business

MUSK E TRUMP GIOCANO A CHI È PIÙ MATTO – IL NUOVO PROPRIETARIO DI TWITTER HA RIAMMESSO L’EX PRESIDENTE IN NOME DELLA "VOX POPULI", MA QUELLO L’HA SFANCULATO RIFIUTANDO. E ELON SI È VENDICATO, COME SUO SOLITO, CON UN MEME – RAMPINI E IL RAPPORTO BURRASCOSO TRA I DUE: “MUSK - 51 ANNI E UN PATRIMONIO CHE VALE ESATTAMENTE CENTO VOLTE QUELLO DEL PALAZZINARO NEWYORCHESE - LO HA FATTO IMBESTIALIRE RIVELANDO DI NON AVER MAI VOTATO PER LUI. PEGGIO, SULL'EX PRESIDENTE HA AGGIUNTO..."

PERCHÉ ELON MUSK SI METTE A FLIRTARE CON SALVINI? LO SPIEGA IACOBONI: “NELLE SETTIMANE CHE PRECEDONO L'ACQUISTO DI TWITTER DA PARTE DEL BOSS DI TESLA E STARLINK, È IN CORSO IN ITALIA UN LAVORO SILENZIOSO PER PARTECIPARE ALL'ACQUISIZIONE. UNIPOL ENTRA IN CONTATTO CON MUSK E ALLA FINE PRENDE PARTE, CON L'1 PER CENTO, ALLA COMPAGINE FINANZIARIA DELL'ACQUISTO DEL SOCIAL NETWORK AMERICANO. DEI CIRCA 40 INVESTITORI MONDIALI DELLA CORDATA-MUSK, UNIPOL È L'UNICO INVESTITORE FINANZIARIO EUROPEO E MA MUSK SA CHE IN ITALIA C'È L'UNICO GOVERNO CHE NON GLI È OSTILE…”

“ABBIAMO DA RIMPROVERARE SOLO NOI STESSI” – I RICCHI INVESTITORI TRUFFATI DA ELIZABETH HOLMES SONO IN IMBARAZZO PER LA CONDANNA A 11 ANNI DI GALERA. SI ERANO FATTI FREGARE DALLA BIONDINA CHE MILLANTAVA UN SISTEMA RIVOLUZIONARIO PER ANALIZZARE IL SANGUE DA UNA GOCCIA, “THERANOS”, CHE IN REALTÀ NON HA MAI FUNZIONATO. MA COME HA FATTO A INFINOCCHIARE MURDOCH, KISSINGER, LARRY ELLISON? SECONDO ALCUNI, È PIÙ VITTIMA CHE CARNEFICE: SAREBBE TUTTA COLPA DELLA SPREGIUDICATA CULTURA DELLA SILICON VALLEY…

È L’ITALIA, BELLEZZA: CI LAMENTIAMO DEI TERRITORI ASFITTICI, POI QUANDO C’È UN’IMPRESA CHE INVESTE LA OSTACOLIAMO – PRENDETE IL CASO DI LODI: ESSELUNGA DAL 2019 VUOLE COSTRUIRE UN SUPERMERCATO DI FRONTE ALLA STAZIONE FERROVIARIA E TRA RICORSI E ITER AUTORIZZATIVI È ANCORA TUTTO FERMO. ORA SPETTA AL CONSIGLIO DI STATO DECIDERE ENTRO DUE MESI SUL RICORSO PRESENTATO DALLA SOCIETÀ ATTIVITÀ EDILIZIE PAVESI, CHE SI OCCUPA DEI LAVORI DI VIABILITÀ SUL QUARTIERE. NEL FRATTEMPO, SONO GIÀ STATE COSTRUITE LE ROTONDE PROVVISORIE, CHE RISCHIANO DI DOVER ESSERE DEMOLITE. E IL COMUNE POTREBBE PERDERE 2 MILIONI DI EURO…

APOCALYPSE TWITTER! – DOPO IL CAOS LEGATO ALL’ONDATA DI DIMISSIONI E GLI SLOGAN CONTRO MUSK SULLA SEDE (“È UN IDIOTA”), LA SOCIETÀ HA CHIUSO GLI UFFICI E SOSPESO TUTTI I BADGE FINO A LUNEDÌ. SE LASCIASSERO DAVVERO MILLE DIPENDENTI SU 3500, LA PIATTAFORMA RISCHIA DI AVERE ENORMI PROBLEMI DI SICUREZZA E FUNZIONAMENTO. ELON MUSK INTANTO CONTINUA A TROLLARE TUTTI TWITTANDO COSE A CASO E MEME: ORMAI HA CAPITO CHE QUEI 44 MILIARDI CHE HA INVESTITO POTEVA BUTTARLI DIRETTAMENTE NEL CESSO...

ELON MUSK HA SPESO 44 MILIARDI PER DIVENTARE IL “BECCHINO” DI TWITTER – I DIPENDENTI DEL SOCIAL NETWORK HANNO RESPINTO L’ULTIMATUM DEL NUOVO PROPRIETARIO, CHE AVEVA CHIESTO LORO DI LAVORARE UN NUMERO IMPRECISATO DI ORE O DI LASCIARE. ALMENO MILLE SU 3500 HANNO SCELTO DI DIMETTERSI, E LA PIATTAFORMA RISCHIA DI RIMANERE SENZA INGEGNERI – INTANTO È VIRALE L’HASHTAG #RIPTWITTER, E ANCHE IL MILIARDARIO SEMBRA VOLER GETTARE LA SPUGNA: “COME FARE UNA PICCOLA FORTUNA SUI SOCIAL MEDIA? COMINCIARE AVENDONE UNA LARGA…" - È L'ENNESIMA TROLLATA O È DAVVERO DISPERATO?

MI SI È SPENTO IL BAZOOKA – CHRISTINE LAGARDE ANNUNCIA LA NUOVA STRETTA SUGLI ACQUISTI DI TITOLI: “A DICEMBRE DEFINIREMO I PRINCIPI-CHIAVE PER RIDURRE IEL PORTAFOGLIOD I BOND” – “DOBBIAMO ALZARE ANCORA I TASSI DI INTERESSE. È OPPORTUNO CHE IL BILANCIO SIA NORMALIZZATO, MA MANTERREMO LA FLESSIBILITÀ NEI REINVESTIMENTI E LO SCUDO ANTI-SPREAD” (BASTERÀ PER MANTENERE BASSA LA TENSIONE SUI PAESI AD ALTO DEBITO COME L’ITALIA?) - IL TASSO DEL BTP DECENNALE SUPERA IL 4% DOPO LE PAROLE DELLA PRESIDENTE DELLA BCE

CHE SUCCEDE A TIM? LO SCOPRIREMO SOLO VIVENDI – DIETRO ALLE DIMISSIONI DI CADORET DAL CDA C’È LA VOLONTA' DEI FRANCESI DI ARRIVARE A UN TOTALE AZZERAMENTO DEL CDA (IN CUI CI SONO ANCORA RAPPRESENTANTI DELL'EX SOCIO ELLIOTT) - ANCORA NON È STATO TROVATO L’ACCORDO PER SOSTITUIRE IL CONSIGLIERE LUCA DE MEO – SALVATORE ROSSI SI È INCOLLATO ALLA POLTRONA DI PRESIDENTE DOVE BOLLORÉ VUOLE PIAZZARE MASSIMO SARMI COL CONSENSO DI CDP – L'INDECISIONISMO DI GIORGETTI, LE PERPLESSITÀ DI CDP SUI CONTINUI VIAGGI DI LABRIOLA A PARIGI…

NON È ANCORA FIN-ITA! – IL NUOVO PRESIDENTE DELL’EX ALITALIA, ANTONINO TURICCHI, È UNO DEI DUE “SINISCALCO-BOY” IN ASCESA (L’ALTRO È DARIO SCANNAPIECO, AD DI CDP). SPETTERÀ A LUI FARE DA REGISTA ALLA VENDITA DELLA COMPAGNIA AEREA: DOPO L’AZZERAMENTO BY GIORGETTI DELLA TRATTATIVA ESCLUSIVA CON CERTARES, LUFTHANSA E MSC HANNO APERTO UN NUOVO CANALE PER IL NEGOZIATO – L’IRONIA SU “ALI-MANNO”: TURICCHI È STATO DIRETTORE ESECUTIVO DEL COMUNE DI ROMA QUANDO ERA SINDACO GIANNI ALEMANNO. LA CUI SORELLA, GABRIELLA, È APPRODATA NEL NUOVO CDA

BOTTA DI "KOO" - LA PIATTAFORMA DI MICROBLOGGING "MADE IN INDIA" "KOO" HA APPENA RAGGIUNTO I 50 MILIONI DI UTENTI, DIVENTANDO LA SECONDA PIÙ GRANDE AL MONDO DOPO TWITTER - L'APPLICAZIONE, CHE È STATA FONDATA DUE ANNI FA DOPO CHE TWITTER RIFIUTÒ L'ORDINE DEL GOVERNO DI DELHI DI CANCELLARE ALCUNI CONTENUTI, HA AVUTO UN AUMENTO VERTIGINOSO DOPO CHE MUSK HA ANNUNCIATO CHE ALCUNI SERVIZI DI TWITTER SARANNO A PAGAMENTO - UNO DEI SEGRETI DEL SUO SUCCESSO È CHE CONSENTE AGLI UTENTI DI…

TETTO CHE SCOTTA – A NOVE MESI DALL’INVASIONE UCRAINA, ARRIVA FINALMENTE LA PROPOSTA DELLA COMMISSIONE EUROPEA SUL PRICE CAP AL GAS: SARÀ FISSO E ATTIVABILE SOLO IN CONDIZIONI ECCEZIONALI, MA, PRECISANO DA BRUXELLES, È PENSATA COME “UN DETERRENTE, PER DARE CERTEZZA AL MERCATO, E NON INTACCHERÀ LE FORNITURE” – IL MECCANISMO SCATTERÀ QUANDO IL PREZZO SUPERERÀ UNA CERTA SOGLIA, MA NON SI APPLICHERÀ AGLI SCAMBI FUORI BORSA (CON IL RISCHIO CHE SI INTENSIFICHINO LE COMPRAVENDITE MENO TRASPARENTI)

ELLIOTT E LE STORIE TESE – IL MEGA FONDO AMERICANO LASCIA LA CITY? DA GIORNI SI RINCORRONO LE VOCI, E DIETRO POTREBBE ESSERCI UN RIASSETTO COMPLESSIVO DELL’HEDGE FUND: LO STORICO SENIOR PORTFOLIO MANAGER AMERICANO MARK LEVIN, BRACCIO DESTRO DI GORDON SINGER (FIGLIO DEL FONDATORE DEL FONDO, PAUL), CHE PER ANNI HA GUIDATO LE OPERAZIONI EUROPEE INSIEME AL FRANCESE FRANCK TUIL, POTREBBE FARSI DA PARTE. SAREBBE IL SEGNALE CHE LA SVOLTA EUROPEA È VICINA. E CON ESSA UN RIDIMENSIONAMENTO DI SINGER JUNIOR…

GRANDI MOVIMENTI IN CASA LEONARDO - PROFUMO È IMPEGNATO IN UN ATTIVISSIMO LAVORO PER SOSTENERE LA PROPRIA RICONFERMA A CAPO DEL GRUPPO. MA LA LISTA DEI DELUSI È AMPIA, FUORI E DENTRO L’AZIENDA. MAI PRIMA D’ORA SI ERA VISTO UN ALTO ESPONENTE DEL MONDO MILITARE TUONARE CONTRO I RITMI RILASSATI DI LEONARDO - L’UNICA FOTO SUL COMODINO DI "ARROGANCE" RIMANE QUELLA DI PAOLO GENTILONI A CUI OGNI SERA RIVOLGE AFFETTUOSE PREGHIERE PERCHÉ IL COMMISSARIO ECONOMICO EUROPEO POSSA INTERCEDERE ANCORA UNA VOLTA PER LUI COME FU QUANDO IL BANCHIERE FU CATAPULTATO IN LEONARDO CON GROSSA SORPRESA DI TUTTI...

“E' AUMENTATA LA PROBABILITÀ DI UNA RECESSIONE TECNICA NELL'AREA EURO” - LO COMUNICA IL VICEPRESIDENTE DELLA BCE, LUIS DE GUINDOS: “LA VULNERABILITÀ DI FAMIGLIE, IMPRESE E GOVERNI PIÙ INDEBITATI È IN AUMENTO NELL'AREA EURO E, SE LE PROSPETTIVE PEGGIORANO ULTERIORMENTE, NON PUÒ PIÙ ESSERE ESCLUSO UN AUMENTO DI DEFAULT AZIENDALI, SPECIE PER LE IMPRESE ENERGIVORE” - L’INVITO AI GOVERNI AD "ASSICURARE CHE GLI AIUTI AI SETTORI VULNERABILI SIANO MIRATI, E NON INTERFERISCANO CON LA NORMALIZZAZIONE DELLA POLITICA MONETARIA"

“POTREBBE ESSERE TROPPO TARDI PER INVERTIRE COMPLETAMENTE LA ROTTA” – L’ALLARME DI FABIO PANETTA, MEMBRO ITALIANO DEL COMITATO ESECUTIVO DELLA BCE: “SE SIAMO STATI TROPPO FRETTOLOSI POTREMMO SOTTOPORRE L'ECONOMIA A UNA STRETTA ECCESSIVA. SE NON SI CORREGGE RAPIDAMENTE, CIO' POTREBBE COMPORTARE UNA PERDITA PERMANENTE DI PRODUZIONE, POICHÈ LA CAPACITA' PRODUTTIVA SI ADEGUA A UNA DOMANDA SIGNIFICATIVAMENTE E PERSISTENTEMENTE PIU' BASSA. DI FATTO BISOGNA STARE MOLTO ATTENTI ALLA TENUTA DEI CONTI. UN INTERVENTO TARDIVO POTREBBE ESSER FATALE…

È FINITA LA PACCHIA PER BIG TECH? - I GIGANTI DELLA TECNOLOGIA SONO ALLE PRESE CON LA PEGGIORE CRISI DELLA LORO STORIA: META HA BRUCIATO OLTRE 700 MILIARDI DI DOLLARI DI VALORE DI MERCATO IN UN SOLO ANNO, MA ANCHE ALPHABET (SOCIETÀ MADRE DI GOOGLE) E AMAZON HANNO VISTO UN RALLENTAMENTO DELLA LORO CRESCITA - LE CAUSE DI QUESTO DECLINO? L'ILLUSIONE CHE IL BOOM TECNOLOGICO DOVUTO ALLA PANDEMIA SAREBBE DURATO PER SEMPRE (MA ANCHE LA CRISI DEI MICROCHIP) - PER TAMPONARE L'EMORRAGIA, LE AZIENDE HANNO ANNUNCIATO LICENZIAMENTI DI MASSA E IL BLOCCO DELLE ASSUNZIONI…