business

LO SCOPRIREMO SOLO VIDENDI – CHE FARANNO I FRANCESI ALL’ASSEMBLEA TIM DI MARTEDÌ, CHIAMATA A ESPRIMERSI SULLA VENDITA DELLA RETE AL FONDO KKR? IL RAMPOLLO YANNICK BOLLORÉ VUOLE ASTENERSI, IL PRESIDENTE ARNAUD DE PUYFONTAINE INTENDE VOTARE CONTRO – LA DESIONE SARÀ PRESA DOMANI, IN UNA CALL CON IL PATRON VINCENT BOLLORÉ – FAR SALTARE IL BANCO SCATENEREBBE GLI SPECULATORI, COME SI È VISTO LO SCORSO MARZO – I RUMORS SU UN NUOVO INTERESSAMENTO DI VIVENDI A MEDIASET LASCIANO IL TEMPO CHE TROVANO…

SE NON LO SAI, SAPIEM!- PER LA GIOIA DI IGNAZIO LA RUSSA, COSI' POTRA' PIAZZARE UN FUNZIONARIO A LUI VICINO, LA SEGRETARIA GENERALE DEL SENATO, ELISABETTA SERAFIN, È STATA INDICATA COME PROSSIMA PRESIDENTE DEL CDA DI SAIPEM DA ENI E CDP (CHE INSIEME DETENGONO IL 44,01% DEL CAPITALE DELLA SOCIETÀ ENERGETICA) - I DUE AZIONISTI PUNTANO A CONFERMARE L'ATTUALE AD, ALESSANDRO PULITI. LE NOMINE SONO PREVISTE PER IL 14 MAGGIO - E AL POSTO DI SERAFIN, COME SEGRETARIO GENERALE DEL SENATO, CHI VERRÀ NOMINATO?

ELKANN A CUCCIA – IL CDA DELLA FONDAZIONE “LA STAMPA – SPECCHIO DEI TEMPI” HA NOMINATO LAPO NUOVO PRESIDENTE – CONSIGLIERE DELEGATO SARÀ ANDREA GAVOSTO, CHE MANTIENE LA CARICA DELLA FONDAZIONE AGNELLI – LA NOMINA SI INSERISCE IN UN PIANO DI MAGGIOR “COORDINAMENTO” (ACCENTRAMENTO?) DELLE INIZIATIVE BENEFICHE DELLA FAMIGLIA AGNELLI, ALLE PRESE CON UN MOMENTO DIFFICILE, VISTA L’INCHIESTA SULL’EREDITÀ DI DONNA MARELLA, IN CUI SONO INDAGATI PROPRIO LAPO E I FRATELLI JOHN E GINEVRA…

PER BRUXELLES QUESTO MATRIMONIO ITA-LUFTHANSA NON S’HA DA FARE – LA COMPAGNIA TEDESCA HA DOVUTO PRESENTARE ALLA COMMISSIONE UE UNA NUOVA LISTA DI IMPEGNI PER GARANTIRE LA CONCORRENZA: I “RIMEDI” PRESENTATI A GENNAIO NON SONO STATI RITENUTI SUFFICIENTI PER DARE L'OK ALLA FUSIONE – SECONDO LA COMMISSARIA MARGRETHE VESTAGER (SEMPRE PRONTA A DIFENDERE GLI INTERESSI DI AIR FRANCE), I DUE VETTORI MESSI INSIEME AVREBBERO UNA POSIZIONE DOMINANTE SULLE ROTTE VERSO IL NORDAMERICA E…

A FORZA DI FARE LO SBORONE, ELON MUSK VA A SBATTERE LA TESTA (E LA TESLA) – LA DECISIONE DI LICENZIARE CON UNA MAIL 14MILA PERSONE È LA CONSEGUENZA DELLE DIFFICOLTA' DELLA CASA AUTOMOBILISTICA DEL PROPRIETARIO DI “X”: LA CONCORRENZA CINESE AVANZA, CON MODELLI PIÙ ECONOMICI E NESSUN INTOPPO ALLA PRODUZIONE. MA È ANCHE L’EFFETTO DELLE MANIE DI GRANDEZZA DI ELON: DURANTE IL COVID HA RADDOPPIATO I DIPENDENTI E AMPLIATO LA PRODUZIONE. QUATTRO ANNI DOPO, I DATI LO SBUGIARDANO…

BUSINESS IS BUSINESS: LA CINA È DI NUOVO VICINA – IL TOUR IN ITALIA DEL MINISTRO DEL COMMERCIO CINESE, WANG WENTAO, SEGNA UNA NUOVA FASE DEI RAPPORTI COMMERCIALI TRA I DUE PAESI, DOPO CHE LA MELONI HA ABBANDONATO LA VIA DELLA SETA – AL CENTRO DELL'INCONTRO I DAZI EUROPEI SULLE AUTO ELETTRICHE CINESI, NODO CRUCIALE NELLO SCAZZO GOVERNO-STELLANTIS (OVVERO DUCETTA VS ELKANN) – E LA VISITA A PECHINO DEL SEGRETARIO AL TESORO USA, JANET YELLEN, CONFERMA CHE L'ECONOMIA OCCIDENTALE NON PUO’ FARE A MENO DEL DRAGONE…

BERLUSCONI È MORTO E ANCHE IL SUO PATRIMONIO IMMOBILIARE NON STA TANTO BENE – “IDRA”, LA SOCIETÀ CHE POSSIEDE LE PRINCIPALI VILLE DI FAMIGLIA, CHIUDE IL BILANCIO 2023 CON UNA PERDITA DI 144 MILIONI DI EURO. L’ANNO SCORSO IL PASSIVO ERA DI SOLI 95 MILIONI. COSA È SUCCESSO? CI SONO STATE RETTIFICHE DI VALORE DI NATURA NON RICORRENTE PER 125,6 MILIONI, CHE HANNO RIDOTTO IL BILANCIO DA 412 A 287 MILIONI – I MAGGIORI ASSET SONO ARCORE (NON IN VENDITA) E VILLA CERTOSA, SUL MERCATO A UN PREZZO CHE PARTIRÀ DA…

C’È LA MANINA DI ELLIOTT DIETRO LE “MAGIE” DI MERLYN? – IL CANDIDATO AD DELLA LISTA PRESENTATA DAL FONDO PER TIM È STEFANO SIRAGUSA. VICINO A BISIGNANI, È STATO VICEDIRETTORE GENERALE DI TELECOM FINO A DICEMBRE DEL 2022. ARRIVÒ 4 ANNI PRIMA, IN COINCIDENZA CON L’INIZIO DELLA SCALATA CHE PORTÒ ELLIOTT AL COMANDO DELLA SOCIETÀ – GIÀ NEL 2015, SIRAGUSA E IL FONDATORE DEL FONDO AMERICANO, PAUL SINGER, SI ERANO INCROCIATI IN UN’ALTRA PARTITA: L’ACCORDO TRA ANSALDO STS E HITACHI – L’INCHIESTA SUL MILAN E L'ALTRA "SUGGESTIVA COINCIDENZA" CHE RIGUARDA PAOLO SCARONI

IL DRAGONE SI ATTACCA AL RATING! – FITCH DECLASSA A “NEGATIVO” IL SUO OUTLOOK SUL RATING SOVRANO DELLA CINA PER I RISCHI LEGATI ALLE FINANZE PUBBLICHE DI PECHINO – L'AGENZIA DI VALUTAZIONE STIMA CHE IL DISAVANZO PUBBLICO CINESE SALIRÀ AL 7,1% DEL PIL NEL 2024, AL LIVELLO PIÙ ALTO DAL 2020. E LA CRESCITA ECONOMICA RALLENTERÀ AL 4,5% NEL 2024 DAL 5,2% DEL 2023 – LA REAZIONE STIZZITA DI PECHINO: “È DEPLOREVOLE, È STATO ESCLUSO L'EFFETTO POSITIVO DELLA POLITICA FISCALE”

POMPE AMARE! TOH, SI AVVICINANO I PONTI DI PRIMAVERA E IL PREZZO DEI CARBURANTI TORNA A SALIRE – AL SELF SERVICE LA BENZINA SUPERA 1,9 EURO AL LITRO, IN AUMENTO DELL'8,3% RISPETTO A QUATTRO MESI FA. COSÌ UN PIENO COSTA IN MEDIA 7 EURO IN PIÙ – E IN AUTOSTRADA LA VERDE È ARRIVATA A 2,5 EURO IN MODALITÀ “SERVITO” – IL CODACONS DENUNCIA SPECULAZIONI: “I RINCARI SI PRESENTANO IN OCCASIONE DELLE PARTENZE DEGLI ITALIANI” – IL FALLIMENTO DEI CARTELLI SUI “PREZZI MEDI” VOLUTI DA URSO

LE LACRIME E IL SANGUE SONO SOLO RINVIATI – GIANCARLO GIORGETTI PRESENTA IL DEF VUOTO (SENZA LE STIME PROGRAMMATICHE) MA FA CAPIRE CHE SARANNO NECESSARI NUOVI SACRIFICI: “STIAMO PENSANDO COME SI POSSA ULTERIORMENTE ANDARE IN DIREZIONE DEI TAGLI DI SPESA”. IL CAPRO ESPIATORI È SEMPRE IL SUPERBONUS: “UN DISASTRO CHE CONDIZIONA IL DEBITO” – POI RIBADISCE LA VOLONTÀ DI CONFERMARE IL TAGLIO DEL CUNEO (CON QUALI SOLDI?) – LA “CENERENTOLA” MPS (“LA SCARPETTA È PRONTA, IL 2024 È L’ANNO BUONO”) E TIM: “LA PROPOSTA DI KKR È L'UNICA REALISTICA”

COME MAI LE QUOTAZIONI DELL’ORO CONTINUANO A SALIRE, FINO A IMPENNARSI DI UN +26% NEGLI ULTIMI SEI MESI? - IL CONGELAMENTO DELLE RISERVE RUSSE PER CIRCA 300 MILIARDI DI DOLLARI AD OPERA DEI GOVERNI OCCIDENTALI SPINGE I PAESI EMERGENTI A PROTEGGERSI. NON INVESTONO PIÙ IN EURO O IN DOLLARI: TEMONO IN FUTURO, DI SUBIRE LO STESSO TRATTAMENTO DELLA RUSSIA. COSÌ GLI ACQUISTI D’ORO DA PARTE DI PAESI COME LA CINA, L’INDIA O L’ARABIA SAUDITA E MOLTI ALTRI SONO PIÙ CHE RADDOPPIATI DA CIRCA 400 TONNELLATE L’ANNO (PRIMA DELLA GUERRA IN UCRAINA) A OLTRE MILLE TONNELLATE L’ANNO NEL 2022 E NEL 2023…

ELON MUSK ANNUNCIA LA PRESENTAZIONE DI UN ROBOTAXI A GUIDA AUTONOMA IL PROSSIMO 8 AGOSTO! – DOPO LE SUE PAROLE, LE AZIONI DI TESLA SONO AUMENTATE DI OLTRE IL 3% - SECONDO IL TYCOON PIENO DI KETAMINA, I MODELLI CON FSD (FULL SELF-DRIVING) "SARANNO SOVRUMANI A TAL PUNTO CHE SEMBRERÀ STRANO IN FUTURO CHE GLI ESSERI UMANI GUIDINO AUTOMOBILI, ANCHE SE ESAUSTI E UBRIACHI!" HA DETTO IN UN POST SU X LO SCORSO MARZO - I PROPRIETARI DI VEICOLI TESLA CON FSD POTRANNO FAR SÌ CHE LE LORO AUTO FUNGANO DA ROBOTAXI, ANZICHÉ RIMANERE PARCHEGGIATE…

ESSILORLUXOTTICA, SALVATE IL SOLDATO MILLERI – MENTRE LA FAMIGLIA DEL VECCHIO, SULLA QUESTIONE TESTAMENTARIA, CONTINUA A FARGLI VEDERE I SORCI VERDI, IL PROXY ADVISOR ISS STRONCA L’AUMENTO DI STIPENDIO DI FRANCESCO MILLERI E PARLA DI “SIGNIFICATIVO DISSENSO” DEGLI AZIONISTI  – LA SOCIETÀ, LA PIÙ IMPORTANTE DEL MONDO NELLA CONSULENZA AGLI INVESTITORI ISTITUZIONALI, SI SPINGE OLTRE: “POICHÉ LE FUNZIONI DI PRESIDENTE E DI AD SONO CUMULATE, È RACCOMANDATO IL VOTO CONTRARIO ALLA RIELEZIONE DI FRANCESCO MILLERI…

FIBRA INDIGESTA – L’APERTURA DI SALVINI AI SATELLITI DI MUSK È UNA ZAPPATA SUI PIEDI: IL GOVERNO HA INVESTITO FIOR DI QUATTRINI SULLA COPERTURA DELLE AREE BIANCHE CON LA FIBRA DI “OPEN FIBER”, SU CUI HA BLINDATO ANCHE I FONDI DEL PNRR. PERMETTERE L'INGRESSO DEL SERVIZIO DI “STARLINK” (PIÙ EFFICIENTE E VELOCE PER I PRIVATI, MENO PER LE AZIENDE) È UNA FREGATURA ANCHE PER TIM, PERCHÉ METTE A RISCHIO IL PIANO DI RETE UNICA – LE RIPERCUSSIONI SULLA SICUREZZA: MUSK CHIEDE LE COORDINATE DEI PONTI RADIO, MA TELECOM SI RIFIUTA PER RAGIONI DI SICUREZZA…

SALVINI, GIÙ LA MUSK! – DOPO CHE IL LEGHISTA HA LODATO ELON MUSK NELL’'INTERVISTA A “LIBERO” (“UNA PERSONA AFFASCINANTE”), IL MILIARDARIO IMPASTICCATO DI KETAMINA RINGRAZIA SU X: “GRAZIE” – IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE ENTRA A GAMBA TESA NELLO SCAZZO TRA TIM E STARLINK: “MI FAREBBE MOLTO COMODO AVERE STARLINK NELLE AREE ATTUALMENTE DISCONNESSE" - IL "CAPITONE", DA SEMPRE CONTRARIO ALLE DROGHE, SA DEL CONSUMO APPASSIONATI DI STUPEFACENTI DA PARTE DI MR TESLA?

MISTERO PIGNATARO: COME HA FATTO IL FINANZIERE BOLOGNESE A DIVENTARE DI COLPO IL SECONDO UOMO PIÙ RICCO D’ITALIA? – IL 53ENNE ENTRA NELLA CLASSIFICA DEI PAPERONI DI “FORBES” CON UN PATRIMONIO DI 27,5 MILIARDI. E DOV’ERA FINO ALL’ANNO SCORSO? TUTTO MERITO DELLA MEGA-RIVALUTAZIONE DELLA SUA PARTECIPAZIONE NELLA “ION INVESTMENT CORPORATION”, PASSATA DA 881 MILIONI A 20,9 MILIARDI – I MARGINI DI GUADAGNO ELEVATISSIMI (2,2 MILIARDI) E L’INDEBITAMENTO DA 10-16 MILIARDI

DOPO 26 ANNI, PER TIM ARRIVA UN TESORETTO DA UN MILIARDO – LA CORTE D'APPELLO DI ROMA HA CONDANNATO LO STATO A RISARCIRE TELECOM PER UN MILIARDO DI EURO, CON LA RESTITUZIONE DEL CANONE CONCESSORIO PRETESO DALLO STATO PER IL 1998, IN SEGUITO ALLA LIBERALIZZAZIONE DEL MERCATO DELLE TELECOMUNICAZIONI – QUESTO MILIARDO ABBATTE IL DEBITO CHE, CON LA CESSIONE DELLA RETE, VERRÀ DIMEZZATO – PALAZZO CHIGI ANNUNCIA RICORSO IN CASSAZIONE – MA IL TITOLO DELLA SOCIETÀ A PIAZZA AFFARI È DECOLLATO ANCORA PRIMA DELL'ANNUNCIO DELLA SENTENZA. LA CONSOB INDAGA…

L’ASCESA DI ANDREA PIGNATARO È COMPLETA: IL “MAGO DELLA FINANZA” ENTRA NELLA CLASSIFICA DEI PIÙ RICCHI D’ITALIA. IL FONDATORE DI “ION GROUP” È AL SECONDO POSTO CON UN PATRIMONIO DI 27,5 MILIARDI DI DOLLARI, DIETRO A GIOVANNI FERRERO – DEL 53ENNE BOLOGNESE SI SA POCHISSIMO, SE NON DALLE CRONACHE DELLE SUE OPERAZIONI: HA APPENA SGANCIATO 1,35 MILIARDI PER RILEVARE “PRELIOS”, DOPO AVER PAPPATO CEDACRI E CERVED, E SOGNA DI FARE CONCORRENZA A BLOOMBERG CREANDO UN GIGANTE DEI DATI FINANZIARI…

RETE DI VENDETTA – COME DAGO-DIXIT, ELON MUSK SI È INCAZZATO CON TIM PERCHÉ LA COMPAGNIA ITALIANA SI È RIFIUTATA DI CONCEDERE LE COORDINATE DEI PONTI RADIO, PER RAGIONI DI SICUREZZA – È IN ATTO UN’OFFENSIVA DEGLI AMERICANI: DA UN LATO STARLINK, CON I SUOI SATELLITI, VUOLE SOSTITUIRSI A OPEN FIBER NELLA COOPERTURA DELLE AREE BIANCHE (RENDENDO INUTILI GLI INVESTIMENTI IN FIBRA OTTICA), DALL’ALTRO KKR CHE AVRÀ IN MANO LA RETE DI TIM ENTRO L’ESTATE – LE MOSSE DI VIVENDI, CHE IERI SI È CHIAMATA FUORI DALLA RIUNIONE DEL COMITATO GOLDEN POWER

CEO GRATIAS! IL NUMERO UNO DI ASTRAZENECA, PASCAL SORIOT, CHIEDE UN AUMENTO DI STIPENDIO DI 2 MILIONI DI STERLINE: ARRIVEREBBE A GUADAGNARE 18,7 MILIONI L'ANNO – MA GLI ADVISOR DELLA SOCIETA FARMACEUTICA BOLLANO COME “ECCESSIVO” IL NUOVO COMPENSO, CHE RISCHIA DI ESSERE BOCCIATO DALL’ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI – È SOLO L'ULTIMO CASO NEL DIBATTITO SUI SUPER-STIPENDI DEI TOP MANAGER DEI COLOSSI MULTINAZIONAL – IL RUOLO DEI FONDI DI INVESTIMENTO, CHE STANNO METTENDO PALETTI ALLE REMUNERAZIONI DEI CEO…

IL DRAGONE SCATENA LA NUOVA FEBBRE DELL’ORO – IL PREZZO DEL METALLO GIALLO CONTINUA A SALIRE E SFIORA IL RECORD DI 80 DOLLARI AL GRAMMO A NEW YORK – C’ENTRANO LE GUERRE IN CORSO, L'IMMINENTE TAGLIO DEI TASSI D'INTERESSE DELLA FEDERAL RESERVE, MA SOPRATTUTTO LA FORTE DOMANDA CHE ARRIVA DA PECHINO – SONO 16 MESI CONSECUTIVI CHE LA BANCA CENTRALE CINESE AUMENTA LE SUE RISERVE DI LINGOTTI – “BLOOMBERG: “E STA GUADAGNANDO POPOLARITÀ TRA I GIOVANI CINESI L'ACQUISTO DI ORO”

MUSK ATTACK! – STARLINK PRESENTA UN RECLAMO ALL’AGCOM E AL MINISTERO DELL’INDUSTRIA CONTRO TIM: “OSTACOLA IL LANCIO DI INTERNET AD ALTA VELOCITÀ IN ITALIA” – SECONDO LA SOCIETÀ, FONDATA DA ELON MUSK, TELECOM NON CONDIVIDEREBBE I DATI DELLO SPETTRO, PER EVITARE INTERFERENZE DI FREQUENZA, COME IMPORREBBE LA LEGGE – STARLINK MINACCIA DI SPOSTARE GLI INVESTIMENTI FUORI DALL’ITALIA E TIM REPLICA: "RICOSTRUZIONE PARZIALE CHE NON TIENE CONTO DELLE INTERLOCUZIONI IN ATTO" - COME MAI QUESTO ATTACCO, DA PARTE DELL’IMPRENDITORE PREFERITO DA GIORGIA MELONI, NEL BEL MEZZO DELLA PARTITA SULLA RETE TIM? SOLO UNA COINCIDENZA?

REGALO DI PASQUA: IL CONTO IN BANCA PROSCIUGATO – IERI MIGLIAIA DI CORRENTISTI DI BNL SI SONO TROVATI ADDEBITI MULTIPLI DI RATE DI MUTUO, PAGAMENTI ELETTRONICI O ALTRE SPESE, CHE HANNO DECURTATO O ANCHE MANDATO IN ROSSO IL SALDO – DOPO ALCUNE ORE, L’ISTITUTO HA RISOLTO IL PROBLEMA “TECNICO-OPERATIVO” E TUTTI I MOVIMENTI INDEBITI SONO STATI STORNATI – ESCLUSO UN ATTACCO INFORMATICO DA PARTE DI HACKER – IL CODACONS ANNUNCIA UN’AZIONE LEGALE PER RICHIEDERE “UN INDENNIZZO DA 500 EURO A CLIENTE”

I GROSSI PROBLEMI IN CASA BERLUSCONI: COME DIVIDERSI LE VILLE LASCIATE DA SILVIO – I CINQUE FIGLI DEL CAV HANNO QUASI COMPLETATO IL RIASSETTO DELLE PROPRIETÀ IMMOBILIARI LASCIATE LORO DAL PADRE. UN TESORO DA 600-700 MILIONI IN TUTTO – A BARBARA VA MACHERIO, A MARINA VILLA CAMPARI E A PIER SILVIO VILLA FELTRINELLI – RESTA IL NODO DELL'ASSET PIÙ PRESTIGIOSO, VILLA CERTOSA, IN SARDEGNA, IN VENDITA PER UNA CIFRA TRA I 300 E I 500 MILIONI – MENTRE ARCORE, UNA VOLTA SFRATTATA MARTA FASCINA, DIVENTERÀ… – VIDEO

DON'T GO HUAWEI - L'INCREDIBILE 'RIVINCITA' DEL COLOSSO CINESE HI-TECH: NEL 2019 ERA STATO INSERITO NELLA "BLACK LIST" COMMERCIALE DI DONALD TRUMP. QUATTRO ANNI DOPO LA SOCIETÀ FA REGISTRARE UN UTILE NETTO DI QUASI 2 MILIARDI DI DOLLARI, CON UN AUMENTO DI OLTRE IL 65% - I NUMERI DA RECORD SONO IL RISULTATO DI UNA SERIE DI SCELTE VINCENTI DELL'AZIENDA, COME IL LANCIO DI NUOVI MODELLI E LA CRESCITA DELLA DIVISIONE CLOUD COMPUTING, MA ANCHE DEL CROLLO DELLE VENDITE DEGLI IPHONE NEL PAESE DEL DRAGONE

C’ERANO UNA VOLTA I VOLI LOW COST – CATTIVE NOTIZIE PER I VIAGGIATORI: I PREZZI DEI BIGLIETTI AEREI SONO AUMENTATI VERTIGINOSAMENTE, NONOSTANTE IL CALO DEI COSTI DI GESTIONE E DEL PREZZO DEL CARBURANTE – LE COMPAGNIE AEREE SONO PASSATE ALL’INCASSO: RYANAIR, NEL 2023, HA TOTALIZZATO 1,31 MILIARDI DI PROFITTI. IL MARGINE OPERATIVO DI VUELING NEL 2023 È STATO DEL 12,4% (CONTRO IL 9,8% DEL 2019) - PER LA TRATTA ROMA-MADRID, CON SCALO A LONDRA, SI ARRIVA A PAGARE FINO A 450 EURO – I RINCARI (DEL 139%) DURANTE LE FESTIVITA’

E VAI COL RISIKO MODAIOLO – ALESSANDRO MICHELE È IL NUOVO DIRETTORE CREATIVO DI VALENTINO: PRENDERÀ IL POSTO DI PIERPAOLO PICCIOLI – 51 ANNI, MICHELE HA RIVOLUZIONATO GUCCI NEI SETTE ANNI IN CUI HA GUIDATO LA CASA DI MODA FIORENTINA (2015-2022), RENDENDOLA IL MARCHIO ITALIANO PIÙ DESIDERATO SU SCALA ONDIALE. RIUSCIRÀ A FARE LO STESSO CON VALENTINO? - IL POST INSTAGRAM DI ALESSANDRO MICHELE: "PER ME È UN GRANDISSIMO ONORE..." - GIANCARLO GIAMMETTI FESTEGGIA: "CARO ALESSANDRO, BENVENUTO FRA NOI"

GLI “ARTIFIZI” E I “RAGGIRI” DI CASA AGNELLI – PER LA PROCURA DI TORINO, JOHN, LAPO E GINEVRA ELKANN AVREBBERO ATTUATO UNA “STRATEGIA EVASIVA” PER NON PAGARE LE TASSE SULL’EREDITÀ DELLA MADRE IN ITALIA E RISPARMIARE TRA I 42 E I 63 MILIONI DI EURO – I DIPENDENTI ASSUNTI DA JOHN ELKANN PER LA GESTIONE DELLE SUE RESIDENZE, IN REALTÀ ASSISTEVANO DI FATTO MARELLA CARACCIOLO. LA PROVA DEL NOVE? QUASI TUTTI GLI INFERMIERI E I CAMERIERI SONO STATI LICENZIATI DA JOHN DOPO LA MORTE DELLA NONNA… - IL NUOVO RICORSO DEGLI AVVOCATI DI FAMIGLIA DOPO IL SECONDO SEQUESTRO...

IL "MONTE" NON TROVA UN PARTNER MA VA A RUBA – IL TESORO HA INCASSATO 650 MILIONI DI EURO VENDENDO UN ALTRO 12,5% DI MPS – PER PIAZZARE 157 MILIONI DI AZIONI C'È VOLUTO MENO DI UN'ORA: MERITO DEGLI ALTI TASSI E DEI 2 MILAIRDI DI UTILI DELL’ISTITUTO NEL 2023 – AL MEF RESTA IL 26,7% DEL CAPITALE. COSA NE FARÀ GIORGETTI? IL PROGETTO PER UN TERZO POLO BANCARIO RESTA COMPLICATO, CON IL NO DI BANCO BPM. LE VOCI DEGLI INVESTITORI SULLA PISTA UNICREDIT: “ORCEL È PIÙ ATTENTO ALLE SIRENE DELLA POLITICA DI QUEL CHE VUOL FAR CREDERE”

IL GOVERNO DRIZZA LE ANTENNE. E FA UN FAVORE AI BERLUSCONI – È IN ARRIVO DOPO PASQUA IL DECRETO, A FIRMA DI GIORGIA MELONI, CHE PERMETTERÀ LA FUSIONE TRA RAI WAY ED EI TOWERS, LA SOCIETÀ CHE DETIENE LE INFRASTRUTTURE DI TRASMISSIONE DI MEDIASET – SARÀ ELIMINATA LA SOGLIA MINIMA DEL 30% PER IL SOCIO PUBBLICO NEL CAPITALE DI RAI WAY – UNA MOSSA PER PORTARE SOLDI NELLE CASSE DI VIALE MAZZINI E CHE FA FELICE PIER SILVIO BERLUSCONI, DA TEMPO DESIDEROSO DI CREARE “UN CAMPIONE ITALIANO DELLE TORRI”...

L'OLANDA HA SMESSO DI ESSERE ATTRATTIVA PER LE GRANDE AZIENDE: DOPO L’ADDIO DI UNILEVER E SHELL, ANCHE ASML, IL COLOSSO DEI CHIP, MINACCIA UN RIDIMENSIONAMENTO DELLA SUA FABBRICA DA 20 MILA ADDETTI – PESANO L’INSTABILITÀ POLITICA (DOPO L'EXPLOIT ALLE URNE DI WILDERS), IL GIRO DI VITE IN AMBITO FISCALE, E LE LEGGI SOVRANISTE CHE RESPINGONO ANCHE GLI STUDENTI E I LAVORATORI STRANIERI ALTAMENTE QUALIFICATI – PER IL 76% DEGLI IMPRENDITORI, IL CLIMA ECONOMICO NEL PAESE SI È DETERIORATO E IL 20% PENSA DI ANDARSENE…

PALAZZO CHIGI CORRE IN SOCCORSO DI OPEN FIBER – IL GOVERNO HA MESSO A PUNTO UN EMENDAMENTO PER SALVARE UNO DEI PROGETTI CENTRALI DEL PNRR, LA GARA “ITALIA A 1 GIGA” PER L’ESTENSIONE DELLA COPERTURA DELLA BANDA ULTRALARGA: PRONTI 600 MILIONI PER LE AREE BIANCHE – HA PREVALSO LA LINEA DI FAZZOLARI. SCONFITTO IL SOTTOSEGRETARIO ALL’INNOVAZIONE, ALESSIO BUTTI, CHE VOLEVA TOGLIERE  SUBITO A OPEN FIBER I LOTTI IN RITARDO E ASSEGNARLI A TIM – ORA SI PENSA A UN INTERVENTO IN DUE TEMPI…