business

IL CIBO COME ARMA DI GUERRA - IL BLOCCO ALL'AGRICOLTURA UCRAINA SIGNIFICA AFFAMARE UN PEZZO DI MONDO GIÀ IN GRAVI DIFFICOLTÀ: CI SONO GIA’ FORTI PROTESTE PER GLI AUMENTI DEL PREZZO DEL PANE IN LIBANO E IN EGITTO, I PAESI PIU’ DIPENDENTI DALL'EXPORT DA RUSSIA E UCRAINA - PROBLEMI ANALOGHI IN TUTTO IL NORD AFRICA. PER EVITARE DI RIMANERE CON I MAGAZZINI VUOTI, L'EGITTO HA APPENA SIGLATO UN ACCORDO CON L'INDIA PER IMPORTARE UN MILIONE DI TONNELLATE DI GRANO, E NE HA CHIESTE 240 MILA ENTRO APRILE…

IL GREGGIO DEVE ANCORA VENIRE – IL SESTO PACCHETTO DI SANZIONI EUROPEE CONTRO MOSCA STA PER ARRIVARE, E PROBABILMENTE CONTERRÀ ANCHE L’EMBARGO AL PETROLIO RUSSO. LO CONFERMA URSULA VON DER LEYEN: L’OBIETTIVO PRIMARIO È RIDURRE LE ENTRATE DI PUTIN. STIAMO SVILUPPANDO MECCANISMI INTELLIGENTI IN MODO CHE ANCHE IL PETROLIO POSSA ESSERE INCLUSO NEL PROSSIMO PACCHETTO. QUELLO CHE NON DEVE ACCADERE È CHE PUTIN FACCIA PAGARE PREZZI ANCORA PIÙ ALTI SU ALTRI MERCATI” – I TEDESCHI QUESTA VOLTA ACCETTERANNO O SI METTERANNO DI NUOVO DI TRAVERSO?

BPM, UN’ASSICURAZIONE PER IL FUTURO - DIETRO ALLA MOSSA DI CREDIT AGRICOL SU BANCO BPM C’È ANCHE LA PARTITA DELLA BANCASSICURAZIONE PER CUI ERA SCESA IN CAMPO AXA – LA COMPAGNIA ERA INTERESSATA A COMPRARE UNA QUOTA DI MAGGIORANZA DEL BUSINESS ASSICURATIVO DELL’ISTITUTO DI CASTAGNA. E COSÌ LA BANCA FRANCESE GUIDATA DA MAIOLI È SALITA AL 9,2% PER SCORAGGIARE L’OPERAZIONE. ORA PERÒ L’AGRICOLE POTREBBE DECIDERE DI SALIRE ANCORA - LA PARTITA SI INTRECCIA CON QUELLA SU MPS

 

CHI C’È DIETRO INVESTCORP, LA SOCIETÀ CHE VUOLE METTERE LE MANI SUL MILAN? L’ATTUALE PRESIDENTE OPERATIVO È MOHAMMED MAHFOODH AL ARDHI, IMPRENDITORE DELL’OMAN ED EX MILITARE. EX PILOTA DI CACCIA, FACEVA PARTE DELLA ROYAL AIR FORCE DELL’OMAN E HA STUDIATO AD HARVARD  - IL GRUPPO, CHE HA INVESTITO ANCHE NELLA MAISON GUCCI, SI OCCUPA DI PRIVATE EQUITY, IMMOBILIARE E GESTIONE DEL CREDITO: AL GIUGNO 2021 CONTAVA 37,6 MILIARDI DI DOLLARI DI ASSET GESTITI E DAVA LAVORO A 430 PERSONE…

PER FARE L’AD DI TIM CI VUOLE UN FISICO BESTIALE - NON AVENDO NIENTE DA FARE, PIETRO LABRIOLA SI RACCONTA A “D-LUI" DI "REPUBBLICA”: “CORRO TRE VOLTE A SETTIMANA, VADO IN PALESTRA E POI NUOTO. GLI AMICI DEL CALCIO MI CHIAMAVANO ‘POLMONE UMANO’. NEI MOMENTI MIGLIORI FACEVO 10 KM IN 46 MINUTI. SONO UN AGONISTA E A FARMI SUPERARE NON CI STO” (AVVISATE HENRY KRAVIS DI KKR) - “IL PECCATO DI GIOVENTÙ È STATO L’ORECCHINO A 16 ANNI. I TATUAGGI LI HO FATTI DOPO, COME OPERE D’ARTE SULLA MIA PELLE” - “LA PRIMA RIUNIONE IN TIM? AVEVO 33 ANNI. ENTRAI NELLA STANZA E PER CINQUE MINUTI RESTAMMO IN SILENZIO. ALLORA DOMANDAI: ‘CHI ASPETTIAMO?’. MI RISPOSERO: ‘IL DOTTOR LABRIOLA’. ‘SONO IO’…”

“LO STIPENDIO DI TAVARES È SCIOCCANTE E ECCESSIVO” - ANCHE EMMANUEL MACRON SI ACCODA ALLA SCIA DI POLEMICHE PER LA RETRIBUZIONE DEL CEO DI STELLANTIS DA 19 MILIONI DI EURO: “DOBBIAMO LOTTARE IN EUROPA PERCHÉ NON CI SIANO REMUNERAZIONE CHE POSSANO ESSERE INGIUSTIFICATE, ALTRIMENTI LA SOCIETÀ ESPLODERÀ”. LO PENSA DAVVERO O È SOLO UN MODO PER PARARE I COLPI A SINISTRA IN VISTA DEL BALLOTTAGGIO PER LE PRESIDENZIALI? IL PRESIDENTE FRANCESE DEVE RACCATTARE QUALCHE CONSENSO TRA GLI ELETTORI DI MELENCHON, ALTRIMENTI DOVRÀ LASCIARE L’ELISEO A MARINE LE PEN

IL DRAGONE NON TEME L’INFLAZIONE (E FA MALE) - LA BANCA CENTRALE CINESE A SORPRESA LASCIA INVARIATI I TASSI DEI SUOI PRESTITI A MEDIO TERMINE E IMMETTE LIQUIDITÀ NEI MERCATI PER CIRCA 23,5 MILIARDI DI DOLLARI - TUTTI SI ASPETTAVANO UNA MOSSA DIVERSA, E INFATTI LE BORSE ASIATICHE SONO TUTTE IN NEGATIVO: UN EVENTUALE AUMENTO DEI TASSI RISCHIAVA DI INDEBOLIRE LA CRESCITA DEL PIL, GIÀ RIVISTA AL RIBASSO. MA DOVER AMMETTERE LA FRENATA DEL PRODOTTO INTERNO LORDO PER UN TIPINO COME XI JINPING NON È SEMPLICE. MEGLIO NON DECIDERE E ASPETTARE CHE LA TEMPESTA PASSI...

GENERALI IN GUERRA: NELLA FONDAZIONE CRT, QUALCOSA NON QUAGLIA - POLEMICHE E VELENI DOPO LA SCELTA DEI VERTICI DI CRT, CAPITANATI DA GIOVANNI QUAGLIA, DI APPOGGIARE LA LISTA CALTAGIRONE, E SENZA AVERE NESSUN RAPPRESENTANTE - UNA DELIBERA CHE È AVVENUTA A MAGGIORANZA (5 VOTI SU 7) E NON ALL’UNANIMITÀ, PRECEDUTA DA RACCOMANDAZIONI A FAVORE DELL’ASTENSIONE E CESTINANDO LA LETTERA DEI CACCIATORI DI TESTE PRO LISTA DONNET A CRT - QUAGLIA AVEVA GIÀ DECISO DI SOSTENERE CALTAGIRONE VISTO CHE NON HA SOTTOPOSTO ALTERNATIVE AI CONSIGLIERI DELLA FONDAZIONE?

I MEDIA FRANCESI PORTATI A BOLLORÉ - L’AUTORITÀ DEI MERCATI DI PARIGI DÀ IL VIA LIBERA AL FINANZIERE BRETONE: VIVENDI POTRÀ LANCIARE UFFICIALMENTE LA SUA OPA SUL GRUPPO LAGARDERE, DI CUI HA GIÀ IL 45% - È LA FINE DELL’IMPERO DEL COLOSSO DELL’EDITORIA FRANCESE, DOPO CHE BERNARD ARNAULT SI È SFILATO LASCIANDO CAMPO LIBERO A BOLLORÉ - È UN TERREMOTO PER IL SISTEMA DEI MEDIA FRANCESI. E ANCHE PER LA POLITICA. IN MOLTI HANNO SOTTOLINEATO LA STRANA COINCIDENZA CON LE PRESIDENZIALI…

“PRESERVIAMO L’IDENTITÀ ITALIANA” (E GLI INTERESSI DI FAMIGLIA) - ALESSANDRO BENETTON SPIEGA IN UNA NOTA LA RATIO DELL’OPA SU ATLANTIA, CHE PORTERÀ AL DELISTING DELLA HOLDING DA PIAZZA AFFARI: SE TUTTI I SOCI ADERIRANNO ALL’OFFERTA DI EDIZIONE E BLACKSTONE L’OFFERTA VARRÀ 12,7 MILIARDI DI EURO - NEL POOL DI BANCHE CHE FINANZIERANNO L’OPERAZIONE CON 8 MILIARDI C’È ANCHE MEDIOBANCA - FONDAZIONE CRT SI È IMPEGNATA A PORTARE IN ADESIONE LA SUA QUOTA: GLI INCROCI DI TORINO TRA I BENETTON, BPM E GENERALI…

“PRIMA DELLA STRETTA SUI POS BISOGNEREBBE TAGLIARE LE COMMISSIONI” - IL GOVERNO ANTICIPA AL 30 GIUGNO LE SANZIONI PER GLI ESERCENTI CHE NON ACCETTANO PAGAMENTI CON IL BANCOMAT E I COMMERCIANTI SI RIBELLANO: “VA POTENZIATO IL CREDITO DI IMPOSTA E BISOGNA PREVEDERE LA GRATUITÀ DEI MICROPAGAMENTI” - CONFESERCENTI FA NOTARE CHE IL GETTITO FISCALE NON È AUMENTATO CON LA CRESCITA DEI POS: “TRA LOTTERIE E OBBLIGHI VARI IL PESO DELLA LOTTA ALL'EVASIONE VIENE CONCENTRATO SULLE NOSTRE SPALLE, MENTRE LE GRANDI PIATTAFORME INTERNAZIONALI CHE OPERANO ONLINE GODONO DI UN REGIME FISCALE FAVOREVOLE”

MUSK TAGLIA LA TESLA AL TORO: È PRONTO A COMPRARSI IL 100% DI TWITTER E RITIRARLA DALLA BORSA - DOPO AVER ACQUISTATO IL 9% DEL SUO SOCIAL NETWORK PREFERITO, IL FONDATORE DI TESLA E SPACEX METTE SUL PIATTO 42 MILIARDI DI DOLLARI CASH (54,20 AD AZIONE). PER LUI SONO NOCCIOLINE, VISTO CHE HA UN PATRIMONIO DA OLTRE 260 MILIARDI. MA LA DIRIGENZA DELLA SOCIETÀ ACCETTERÀ? UN’OFFERTA COSÌ È DIFFICILE DA RIFIUTARE, MA GLI AZIONISTI SONO GIÀ SUL PIEDE DI GUERRA: IERI È STATA LANCIATA UN’AZIONE LEGALE CONTRO MUSK PER…

GIUSEPPE BONO SHOW - IN AUDIZIONE IN SENATO SUL CASO D'ALEMA-COLOMBIA, L'AD DI FINCANTIERI INFILZA TUTTI. NEGA DI ESSERE STATO A CONOSCENZA DI QUANTO FACESSE IL DIRETTORE DELLA DIVISONE MILITARE, GIUSEPPE GIORDO - GIÀ SOSPESO DALLE DELEGHE - E PARLA DEL CANALE APERTO DA BAFFINO CON LA COLOMBIA COME DI “MILLANTERIE” - "QUANDO HO SAPUTO DAI GIORNALI CHE ERA STATO FIRMATO E HO VISTO CHE PER I COLOMBIANI C'ERANO LE FIRME DI DUE CAPITANI DI FREGATA HO DETTO VABBÈ CHE SIAMO... MA ALMENO, DICO, IL CAPO DELLA MARINA. INSOMMA E CHE CAZZO! ALLORA HO BLOCCATO SUBITO TUTTO: BASTA NON SI VA PIÙ AVANTI”

GLI INCROCI DI TORINO TRA ATLANTIA, BPM E GENERALI - LE TRE PARTITE SONO LEGATE DA UN FILO COMUNE: LA FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI TORINO, SOCIO SIA DEI BENETTON SIA DELLA BANCA FINITA NEL MIRINO DELL’AGRICOLE, DOVE SI ATTESTA SOTTO IL 2%. PIÙ O MENO LA QUOTA DETENUTA NEL CAPITALE DEL COLOSSO DELLE ASSICURAZIONI, IN CUI CRT HA UN RUOLO CHIAVE: DALL’INIZIO DELLA CONTESA SULLA GOVERNANCE HA SCELTO DI LEGARSI AL “PATTO DI CONSULTAZIONE” TRA CALTAGIRONE E DEL VECCHIO, E ORA DEVE SCHIERARE IL SUO VOTO IN ASSEMBLEA. IERI PERÒ LE PARTITE AVREBBERO RISCHIATO UNA COLLISIONE...

LA CADUTA DELL’IMPERO (DI) ROMAN - LE AUTORITÀ DELL’ISOLA DI JERSEY, PARADISO FISCALE LEGATO ALLA CORONA BRITANNICA NELLA MANICA, HANNO CONGELATO 5,4 MILIARDI DI STERLINE RICONDUCIBILI ALL’EX PATRON DEL CHELSEA, OGGETTO DI UN PRESUNTO AVVELENAMENTO DURANTE I COLLOQUI PER LA PACE IN UCRAINA - L’ANEDDOTO CHE RISALE AI PRIMI ANNI 2000: ROMAN AVEVA DA POCO ACQUISTATO LA SQUADRA DI CALCIO DI LONDRA E SI FECE ARRIVARE UN SUSHI TAKE AWAY DALL’AZERBAIGIAN CON UN JET PRIVATO, ALLA MODICA CIFRA DI…

CHE SUCCEDE A NEXI? IL TITOLO DEL COLOSSO DEI SERVIZI PER I PAGAMENTI DIGITALI È SCESO A 9 EURO PER AZIONE: DA LUGLIO 2021, QUANDO AVEVA RAGGIUNTO IL MASSIMO DI 19,4 EURO, IL VALORE È COSTANTEMENTE SCESO, FINO A TORNARE QUASI AI LIVELLI DEL PREZZO DELLA QUOTAZIONE DI TRE ANNI FA. EPPURE NEL FRATTEMPO CI SONO STATE LE GRANDI ACQUISIZIONI DI SIA E NETS, E IL MANAGEMENT HA ANNUNCIATO DI ESSERE AL LAVORO PER COSTRUIRE UN MEGA GRUPPO EUROPEO. MA IL MERCATO NON CREDE A QUESTI ECCESSI DI OTTIMISMO - I DUBBI SULLA CONFERMA DELLA PRESIDENTE, MICHAELA CASTELLI

UN WURSTEL DI TRAVERSO ALL’EMBARGO EUROPEO AL GAS RUSSO - COME AL SOLITO, I TEDESCHI CI VOGLIONO FARE FESSI: DICONO DI NON POTER FARE A MENO DEL METANO DI PUTIN. EPPURE A BERLINO BASTEREBBE RIACCENDERE LE CENTRALI NUCLEARI. LA POPOLAZIONE SAREBBE D’ACCORDO, MA IL GOVERNO È INSUFFLATO DALL’IDEOLOGIA DEI VERDI, CHE NON NE VOGLIONO SAPERE: CHIUDERÀ ANCHE LE ULTIME CENTRALI E CHIEDERÀ PIÙ GAS PER LA TRANSIZIONE. A CHI? CERTO, A PUTIN, CHE CON QUEI SOLDI CONTINUERÀ A FINANZIARE LA GUERRA IN UCRAINA…

LE ASSICURAZIONI FANNO BANCO - BPM SI RICOMPRA BPM VITA DAI FRANCESI DI COVEA – I FRANCESI DI CREDIT AGRICOLE STAREBBERO SPINGENDO PER DIVENTARE IL PARTNER DELLE ATTIVITÀ DI BANCASSICURAZIONE DEI MILANESI, FORTE ANCHE DEL FATTO CHE, IN FRANCIA, GESTISCE "IN CASA" LE POLIZZE AGLI SPORTELLI, ED È LEADER DI MERCATO - UN POTENZIALE ANTAGONISTA È L'ALTRO COLOSSO FRANCESE AXA, CHE SAREBBE PRONTO A OFFRIRE FINO A 1,6 MILIARDI - AD AIUTARE CRÉDIT AGRICOLE AD ARRIVARE AL 9,18% DI BPM È STATA JP MORGAN CON UN 6%

L'INFLAZIONE PUÒ SGONFIARE LA GUERRA IN UCRAINA? SE L'AUMENTO DEI PREZZI RECORD NEGLI USA DIVENTA STRUTTURALE, BIDEN NON POTRÀ CONTINUARE A SOFFIARE SUL FUOCO. MA PER GRAN PARTE DEGLI ECONOMISTI, IL FENOMENO È CONGIUNTURALE E TEMPORANEO: UNA VOLTA RAGGIUNTO IL PICCO, I PREZZI TORNERANNO A SCENDERE NATURALMENTE - LA CASA BIANCA PROVA A USARE PUTIN COME CAPRO ESPIATORIO, MA L'INFLAZIONE GALOPPANTE NON È (SOLO) COLPA SUA: LA GENESI SI TROVA NELLO CHOC PROVOCATO DAL COVID E DALL’INCEPPAMENTO DELLA CATENA DEGLI APPROVVIGIONAMENTI. E POI C’ENTRANO ANCHE LE POLITICHE TROPPO ESPANSIVE DELLE BANCHE CENTRALI

LE AZIENDE ITALIANE SI PREPARINO: ARRIVANO LE CONTRO-SANZIONI RUSSE - IL CREMLINO HA MINACCIATO RITORSIONI: POTREBBE VENDERE GLI ASSET (PRESUMIBILMENTE IN RUBLI) O AFFIDARE LE AZIENDE A UN'AMMINISTRAZIONE FIDUCIARIA - SAREBBE UN DISASTRO PER GLI INVESTITORI OCCIDENTALI - IN RUSSIA OPERANO CIRCA 500 SOCIETÀ ISCRITTE A CONFINDUSTRIA, CON UN FATTURATO DI 7,5 MILIARDI E UNO STOCK DI OLTRE 11 MILIARDI. UNIMPRESE CONTA 60 STABILIMENTI DI AZIENDE ITALIANE, ATTIVE NEL SETTORE INDUSTRIALE, IN QUELLO DEI SERVIZI E NELL'AGRO-ALIMENTARE.

L’OPA DELLA VERITÀ - OGGI IL CDA DI EDIZIONE ANNUNCERÀ IL LANCIO DELL’OFFERTA PUBBLICA DI ACQUISTO “DIFENSIVA” SU ATLANTIA PER PREVENIRE PROPOSTE OSTILI DA PARTE DEL CONSORZIO GIP-BROOKFIELD (CHE VOLEVA SCORPORARE LA HOLDING E CEDERE ABERTIS A FLORENTINO PEREZ). LA VALUTAZIONE DOVREBBE OSCILLARE TRA 18-19 MILIARDI, CON UN PREMIO DI CIRCA IL 30% PER I SOCI - LO SCHEMA, CHE HA COME OBIETTIVO IL DELISTING, DOVREBBE ESSERE QUELLO DI UNA NEWCO, CONTROLLATA AL 60% DA EDIZIONE E PARTECIPATA AL 40% DA BLACKSTONE, MA APERTA ANCHE AI SOCI DI LUNGO TERMINE (FONDAZIONE CRT E IL FONDO SOVRANO DI SINGAPORE)

FLASH! – TUTTA COLPA DI FLORENTINO PEREZ: L’ATTACCO DELLO “SQUALO” SPAGNOLO AD ATLANTIA, CASSAFORTE DEI BENETTON, POTREBBE INFLUIRE SULL’ESITO DEL DUELLO CHE VEDE PROTAGONISTI NAGEL-DONNET DA UNA PARTE E DEL VECCHIO-CALTAGIRONE DALL’ALTRA. FINO A IERI, LA QUOTA DEL 3,9% DI GENERALI IN TASCA AD ALESSANDRO BENETTON VENIVA ACCREDITATA AI DUE ARZILLI VECCHIETTI. OGGI L’EREDE BENETTON E’ MOLTO PERPLESSO SUL DA FARSI: PER FARE L’OPA SU ATLANTIA E RESPINGERE LA CONTRO-OPA DI PEREZ HA BISOGNO DEI CAPITALI DI BLACKSTONE E DI ALTRE BANCHE. E METTERSI CONTRO IL ''SISTEMA'' E’ RISCHIOSISSIMO…

I BENETTON TAGLIANO LA TESTA AL TORO E LANCIANO L’OPA DIFENSIVA SU “ATLANTIA” (COME DAGO-RIVELATO). COSÌ I MAGLIARI VENETI TOGLIERANNO LA HOLDING DA PIAZZA AFFARI BRUCIANDO SUL TEMPO I FONDI GIP E BROOKFIELD, CHE PUNTAVANO A PAPPARSI IL GRUPPO PER SPACCHETTARLO E CEDERE IL GIOIELLINO “ABERTIS” A FLORENTINO PEREZ. NON È ESCLUSA UNA CONTRO-RISPOSTA, ANCHE SE LA CORDATA "AVVERSARIA" SOSTIENE DI NON AVERE INTENZIONI OSTILI - IL NODO RESTA IL PREZZO. LA PARTITA È SEGUITA CON MOLTA ATTENZIONE ANCHE A PALAZZO CHIGI, DOVE SI VALUTA L’APPLICAZIONE DEL GOLDEN POWER

MANCA IL GAS? RINGRAZIAMO CONTE E IL GOVERNO GIALLOVERDE - CON IL BLOCCO DELLE TRIVELLE E IL FURORE NO TAP, PEPPINIELLO APPULO HA FAVORITO PUTIN E HA CONTRIBUITO A PORTARE GLI ITALIANI ALLA CANNA DEL GAS - “BLITZQUOTIDIANO”: “IN ADRIATICO C’È UN TESORO DI GAS MA SIAMO BLOCCATI DA PAURE IMMOTIVATE DÌ SUBSIDENZA, CIOÈ ABBASSAMENTO DEL SUOLO. VERO, FALSO? GLI AMBIENTALISTI DICONO CHE È VERO, GLI INGEGNERI IDRAULICI SOSTENGONO IL CONTRARIO.MORALE, TUTTO FERMO. L’ITALIA PIANGE, LA CROAZIA (NOSTRA DIRIMPETTAIA) RIDE. LORO FANNO IL PIENO DI GAS, NOI FACCIAMO IL VUOTO DI IDEE…”