politica

A CHI CONVIENE ANDARE A ELEZIONI ANTICIPATE? NON ALL'ITALIA MA AI LEADER DI PARTITO SI' - SALVINI POTREBBE FERMARE IL DECLINO DELLA LEGA E PURGARE LE LISTE ELETTORALI DEI GIORGETTIANI - GIORGIA MELONI HA IL VENTO IN POPPA E MIRA A INCASSARE IL DIVIDENDO - CONTE SOGNA DI "CONTIZZARE" IL M5S PIAZZANDO IN PARLAMENTO I SUOI FEDELISSIMI E VOTARE PER LETTA SIGNIFICHEREBBE FAR AFFONDARE I RENZIANI - UGO MAGRI: "TUTTI POTREBBERO ACCONTENTARSI DI UNA SCONFITTA E, IN QUALCHE CASO LIMITE, ADDIRITTURA DESIDERARLA PER MOTIVI CHE PUBBLICAMENTE NON SI POSSONO CONFESSARE"

"PER IL QUIRINALE BISOGNA DIALOGARE ANCHE CON LA DESTRA E LAVOREREMO PERCHÉ IL GOVERNO ARRIVI A SCADENZA NATURALE" - GIUSEPPE CONTE: "IL M5S SUBALTERNO AL PD? E' IL PD CHE HA ACCETTATO DI RIDURRE IL NUMERO DEI PARLAMENTARI E IL REDDITO DI CITTADINANZA. UN CAMPO LARGO PER IL CENTROSINISTRA? SE LO ALLARGHIAMO TROPPO DIVENTA UN CAMPO DI BATTAGLIA - PER LA LEGGE ELETTORALE PROPENDIAMO PER UN PROPORZIONALE CON UNA SOGLIA AL 5% - CON GRILLO CI SENTIAMO MOLTO SPESSO, I RAPPORTI SONO BUONI…"

“COSA SAREBBE SUCCESSO SE UNA SIMILE DICHIARAZIONE FOSSE STATA FATTA DA UN ESPONENTE DI DESTRA?” - GIORGIA MELONI IMPALA MONTI, CHE A “IN ONDA” HA AUSPICATO “UN’INFORMAZIONE MENO DEMOCRATICA” SUL VIRUS - PARENZO HA GIUDICATO L’AFFERMAZIONE “MOLTO INTERESSANTE” E SUI SOCIAL IL SIPARIETTO NON È PASSATO INOSSERVATO: “ANNI DI ROTTURE SU BERLUSCONI CHE INSTAURAVA UN REGIME E DI FRONTE A UN SENATORE A VITA CHE SFREGIA DEMOCRAZIA E LIBERA INFORMAZIONE MUTI? VERGOGNATEVI…” - VIDEO

È ARRIVATO IL MOMENTO DI UN ITALIANO ALLA NATO - IL NOSTRO PAESE, CON L'APPOGGIO DI MACRON, PUÒ SPOSTARE L'ASSE DELL'ALLEANZA SUL MEDITERRANEO - ROMA HA UN CREDITO DA RISCUOTERE CON WASHINGTON, DOPO IL FALLIMENTO DELLA CANDIDATURA DI FRATTINI, IMPALLINATO NEL 2004 PERCHÉ TROPPO VICINO A BERLUSCONI (E QUINDI A PUTIN) -  LASCIATE PERDERE L’AUTOCANDIDATURA DI RENZI. IN BALLO RICICCIANO I SOLITI NOMI: GENTILONI, MOGHERINI E ADDIRITTURA FASSINO. MA DRAGHI POTREBBE LANCIARE ANCHE LORENZO GUERINI, CHE DA MINISTRO DELLA DIFESA HA INTRECCIATO BUONI RAPPORTI CON WASHINGTON

LA RICONFERMA DI MATTARELLA AL COLLE? UN PANNICELLO CALDO - MASSIMO FRANCO: "NON RISOLVEREBBE L'INCOGNITA DEL FUTURO DI DRAGHI E DEL SUO GOVERNO. SERVIREBBE SOLO A NASCONDERE LE DIVERGENZE DENTRO E TRA LE FORZE POLITICHE, SENZA SALVARE L'ESECUTIVO. NAPOLITANO, RIELETTO DOPO UNA RICHIESTA PRESSANTE E QUASI UNANIME DEI PARTITI, QUANDO DUE ANNI DOPO SI È DIMESSO, È STATO SALUTATO IN MODO INGENEROSO DA MOLTE DELLE STESSE FORZE POLITICHE CHE LO AVEVANO PREGATO DI ACCETTARE. CONGELARE IL PRESENTE SIGNIFICHEREBBE SOLO RINVIARE I CONTI CON LA NUOVA FASE CHE L'ITALIA SI TROVA DI FRONTE…"

LARGO AL CAMPO LARGO! – ENRICO LETTA TENDE LA MANO A BERLUSCONI: “DOBBIAMO COSTRUIRE QUALCOSA CHE SIA VINCENTE RISPETTO AL 40% RAPPRESENTATO DA SALVINI E MELONI. IL CAMPO LARGO DEVE ESSERE DAVVERO LARGO”. BASTA FARE I CONTI: IL PD È AL 20% E I CINQUE STELLE AL 12. BASTA AGGIUNGERE L’8% DI FORZA ITALIA E COME PER MAGIA SI ARRIVA AL 40. A CUI ANDREBBE AGGIUNTO CALENDA, CHE PERÒ SUBITO FA LO GNORRI: “DA 30 ANNI L'UNICA RAGIONE DI STARE INSIEME È NON FARE VINCERE GLI ALTRI, SEMBRA IL PALIO DI SIENA. IO NON LO CONDIVIDO"

IL “CENTRINO” È TROPPO PICCOLO PER TENERE INSIEME L’EGO DI RENZI E QUELLO DI CALENDA – MATTEUCCIO E CARLETTO DA SETTIMANE SI MANDANO CORDIALMENTE A QUEL PAESE, NEL TENTATIVO DI FREGARSI A VICENDA UNO ZERO VIRGOLA – DALLA LEOPOLDA A BIN SALMAN: TUTTI GLI SCAZZI TRA I DUE – VELARDI: “SONO DUE PERSONE INTELLIGENTI CHE PENSANO DI ESSERE MEGLIO DEGLI ALTRI, IL CHE È VERO. IL PROBLEMA È CHE NON HANNO I VOTI. E IL LORO NARCISISMO FRUSTATO DALLO SCARSO CONSENSO FINISCE PER…

NEL PAESE DEI CONTE, ANCHE DI MAIO SEMBRA UN RE – MENTRE IL MOVIMENTO 5 STELLE IMPLODE TRA TABÙ CHE CADONO E CONSENSI CHE CROLLANO, L’IMMAGINE DI LUIGINO RIMANE INTONSA. ANZI, MIGLIORA: SI DICE CHE DRAGHI LO STIMI, E AI CONSIGLI DEI MINISTRI LUI SI ATTEGGIA A TECNICO E DISPENSA CONSIGLI DA STATISTA – DA MANETTARO A GARANTISTA, DA GILET GIALLO A FAN DEL TRATTATO DEL QUIRINALE: LA TRASFORMAZIONE DELL’EX BIBITARO, CHE MENTRE CONTE ARRANCA, È L'UNICO CHE TOCCA PALLA SULLE NOMINE (VEDI ALLA VOCE RAI)

IL CARROCCIO RIMESSO IN RIGA. ANZI, IN FEDRIGA – IL PRESIDENTE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA È LA VERA ANIMA GOVERNATIVA DEL CARROCCIO: FILO-DRAGHIANO, SUPER-MODERATO, CATTOLICO E MAI STATO NO-EURO, DURISSIMO CON I NO-VAX – MERCOLEDÌ IN CONFERENZA STAMPA DRAGHI, SPERANZA E GELMINI LO HANNO RINGRAZIATO A PIÙ RIPRESE - E IN MOLTI INIZIANO A PENSARE CHE SAREBBE IL SOSTITUTO IDEALE DI SALVINI ALLA SEGRETERIA, O COMUNQUE IL CANDIDATO PERFETTO PER RIUNIRE LA COALIZIONE DI CENTRODESTRA

“BISOGNA TROVARE DELLE MODALITÀ MENO DEMOCRATICHE DI DOSAGGIO DELL’INFORMAZIONE” – MARIO MONTI A “IN ONDA” INVOCA CON SERENITÀ LA CENSURA DELLA STAMPA E LA CREAZIONE DI UNA SPECIE DI MINISTERO DELLA PROPAGANDA: “ABBIAMO ACCETTATO LIMITAZIONI MOLTO FORTI ALLA NOSTRA LIBERTÀ DI MOVIMENTO. IL GOVERNO ISTRUITO DALLE AUTORITÀ SANITARIE DOVREBBE TENERE LE REDINI DI QUESTO MODELLO DI COMUNICAZIONE"  – E I TRE GIORNALISTI IN STUDIO (C'ERA ANCHE DAMILANO) CHE FANNO? LO INCALZANO? SI INCAZZANO? MACCHÈ: "È UN CONCETTO INTERESSANTE. SPIEGHI BENE CHE POI IN RETE…” – VIDEO

CAVOLETTI DI BRUXELLES – L’UNIONE EUROPEA NON SI FIDA DELL’ITALIA, NONOSTANTE DRAGHI: I RILIEVI CHE HANNO ACCOMPAGNATO L’APPROVAZIONE DELLA MANOVRA NON SONO CASUALI – I TECNICI DELL’UE SONO ALLARMATI DA DUE NODI CRUCIALI: IL PRIMO RIGUARDA LA RICHIESTA DEI PRESTITI. L’ITALIA È L’UNICO PAESE AD AVER CHIESTO L’INTERO PACCHETTO SIA DI “GRANTS” CHE “LOANS”. E POI C’È L’ALLARME SULLA “MESSA A TERRA” DELLE OPERE. CIOÈ LA COSTRUZIONE CONCRETA DELLE INFRASTRUTTURE…

MATTARELLA BIS? YES! – GLI AMERICANI TIFANO PER UN SECONDO MANDATO DI SERGIONE. IL POLITOLOGO JOSEPH LA PALOMBARA (YALE): “A WASHINGTON NESSUNO DUBITA CHE SAREBBE UNA BUONA NOTIZIA PER IL PAESE” – “LA LEADERSHIP DI DRAGHI NELL'UE È  ESSENZIALE, TANTO PIÙ ORA CHE ANGELA MERKEL È PRONTA A RITIRARSI. PUÒ CONTINUARE A DARE IL SUO CONTRIBUTO PIÙ FACILMENTE DA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO” – “BERLUSCONI? LA SUA ELEZIONE SAREBBE AMPIAMENTE CONSIDERATA, SE NON UN DISASTRO ALL’ITALIANA, QUALCOSA DI SIMILE A UNO SCHERZO”

DEMOLITION RENZI! – MATTEUCCIO SBRANA LETTA: “SPERO CHE IL SANTO NATALE FACCIA RECUPERARE SAGGEZZA ALL’AMICO ENRICO. VOTARE INSIEME AL CENTRODESTRA PER IL QUIRINALE È UN DOVERE ISTITUZIONALE E ALGEBRICO" - "NON PUÒ ESPELLERCI UNA VOLTA A SETTIMANA. PER FARE UN CAMPO LARGO MI PARE CHE STIA ESAGERANDO CON I CARTELLINI ROSSI” – “LA FOTO DI DI MAIO CON MACRON E DRAGHI SIMBOLEGGIA LA FINE DEI CINQUESTELLE. ERA DAI TEMPI DI SAN PAOLO A DAMASCO CHE NON ASSISTEVAMO A CONVERSIONI COSÌ SPETTACOLARI…”

IL VOTO DEI CATTOLICI VAL BENE UNA MESSA – MACRON DOPO LA FIRMA DEL TRATTATO DEL QUIRINALE È CORSO DA PAPA FRANCESCO: IL TOYBOY DELL’ELISEO HA UN DISPERATO BISOGNO DEL CONSENSO DEI CATTOLICI FRANCESI, CONSIDERATI L’AGO DELLA BILANCIA NELLE ELEZIONI PRESIDENZIALI DEL PROSSIMO ANNO – MACRON È PREOCCUPATO CHE ZEMMOUR E LE PEN FACCIANO FILOTTO TRA GLI ELETTORI TRADIZIONALISTI. NON È UN CASO CHE NEL COLLOQUIO SI SIA PARLATO DI COME SALVARE L’EUROPA DALLE SPINTE DEI PARTITI SOVRANISTI… - VIDEO

TE C’HANNO MAI MANDATO? – CONTE FA CADERE ANCHE L’ULTIMO TABÙ DEI CINQUE STELLE: IL LIMITE DEI DUE MANDATI! QUALE CHE SIA LA DEROGA, IN MOLTI RIMARRANNO SCONTENTI: CON IL TAGLIO DEI PARLAMENTARI E IL CONSENSO AL LUMICINO, AL PROSSIMO GIRO RISCHIANO DI ESSERE ELETTI UNA SETTANTINA DI PARLAMENTARI. CONSIDERANDO I BIG INTOCCABILI E I NOMI ESTERNI "MADE IN GIUSEPPI”, AI PEONES RIMARRANNO UNA MANCIATA DI POSTI. SE COSÌ STANNO LE COSE,  FARANNO DI TUTTO PER RIMANERE INCOLLATI ALLA POLTRONA E NON FAR FINIRE LA LEGISLATURA ANZITEMPO (E IL VOTO PER IL QUIRINALE SARÀ UN LIBERI TUTTI…)

SALVINI COI PENULTIMATUM È MEJO DI CONTE – IL “CAPITONE” CONTINUA A MINACCIARE DI STACCARE LA SPINA AL GOVERNO (MA NON LO FARÀ): “CI DANNEGGIA, PER LA LEGA È UN DISASTRO” – “DRAGHI PORTI A CASA LA MANOVRA, COMINCI A METTERE A TERRA IL PNRR POI MEGLIO ANDARE A VOTARE”. MA GRAN PARTE DEL SUO PARTITO NON È D’ACCORDO, ANZI, VORREBBE STARE CON DRAGHI ANCHE DOPO IL 2023 (CHIEDERE A GIORGETTI) – LE BORDATE A LAMORGESE: “QUANDO ARRIVA LA VARIANTE AFRICANA E INTANTO SBARCANO 500 MIGRANTI CHE ARRIVANO DAL CONTINENTE AFRICANO IO QUALCHE INTERROGATIVO ME LO PONGO”

SOGNO O SONDAGGIO? – MELONI IN ESPANSIONE: FRATELLI D’ITALIA ARRIVA AL 19,8% ROSICCHIANDO UN ALTRO PUNTO ALLA LEGA (CHE PERDE LO 0,9 E SI FERMA AL 19,1% DELLE PREFERENZE) - AL PRIMO POSTO C’È SEMPRE IL PD, CON IL 20,8, IL MOVIMENTO 5 STELLE BY CONTE NON TIRA E SCENDE AL 15,5% - GLI ITALIANI SONO SEMPRE PIÙ DISTANTI DALLE BEGHE DELLA POLITICA. SONO PREOCCUPATI DAL COVID E DALLE PROSPETTIVE ECONOMICHE. E INFATTI CRESCE LA FIDUCIA NEL GOVERNO E IN DRAGHI – LA RILEVAZIONE DI PAGNONCELLI

“CARO CONTE NOI NON LE SIAMO OSTILI MA NON COMPRENDIAMO LA SUA OSTINAZIONE NEL FARE UN MESTIERE CHE NON È IL SUO” - VITTORIO FELTRI STRAPPA LA POCHETTE A “GIUSEPPI”: “INVECE DI TORNARE IMMANTINENTE NEL SUO STUDIO LEGALE È RIMASTO NEL PANDEMONIO ROMANO NELLA CONVINZIONE ERRATA DI POTER SVETTARE. CIAO MAMMA. SI È PERSUASO DI DIVENTARE LEADER PENTASTELLATO, SENZA ACCORGERSI DI NON AVERE GLI ATTRIBUTI NECESSARI. A PARTE MARCO TRAVAGLIO CHE LO STIMA, NESSUNO O POCHI GRILLINI LO CONSIDERANO UN CAPO ACCETTABILE…”

CONTE OUT! - LA FRASE DI GRILLO SU CONTE "GIUSEPPI" “SPECIALISTA DEL PENULTIMATUM” HA FATTO SALTARE IL TAPPO AL MALCONTENTO TRA I GRILLINI. BEPPE-MAO, CHE HA DOVUTO DIGERIRE LA LEADERSHIP DI “GIUSEPPI”, NON VEDE L’ORA DI FARLO FUORI E PIAZZARE LA RAGGI A CAPO DEL MOVIMENTO - IL “PULCINO” MARIO TURCO SMINUISCE L’ELEVATO DI TORNO: “. IL SUO ACUME E LE SUE VISIONI SONO UN VALORE AGGIUNTO. LE SUE BATTUTE E IL COLORE LE ACCOGLIAMO IN SENSO POSITIVO E CONTESTUALIZZIAMO…”

TRIPOLI E TRIBOLI - DOPO L'ESCLUSIONE DI SAIF GHEDDAFI DALLE ELEZIONI PRESIDENZIALI, PARTE IL SILURO CONTRO IL GENERALE HAFTAR: LA PROCURA MILITARE DI MISURATA, CHE LO CONSIDERA IL NEMICO PUBBLICO NUMERO UNO, LO HA CONDANNATO A MORTE PER UNA SERIE DI RAID AEREI LANCIATI FRA IL 2019 E 2020 QUANDO L'ESERCITO DI HAFTAR ASSEDIAVA LA CAPITALE - LA MOSSA PUNTA A TAGLIARE LE GAMBE ALLA CANDIDATURA DEL BAFFO FORTE DELLA CIRENAICA: DIETRO CI SONO I FRATELLI MUSULMANI, CHE VOGLIONO FAR SALTARE IL VOTO CON L'APPOGGIO DELLA TURCHIA…