politica

CHIARA FERRAGNI PRESENTERA' "MAKING THE CUT"

PECHINO PAPPA TUTTO - NEL 2020, IL FRANCO CFA, LA MONETA ANCORATA ALL'EURO E GARANTITA DAL TESORO FRANCESE AL CENTRO DI MOLTE CONTROVERSIE SUL NEOCOLONIALISMO DI PARIGI, SARÀ ABBANDONATO DA OTTO PAESI AFRICANI, CHE AL SUO POSTO SONO PRONTI A INTRODURRE UNA NUOVA VALUTA, CHIAMATA "ECO", AGGANCIATA ALLO YUAN CINESE - XI JINPING AVREBBE SFRUTTATO IL GHANA, SUO PRINCIPALE PARTNER NELL'AEREA, PER CONVINCERE GLI ALTRI PAESI A MOLLARE LA FRANCIA - IL DOMINIO DEI CINESI SI CONSOLIDA FACENDO INDEBITARE I SUOI PARTNER…

LO SCHIAFFO DI MARCO MINNITI AI SINISTRATI DI LOTTA E DI RACKETE: “LA RISPOSTA AI POPULISTI NON PUÒ ESSERE ACCOGLIAMO TUTTI I MIGRANTI. SULLA VICENDA DELLA SEA WATCH, LE RESPONSABILITÀ NON SONO SOLTANTO DEL GOVERNO ITALIANO. L’EUROPA SI E’ DIMOSTRATA PICCOLA. UNA NAVE CON 42 PERSONE E’ DIVENTATA IL PRETESTO PER TENERE L’ITALIA SUL FILO DEL RASOIO MA UNA VICENDA COME QUESTA IN UN PAESE NORMALE VIENE RISOLTA IN 5 MINUTI” – LA NECESSITA’ DI "UN RAPPORTO STRATEGICO" CON L'AFRICA...

‘’LE ÈLITES AL POTERE SI SONO ALLONTANATE DAL POPOLO”– L’INTERVISTA DI PUTIN AL ‘’FINANCIAL TIMES’’ È UN DOCUMENTO STORICO IMPORTANTE PERCHÉ CI MOSTRA COME I TRE MAGGIORI LEADER MONDIALI - TRUMP, XI E PUTIN - RINCORRANO LA STESSA LINEA POLITICA POPULISTICA (MAI SUCCESSO PRIMA)– “I MIGRANTI POSSONO UCCIDERE, SACCHEGGIARE E STUPRARE IMPUNEMENTE PERCHÉ I LORO DIRITTI DEVONO ESSERE TUTELATI. QUINDI, L'IDEA LIBERALE È DIVENTATA OBSOLETA. È ENTRATA IN CONFLITTO CON GLI INTERESSI DELLA STRAGRANDE MAGGIORANZA DELLA POPOLAZIONE”

A CENA CON TROJAN – PALAMARA ALLA MOGLIE: “LO SAI CHE MI HA DETTO LOTTI? CHE RENZI A DOHA STA FACENDO DA INTERMEDIARIO PER FAR COMPRARE AL QATAR LA ROMA” – LOTTI A PALAMARA: “OH LUCA LO STADIO NON GLI SI PUÒ GARANTIRE! IL PROBLEMA DELLO STADIO SI CHIAMA FRANCO CALTAGIRONE CHE È CONTRO QUESTA OPERAZIONE. DI SOLITO SIETE VOI MAGISTRATI CHE ARRIVATE SU 'STE (INC.) NON NOI POLITICI MA COME FAI A GARANTIRE” – PALAMARA: “DOVE SONO ANDATI A FINIRE I 49 MILIONI DI EURO DELLA LEGA? QUESTO CE LO DOVREBBE DIRE FRANCO (COZZI, PROCURATORE DI GENOVA, NDR)”

“IO L’ORBAN ITALIANO? NON MI OFFENDO” – IL GOVERNATORE DEL FRIULI, FEDRIGA, SPIEGA PERCHÉ VUOLE IL MURO AL CONFINE CON LA SLOVENIA: "SE NON SI FERMANO I MIGRANTI, NECESSARIO CHIUDERE I PUNTI CRITICI. METTIAMO SUL TAVOLO TUTTE LE OPZIONI, COMPRESA L'USO DEI DRONI E DELLA TECNOLOGIA. INNANZITUTTO LA SOSPENSIONE DEL TRATTATO DI SCHENGEN SULLA LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE PERSONE…” - "FAVOREVOLE A HOTSPOT DOVE I MIGRANTI NON ABBIANO POSSIBILITA' DI USCIRE" - IL NO DI CONTE E DEL M5S…

BEPPE GRILLO SI SCATENA CON CHI DIFENDE ATLANTIA: “SE QUALCOSA VA STORTO CON UNA CONCESSIONARIA DI UN SERVIZIO PUBBLICO FONDAMENTALE DEL PAESE FATEVI I CAZZI VOSTRI, SONO QUOTATI IN BORSA. IL PRESIDENTE DI CONFINDUSTRIA, BOCCIA, DICE: “SERVIREBBE UNA VALUTAZIONE PIÙ A FREDDO DEL LINGUAGGIO DA USARE DI FRONTE AD UNA GRANDE SOCIETÀ SANA COME ATLANTIA” . SANA? TI DANNO IN CONCESSIONE UN PEZZO VITALE DEL PAESE E TU NON TE NE PRENDI CURA, TI RIFIUTI DI RISPONDERNE SENZA VERGOGNA…”

IL “FOGLIO” CUCINA UN RITRATTONE AL FIELE DI TOMASO MONTANARI - “AGITPROP GRILLINO, E’ UNO CHE SI PIACE DA MORIRE. CHI L'HA CONOSCIUTO AL LICEO RACCONTA CHE È RIMASTO LO STESSO ATTACCABRIGHE DI UN TEMPO - PER LUI A FIRENZE TUTTI SI PROSTITUISCONO PER QUALCOSA. DALL'ODIATO MATTEO RENZI AL CARDINALE GIUSEPPE BETORI. LANCIA PROGETTI CHE NON TROVANO CONSISTENZA, APPOGGIA CANDIDATI DISASTROSI E BLATERA IN CONTINUAZIONE DI COSTITUZIONE DIMOSTRANDO DI NON CONOSCERNE LE FONDAMENTA”

LA VERSIONE DI MUGHINI - “NON RIESCO A NON ESSERE D’ACCORDO CON LA CAPITANA CAROLA RACKETE. FOSSI STATO SALVINI, MI SAREI FATTO PORTARE FINO ALLA SEA WATCH E LE AVREI INDICATO LA STRADA FINO AL PORTO DI LAMPEDUSA, DICENDOLE CHE NOI ITALIANI SIAMO MEGLIO DEGLI OLANDESI CHE DEI 40 DISGRAZIATI NON NE VOGLIONO SAPERE, RAZZA DI BASTARDI CHE ERASMO DA ROTTERDAM SI STA RIVOLTANDO NELLA TOMBA. GRAZIE, CAPITANA, DELLA SUA OSTINAZIONE. UNA CHE PARLA CINQUE LINGUE LO SA CHE IL MONDO È UN TUTT’UNO, E NOI DI QUEL MONDO FACCIAMO PARTE…”