business

IL VERO MALATO D’EUROPA È LA GERMANIA – “EL PAIS”: “L'ECONOMIA A CUI TUTTI GUARDAVANO PER LA SUA FORZA E LA SUA RICCHEZZA È ENTRATA IN UN CROLLO CHIAMATO RECESSIONE. RESTA DA VEDERE SE SI TRATTA SOLO DI UN INCIAMPO DA CUI USCIRÀ SENZA GROSSI CONTRACCOLPI O SE, COME SOSTENGONO MOLTI ANALISTI, LA LOCOMOTIVA EUROPEA HA PROBLEMI PIÙ SERI, DEBOLEZZE STRUTTURALI CHE METTONO IN DISCUSSIONE LE FONDAMENTA ECONOMICHE DEL PAESE. MENTRE SI FA LA DIAGNOSI, IL RESTO DELL'EUROZONA È SEMPRE PIÙ PREOCCUPATO…”

CRIPTO-FINANZA, SICURA FREGATURA - LA MANNAIA DELLA SEC SI ABBATTE SU BINANCE, LA PIÙ GRANDE PIATTAFORMA DI COMPRAVENDITA DI CRIPTOVALUTE AL MONDO: SECONDO L'AUTORITÀ DI REGOLAMENTAZIONE DEL MERCATO STATUNITENSE, BINANCE AVREBBE MISCHIATO PER ANNI MILIARDI DI DOLLARI DEI PROPRI CLIENTI INVIANDOLI SUI CONTI DI UNA SOCIETÀ SEPARATA, CONTROLLATA SEMPRE DAL FONDATORE E AD DELLA PIATTAFORMA, CHANGPENG ZHAO - TREDICI I CAPI D'ACCUSA: TRA I PIÙ GRAVI, L'AVER MENTITO SULLE PROPRIE ATTIVITÀ FINANZIARIE…

“CHE LA FIAT NON ABBIA MAI RICEVUTO AIUTI DI STATO È UNA MEZZA VERITÀ LEGALE E, SE NON UNA REALE BALLA, UNA SICURA BURLA” DOPO IL "SOLE 24 ORE", ANCHE IL QUOTIDIANO DOMANI DI CARLO DE BENEDETTI STRAPAZZA IL GRUPPO STELLANTIS CON UN RUVIDO COMMENTO DELL’ECONOMISTA SALVATORE BRAGANTINI, EX COMMISSARIO CONSOB CHE INFILZA JOHN ELKANN PER AVER DETTO CHE LA FIAT NON HA MAI PRESO AIUTI DALLO STATO: “NELLA SUA STORIA HA AVUTO PIÙ VOLTE BISOGNO D’UNA PARTECIPAZIONE STATALE. L’AFFERMAZIONE DI ELKANN È FALSA PER LE FINANZE PUBBLICHE” – LA LISTA DEI FINANZIAMENTI STATALI RICEVUTI DALLA FIAT DAL 2005 AL 2010

DALLA “VIA DELLA SETA” ALLA VIA DELLLA VENDETTA: A RISCHIO LA GESTIONE ITALIANA DI PIRELLI - BRUSCO CAMBIO DI ROTTA DEL SOCIO CINESE (37%) CHE, A DISPETTO DELL’ACCORDO DEL 2015 CHE PREVEDEVA IL MANTENIMENTO DELL'ITALIANITÀ AD OGNI LIVELLO AZIENDALE, COMPRESA LA NOMINA DELL’AD, ORA NE VORREBBE PIEGARE LE STRATEGIE “RICHIAMANDO ESPLICITAMENTE LA LINEA DETTATA DAL 20° CONGRESSO NAZIONALE DEL PARTITO COMUNISTA” - PALAZZO CHIGI VALUTA IL GOLDEN POWER, CON LA LIMITAZIONE DEL DIRITTO DI VOTO DEI CINESI - TRONCHETTI, PRONTA LA RETE DI ALLEATI (INTESA E UNICREDIT) PER UN RIMPASTO DELL’AZIONARIATO

AVVISO ALLE UNDICENNI INDIGNATE (E ALLE LORO MAMME): SPOGLIARSI SU INSTAGRAM RENDE – I RICAVI DELLA SOCIETÀ DI CHIARA FERRAGNI SONO RADDOPPIATI NEL 2022: “FENICE”, CHE PRODUCE IL MARCHIO DELL’INFLUENCER, HA CHIUSO L’ANNO CON 14,2 MILIONI DI EURO DI RICAVI, IN CRESCITA DEL 115% RISPETTO AL 2021. “TBS CREW”, CHE INVECE HA LA GESTIONE DEL BLOG E DELL’E-COMMERCE “THE BLOND SALAD”, HA RAGGIUNTO I 14,6 MILIONI DI RICAVI – TUTTA LEGNA NEL FUOCO DI CHIARA, CHE NEL 2021 È DIVENTATA UNICA AZIONISTA DI “TBS”, MENTRE LE QUOTE DI FENICE SONO…

WALL STREET ORA FA I SOLDI CON LA SPAZZATURA (QUELLA VERA, NON QUELLA DEI TITOLI TOSSICI) – LA SPINTA ECOLOGISTA DELL'AMMINISTRAZIONE BIDEN HA TRASFORMATO LA MONNEZZA NELLA NUOVA RISORSA FINANZIARIA. LE AZIONI DELLE MAGGIORI AZIENDE CHE GESSTISCONO RIFIUTI SONO LE PIÙ RICHIESTE DA MESI – IL “WALL STREET JOURNAL”: “GLI SFORZI PER RIUTILIZZARE I MATERIALI STANNO RENDENDO PIÙ REDDITIZIO ESTRARRE ENERGIA DALLE DISCARICHE E SETACCIARE I RIFIUTI PER TROVARE I PRODOTTI DI PUNTA DELLA GREEN ECONOMY”

LE CITTÀ SI SVUOTANO PER FAR POSTO AI TURISTI (E GLI STUDENTI CHE CERCANO CASA SI ATTACCANO AR CAZZO) – LA COLPA DEL CARO-AFFITTI? È DEI PROPRIETARI DELLE CASE CHE PREFERISCONO FARSI PAGARE 200 EURO A NOTTE DAI TURISTI – QUESTO PROVOCA ANCHE UNA “MIGRAZIONE” VERSO QUARTIERI PERIFERICI O CITTA' DELL'HINTERLAND PER NON PAGARE CIFRE FOLLI - "MI-IENA" GABANELLI: “LA NUOVA LEGGE PROPOSTA DALLA SANTANCHÈ PER LIMITARE GLI ‘AFFITTI BREVI’ NON PREVEDE UN TETTO MASSIMO DI GIORNI DI LOCAZIONE ALL'ANNO". QUINDI È INUTILE... – VIDEO

LE AZIENDE ALIMENTARI CI PRENDONO PER IL CULO: ALZANO I PREZZI CON LA SCUSA DELL’INFLAZIONE MA UNA BUONA PARTE DEI RINCARI VA A INGROSSARE I LORO BILANCI - GLI ECONOMISTI DI “ALLIANZ” STIMANO CHE IL 10-20% DELL'INFLAZIONE ALIMENTARE IN EUROPA POSSA ESSERE ATTRIBUITO ALLA FAME DI PROFITTO DELLE AZIENDE: "UNA PARTE DELL'AUMENTO DEI PREZZI CHE VEDIAMO CHE NON SI SPIEGA" – NEGLI USA E NEL REGNO UNITO IL PANE COSTA IL 28% IN PIÙ, IN ITALIA LA PASTA HA SUBITO DEI RINCARI DEL 17%...

GUERRA APERTA SULLE CENERI DELL’ILVA – PROSEGUE LO SCONTRO TRA LUCIA MORSELLI, AD DI ARCELOR MITTAL, E FRANCO BERNABÉ, PRESIDENTE DELLA SOCIETÀ PUBBLICA “DRI” INCARICATA DELLA “DECARBONIZZAZIONE” DELLO STABILIMENTO DI TARANTO – IL MANAGER PUBBLICO ACCUSA MORSELLI DI OSTACOLARE L’AVVIO DEI LAVORI. LEI REPLICA DICENDO CHE LO STATO LE NASCONDE I DOCUMENTI E CHE SOLO ARCELOR MITTAL PUÒ REALIZZARE L'OPERA – BERNABÉ CONTROREPLICA: “AFFERMAZIONI IN TOTALE CONTRASTO CON LE NORME…”

GLI SPAGNOLI DI “BBVA” FANNO LA PRIMA MOSSA: TUTTI I CORRENTISTI SARANNO REMUNERATI CON UN TASSO ANNUO DEL 2%, CON VERSAMENTO MENSILE. È LA SECONDA BANCA, DOPO “ILLIMITY” DI CORRADO PASSERA, A VARARE LA SVOLTA SUI RENDIMENTI - E I GRANDI ISTITUTI? PER ORA FANNO FINTA DI NIENTE, NONOSTANTE I MEGA UTILI REALIZZATI GRAZIE ALLA DIFFERENZA TRA IL TASSO APPLICATO AI PRESTITI E QUELLO PAGATO AI DEPOSITANTI. MA SE CI FOSSE UN FUGGI FUGGI GENERALE VERSO I PRODOTTI PIÙ CONVENIENTI, DOVRANNO CORRERE AI RIPARI...

L’INCHIESTA DI “REPORT” SUL RUOLO DI CARMEN ZIZZA COME CONSULENTE DI ST MICROELECTRONICS (PERCHÉ UNA SOCIETA’ PARTECIPATA DAL MEF HA BISOGNO DI LOBBISTI PER PARLARE CON UN MINISTRO, NEL CASO SPECIFICO ADOLFO URSO?), SCOPERCHIA IL DELICATO INTRECCIO SULL’AZIENDA - SU STM C’È UNA PARTITA CHE TOCCA ECONOMIA, INDUSTRIA, TECNOLOGIA E GEOPOLITICA: E’ UN DOSSIER SU CUI GLI STESSI 007 SI DIVIDONO - IL GRUPPO, PER GLI OSSERVATORI FILO USA, È TROPPO ESPOSTO VERSO LA CINA A CUI RIFORNISCE SEMICONDUTTORI - LA PARTNERSHIP CON PECHINO PREOCCUPA GLI STATI UNITI E PURE IL GIAPPONE

L’ECO-TRUFFA "LEGALE" (E MULTI MILIARDARIA) DELLE GRANDI AZIENDE CHE PRODUCONO ACCIAIO, CEMENTO, PETROLIO E ALLUMINIO – NEL 2005 L’UE HA CREATO UN SISTEMA DI QUOTE DI EMISSIONE DI CO2 GRATUITE PER CONVINCERE LE IMPRESE A INQUINARE MENO. A OGNUNA VENIVA DATO UN NUMERO DI TONNELLATE DI GAS DA EMETTERE CHE CON IL TEMPO DOVEVA ESSERE RIDOTTO – IL SISTEMA È DIVENTATO UN MERCIMONIO: LE AZIENDE CHE INQUINAVANO MENO DEL PREVISTO METTEVANO ALL'INCANTO LE QUOTE RIMANENTI GUADAGNANDOCI SOPRA. SI STIMA CHE ABBIANO INTASCATO 98,5 MILIARDI DI EURO...

LA CINA È PRONTA A SOSTITUIRE LA RUSSIA CON L'ARABIA SAUDITA PER CREARE IL NUOVO ORDINE MONDIALE – SECONDO IL “FINANCIAL TIMES”, RIAD STA PER ENTRARE NELLA “NEW DEVELOPMENT BANK”, LA “BANCA DEI BRICS” CHE SFIDA IL DOLLARO E GLI ISTITUTI FINANZIARI INTERNAZIONALI A GUIDA USA – LA MOSSA, VOLUTA DA XI JINPING, PUNTA A RILANCIARE IL PROGETTO DELL’ISTITUTO PER LO SVILUPPO DEI PAESI EMERGENTI, DOPO CHE LE SANZIONI OCCIDENTALI HANNO RESO IMPOSSIBILE OGNI RAPPORTO CON MOSCA…

CARTA VINCE O CARTA PERDE? – FUMATA NERA AL CDA DI TIM: IL BOARD, CONVOCATO PER LA COOPTAZIONE DI LUCIANO CARTA, NON HA DATO IL VIA LIBERA, RINVIANDO LA NOMINA CHIESTA DAL PRIMO AZIONISTA, VIVENDI – SUL NOME DELL’EX PRESIDENTE DI LEONARDO, PORTATO DAL NUOVO “AMBASCIATORE” ITALIANO DI VIVENDI, RUVINETTI, IL GOVERNO È SCETTICO (EUFEMISMO) – IL POSSIBILE RILANCIO DI CDP E LE MOSSE DEL FONDO KKR, CHE È VOLATO A PARIGI PER PERORARE LA PROPRIA CAUSA CON I VERTICI DEL GRUPPO DI BOLLORÉ

CARA GIORGIA, LE TASSE NON SONO “PIZZO DI STATO”: BASTEREBBE PAGARE TUTTI PER PAGARE MENO – LA MELONI A CATANIA HA STRIZZATO L’OCCHIO A CHI NON PAGA LE TASSE, SOSTENENDO CHE “LA LOTTA ALL’EVASIONE SI FA SULLE BIG COMPANY E NON SUL PICCOLO COMMERCIANTE”. MA I DATI DIMOSTRANO IL CONTRARIO: NELL’80% DEI CASI IL NERO NON DIPENDE AFFATTO DA DIFFICOLTÀ ECONOMICHE, MA È UNA SCELTA PRECISA, CHE SI RIPERCUOTE SUGLI UNICI CHE LE TASSE LE PAGANO DAVVERO (E MAGGIORATE), CIOÈ I LAVORATORI DIPENDENTI

FATTO L’ACCORDO, BISOGNA APPROVARLO – IL PRESIDENTE AMERICANO, JOE BIDEN, DOPO AVER RAGGIUNTO L’INTESA IN EXTREMIS CON IL CONGRESSO SULL’INNALZAMENTO DEL TETTO DEL DEBITO, ORA PREME SUI PARLAMENTARI AFFINCHÉ VENGA APPROVATO SUBITO, PER SCONGIURARE IL DEFAULT – I TRUMPIANI E L’ALA RADICALE DEL PARTITO DEMOCRATICO POTREBBERO METTERSI DI TRAVERSO PER FAR SALTARE IL BANCO L’ITER VA CHIUSO ENTRO IL 5 GIUGNO, DATA OLTRE LA QUALE IL DIPARTIMENTO DEL TESORO NON AVRÀ PIÙ FONDI PER FINANZIARE LE ATTIVITÀ DEL GOVERNO…

LA LOCOMOTIVA D’EUROPA SI È INCEPPATA E SONO CRAUTI AMARI PER NOI – L’ECONOMIA TEDESCA È UFFICIALMENTE IN RECESSIONE TECNICA: IL PIL HA FATTO REGISTRARE DUE TRIMESTRI CONSECUTIVI DI CONTRAZIONE (-0,3% NEI PRIMI TRE MESI DEL 2023). A PESARE, È SOPRATTUTTO IL CALO DELLE ESPORTAZIONI E IL CROLLO DELLA VENDITA DI BENI IN CINA – LA SITUAZIONE POTREBBE IRRIGIDIRE ANCORA DI PIÙ LA POSIZIONE TEDESCA NEL BOARD DELLA BCE, E SPINGERE LAGARDE A UN’ULTERIORE STRETTA SUI TASSI…

ORA “ITA” È TEDESCA: COSA CAMBIERÀ? – L’INVESTIMENTO DI LUFTHANSA NELLA COMPAGNIA AEREA TRICOLORE SARÀ DI 830 MILIONI DI EURO IN TRE FASI: LA PRIMA PREVEDE UN ESBORSO DI 325 MILIONI PER IL 41%, POI I CRUCCHI SALIRANNO AL 100% ENTRO IL 2028 – LUFTHANSA PUNTERÀ MOLTO SULLO SCALO DI FIUMICINO, CHE DIVENTERÀ UN HUB INTERCONTINENTALE – UNA VOLTA CHE LA COMPAGNIA SARÀ TORNATA A FARE PROFITTI, È PROBABILE CHE TORNI ANCHE IL MARCHIO ALITALIA (ACQUISTATO PER 90 MILIONI)

GENERALI DIETRO LA COLLINA – L’AD DI MEDIOBANCA, ALBERTO NAGEL, APRE ALLA POSSIBILITÀ DI CEDERE LA QUOTA DEL LEONE (DI CUI PIAZZETTA CUCCIA POSSIEDE IL 13%): “IN TEORIA È POSSIBILE. POSSIAMO DISPORRE DI TUTTA LA QUOTA DI GENERALI SE SI PRESENTASSE UNA GRANDE ACQUISIZIONE" - "RIMANIAMO FLESSIBILI E SE DOVESSIMO TROVARE UN'OPPORTUNITÀ NON AVREMMO DIFFICOLTÀ A RIVEDERE LA NOSTRA POSIZIONE" - PALENZONA, PRESIDENTE DI FONDAZIONE CRT, AUSPICA "TRANQUILLITÀ" DOPO LA BATTAGLIA DI CALTAGIRONE (E QUAGLIA) PER LA COMPAGNIA...

ESSELUNGA NON LASCIA GENOVA, MA RADDOPPIA – NEL CAPOLUOGO LIGURE ARRIVA IL NUOVO SUPERSTORE DEL GRUPPO FONDATO DA BERNARDO CARPOTTI: È IL QUARTO NEGOZIO NELLA REGIONE, DOPO LA SPEZIA E ALBENGA – IL VALORE DELL’INVESTIMENTO È 60-70 MILIONI DI EURO, CON 117 NUOVI ASSUNTI – L’INAUGURAZIONE HA UN FORTE VALORE SIMBOLICO DI RIVINCITA: NEL 1984 CAPROTTI AVEVA DECISO DI FARE ROTTA SU GENOVA, MA TRA RICORSI E LENTEZZE BUROCRATICHE IL SUO SOGNO SI È REALIZZATO SOLO NEL 2020…

CHE INTENZIONI HA IL GOVERNO CON PIRELLI? –  CON IL NUOVO PATTO, ENTRATO IN VIGORE IL 19 MAGGIO SCORSO, I CINESI DI SINOCHEM (CHE POSSIEDONO IL 37% DEL GRUPPO) SONO MOLTO PIÙ FORTI E LA LORO INFLUENZA È ANDATA MOLTO OLTRE QUANTO PREVISTO DAGLI ACCORDI ORIGINARI - A PALAZZO CHIGI, DOVE SONO ALLE PRESE ANCHE CON I DUBBI SUL RINNOVO DELLA VIA DELLA SETA, HANNO AVVIATO LA PROCEDURA DI GOLDEN POWER - DAGO: PARE CHE IL GOVERNO SIA INTENZIONATO A STERILIZZARE I VOTI DEI CINESI. COME LA PRENDERÀ PECHINO? AH, SAPERLO...

QUANTO SARA’ “PATRIOTA” L'ENEL TARGATA CATTANEO? – LA PIROETTA DEL NUOVO AD SULL’IMPIANTO DI PANNELLI FOTOVOLTAICI CHE SORGERA’ NEGLI STATI UNITI: IL MANAGER SI ERA DETTO CONTRARIO (“SI DOVREBBE PRODURRE IN ITALIA E NON ALTROVE”) MA INTANTO IL PROGETTO DEL SITO IERI È STATO PRESENTATO. È PROBABILE CHE ENEL CEDA IL 70-80% DELLE QUOTE UNA VOLTA AVVIATO L'IMPIANTO – MENTRE SCARONI, CON UN'INTERVISTONA A “REPUBBLICA”, TENTA DI ALLONTANARE DA SÉ L’IMMAGINE DI AMICO DELLA RUSSIA E LANCIA UNA STILETTATA ALLA NATO…

L’AUTORITÀ GARANTE DELLA PRIVACY IRLANDESE HA INFLITTO UNA MAXI MULTA A “META”: LA SOCIETÀ CAPOGRUPPO DI FACEBOOK DOVRÀ SGANCIARE 1,2 MILIARDI DI EURO PER AVER VIOLATO LA LEGGE EUROPEA SULLA PRIVACY – LA DECISIONE ARRIVA DOPO UN’INDAGINE SULLE ATTIVITÀ DEL SOCIAL NETWORK, CHE AVREBBE TRASFERITO DATI PERSONALI AGLI STATI UNITI VIOLANDO LE LEGGI EUROPEE: SI TRATTA DELLA SANZIONE PIÙ ELEVATA MAI APPLICATA IN QUESTO CAMPO - LA SOCIETÀ: "FAREMO APPELLO CONTRO LA MULTA INGIUSTIFICATA"

LE PIATTAFORME DI FOOD DELIVERY SI PAPPANO TUTTO (E NON CONDIVIDONO NULLA) – LE APP CHE CONSENTONO DI ORDINARE IL CIBO A DOMICILIO SI PRENDONO (IN MEDIA) UNA COMMISSIONE DEL 18,2% DAI RISTORANTI CHE SCELGONO DI UTILIZZARE IL SERVIZIO. LE TRE APP PIÙ USATE (“JUST EAT”, “GLOVO” E “DELIVEROO”) NEL 2021 HANNO FATTURATO IL 40% IN PIÙ RISPETTO AL 2020 (358 MILIONI DI EURO) E NON HANNO SCUSE PER AUMENTARE GLI STIPENDI AI POVERI RIDER CHE SI SBATTONO PER STRADA CON NESSUNA TUTELA PER UNA PAGA DA FAME…

LA RETE COSTA: PERCHÉ BIG TECH LA DEVE AVERE “GRATIS”? – DUE LOBBY DI TELECOMUNICAZIONI, “ETNO” E “GSMA”, CHIEDONO ALL’UNIONE EUROPEA DI COSTRINGERE GOOGLE, NETFLIX, AMAZON E GLI ALTRI, A CONTRIBUIRE ECONOMICAMENTE ALLO SVILUPPO DELL’INFRASTRUTTURA SU CUI HANNO COSTRUITO I LORO IMPERI – L’IDEA È DI IMPORRE UN “CONTRIBUTO EQUO”: LE COMPAGNIE DI TLC HANNO REALIZZATO INVESTIMENTI PER OLTRE 500 MILIARDI IN 10 ANNI, E ORA SONO COMPLETAMENTE SPOMPE. COME DIMOSTRANO I LICENZIAMENTI A BT E VODAFONE…

DUE INDIZI FANNO UNA PROVA: LA MAGGIORANZA HA UN MESSAGGIO PER VIVENDI – ANCHE IL LEGHISTA CLAUDIO DURIGON, SOTTOSEGRETARIO AL LAVORO, ESULTA PER LA CANDIDATURA DI LUCIANO CARTA, PROPOSTA DAI FRANCESI, NEL CDA DI TIM: “SAREBBE UN OTTIMO ACQUISTO. UN UOMO DELLE ISTITUZIONI CHE SA AGIRE CON INDIPENDENZA”. PRATICAMENTE LE STESSE PAROLE USATE DA MAURIZIO LUPI IERI – ALCUNI CONSIGLIERI POTREBBERO VOTARE CONTRO LA COOPTAZIONE DI CARTA, MA INTANTO L’OBIETTIVO DI BOLLORÈ (APRIRE UN CANALE CON IL GOVERNO) È RIUSCITO

TIM BUM BAM! – MAURIZIO LUPI, STAMPELLA CIELLINA DELLA MAGGIORANZA DI GOVERNO CON “NOI MODERATI”, CI TIENE A FARCI SAPERE CHE È “SODDISFATTO” DELLA CANDIDATURA DI LUCIANO CARTA PER IL CDA DI TIM: “È UNA PERSONALITÀ DI ALTO PROFILO CHE BEN CONOSCE IL DELICATO DOSSIER. SARÀ UN OTTIMO ACQUISTO” – UNA PARTE DEI CONSIGLIERI DI TELECOM VUOLE VOTARE CONTRO LA COOPTAZIONE DI CARTA, VOLUTA DA VIVENDI PER APRIRE UN CANALE ISTITUZIONALE CON IL GOVERNO. NON È CHE DA PALAZZO CHIGI HANNO MANDATO AVANTI LUPI PER MANDARE UN MESSAGGIO DI APERTURA A BOLLORÈ?

GLI USA HANNO UN PROBLEMA: PECHINO SI FREGA LA LORO TECNOLOGIA – IL DIPARTIMENTO DI GIUSTIZIA AMERICANO ACCUSA UN EX INGEGNERE CINESE DELLA APPLE DI AVER RUBATO SEGRETI COMMERCIALI E DI ESSERE FUGGITO A GUANGZHOU. L'UOMO RISCHIA FINO A 10 ANNI DI CARCERE – IL CASO È UNO DEI MOLTI RESI PUBBLICI DALLA NUOVA TASK FORCE USA CHE SI OCCUPA DI PROTEGGERE LE “TECNOLOGIE CRITICHE” DAI GOVERNI STRANIERI – IL “FINANCIAL TIMES”: “SONO EMERSI ANCHE CASI DI APPARTENENTI ALLA ‘RETE SERNIYA’, UNA CELLULA CHE LAVORAVA PER CONTO DEI SERVIZI SEGRETI RUSSI...

MARK, NUDO ALLA “META” – LA FUFFA DEL METAVERSO È GIÀ COSTATA 36 MILIARDI A ZUCKERBERG, CHE HA FATTO IL PASSO PIÙ LUNGO DELLA GAMBA E NON PUÒ TORNARE INDIETRO (RISCHIEREBBE UNA FIGURA DI MERDA MONDIALE). E MENTRE TUTTE LE MULTINAZIONALI STRACCIANO I PROGETTI DI REALTÀ AUMENTATA, PER INDIRIZZARE GLI INVESTIMENTI SULL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE, LUI INSISTE, PROMETTE FANTASTILIARDI AGLI INVESTITORI – LA CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE “INSISTENTE”, TRA PODCAST, APPELLI E SPOT

DAL 2019 A OGGI 52 MILA NEGOZI HANNO CHIUSO PER COLPA DELLO SHOPPING ONLINE – E ANDRÀ SEMPRE PEGGIO PER I COMMERCIANTI VISTO CHE LA QUOTA DEGLI ACQUISTI "OFFLINE" SI RIDURRÀ DEL 2% NEI PROSSIMI ANNI – QUALI SONO I NEGOZI CHE RISCHIANO DI PIÙ? I CONSUMATORI ACQUISTANO SU INTERNET VIAGGI, PRODOTTI ELETTRONICI E VESTITI - ALLE PERSONE PIACE ANDARE A SCEGLIERE “DAL VIVO” L’ABBIGLIAMENTO SPORTIVO, I PROFUMI E I COSMETICI, L’ARREDAMENTO E I PRODOTTI PER LA PULIZIA DELLA CASA…

UNA RETE A STELLE STRISCE – C'È PIÙ DI UNA RAGIONE GEOPOLITICA CHE SPINGE IL FONDO KKR NELLA TRATTIVA PER LA RETE UNICA DI TIM - IL FONDO AMERICANO HA OTTIME RELAZIONI COL GOVERNO DI WASHINGTON, IL DIPARTIMENTO DI STATO E LE PROPAGGINI USA IN EUROPA – IN ITALIA KKR PUÒ CONTARE SUL “SUPPORTO” DEL CAPO DI GABINETTO CAPUTI A PALAZZO CHIGI E DELL’EX MINISTRO GRILLI, ARRUOLATO DA JP MORGAN – LA SCELTA DI LABRIOLA SUGLI AMERICANI CHE NEL BREVE PERIODO SI PRENDONO LE RETI AFFIANCATI DA UN’ENTITÀ PUBBLICA E POI LE CEDONO DOPO AVER GUADAGNATO, RIFLETTE I MUTATI EQUILIBRI DEL GOVERNO. IL GUAIO È CHE A DECIDERE, ALLA FINE, È VIVENDI...

SI FA PRESTO A DIRE ENEL - GLI INVESTITORI E I FONDI INTERNAZIONALI VOGLIONO CAPIRE QUALI SIANO LE STRATEGIE DEL NUOVO AD FLAVIO CATTANEO - LA SOCIETA’ ELETTRICA CONTINUERÀ A PUNTARE TUTTO SULLA TRANSIZIONE ECOLOGICA? IN CHE MODO RIDURRÀ IL SUO DEBITO DA 60 MILIARDI DI EURO? E COSA NE FARÀ DEGLI INVESTIMENTI ALL’ESTERO, A PARTIRE DA QUELLI NEGLI STATI UNITI, VISTO CHE CATTANEO SOSTIENE CHE SIA “DOVEROSO COSTRUIRE UNA FILIERA TUTTA ITALIANA” E BADARE ALL’INTERESSE NAZIONALE?

IL SEGRETO PER VIVERE PIÙ A LUNGO? NON SMETTERE DI LAVORARE – GLI STUDI SCIENTIFICI DIMOSTRANO CHE RITARDARE IL PENSIONAMENTO RALLENTA IL DECLINO COGNITIVO – MI-JENA GABANELLI: “L’ITALIA È  IL PAESE PIÙ ANZIANO D’EUROPA. IL PROBLEMA È COME CONSERVARE L’ATTUALE TENORE DI VITA ED EVITARE AUMENTI DELLA SPESA SOCIALE? TUTELANDO CHI SVOLGE LAVORI USURANTI, NON C’È RAGIONE PER NON TRATTENERE AL LAVORO GLI OVER 65 CHE LO DESIDERANO" - QUESTO DANNEGGIA L'OCCUPAZIONE GIOVANILE? LE RICERCHE SOSTENGONO CHE... – VIDEO