONI! – IL CAPOGRUPPO DI FRATELLI D’ITALIA ALLA REGIONE PUGLIA, FRANCESCO VENTOLA, È INDAGATO PER ASSOCIAZIONE A DELINQUERE FINALIZZATA ALLA CORRUZIONE – VENTOLA È CANDIDATO ALLE EUROPEE INSIEME ALLA CAPOLISTA “DETTA GIORGIA”, NELLA CIRCOSCRIZIONE SUD – LA NOTIZIA È STATA RESA NOTA DA ANDREA SILVESTRI, EX ASSESSORE AI TEMPI DI RAFFAELE FITTO IN REGIONE E ORA IN + EUROPA. SECONDO VENTOLA, L’INCHIESTA È STATA APERTA COME ATTO DOVUTO PROPRIO PER UNA DENUNCIA DELLO STESSO SILVESTRI…