business

IN PANCIA ALLE BANCHE ITALIANE CI SONO 18,05 MILIARDI DI “ADDITIONAL TIER 1”: INTESA SANPAOLO NE HA PER 9,94 MILIARDI, UNICREDIT PER 6,41 MILIARDI, BANCO BPM PER 1,4 MILIARDI E FINECOBANK PER 300 MILIONI - GLI AT1 SONO BOND SUBORDINATI AD ALTO RISCHIO (I PRIMI CHIAMATI A COPRIRE LE EVENTUALI PERDITE NEI CONTI DEGLI ISTITUTI) CHE NON HANNO FORMALE SCADENZA MA SONO RIMBORSABILI, ALLA PARI, A CERTE SCADENZE TEMPORALI - QUALCHE VOLTA UNA FINESTRA DI RIMBORSO VIENE “CHIUSA” DA UN ISTITUTO PER LE AVVERSE CONDIZIONI DI MERCATO E IN QUEL CASO IL RENDIMENTO SALE…

IL SISTEMA BANCARIO MONDIALE È APPESO A UN TWEET? – IL 12 MARZO SCORSO, ALLE 13:29, L’IMPRENDITORE TEDESCO KIM DOTCOM, CHE VANTA 1,3 MILIONI DI FOLLOWER, SCRIVE: “CORRETE IN BANCA! PORTATE VIA I VOSTRI SOLDI!”. IL TWEET, RILANCIATO 4.000 VOLTE PER 2,5 MILIONI DI VISUALIZZAZIONI, DÀ IDEALMENTE IL VIA A 36 ORE DI PANICO CHE PORTERANNO AL FALLIMENTO DI SILICON VALLEY BANK. PER ALCUNI ANALISTI IL PRIMO CRAC FINANZIARIO CAUSATO DAI SOCIAL – IL NUMERO UNO DI CITIGROUP AMMETTE: “SONO BASTATI UN PAIO DI TWEET E…

SULL’AUTO VERDE BRUXELLES E BERLINO TROVANO UN ACCORDO. E L’ITALIA RESTA A PIEDI – L’ANNUNCIO DEL VICEPRESIDENTE DELLA COMMISSIONE UE, TIMMERMANS: L’UTILIZZO DEGLI E-FLUEL (I CARBURANTI SINTETICI) SARÀ CONSENTITO ANCHE DOPO IL 2035, COME CHIEDEVA LA GERMANIA. NESSUNA DEROGA INVECE PER I BIOCARBURANTI, COME PRETENDE IL GOVERNO MELONI – ORA, PER LA RATIFICA DEFINITIVA DEL REGOLAMENTO EUROPEO, NON SEMBRANO ESSERCI PIÙ PROBLEMI, ANCHE SE L’ITALIA DECIDESSE DI VOTARE NO…

L’ACCORDO ITA-LUFTHANSA NON DECOLLA – LE TRATTATIVE TRA IL MINISTERO DEL TESORO E LA COMPAGNIA TEDESCA SONO FRENATE DA QUESTIONI ECONOMICHE (L’OFFERTA PER IL 40% È SCESA A 200 MILIONI) MA ANCHE DAI DIFFERENTI OBIETTIVI INDUSTRIALI – IL GOVERNO VUOLE CHE L'EX ALITALIA ACQUISTI NUOVI AEREI E SI APRA ANCORA DI PIÙ ALLE ROTTE INTERNAZIONALI. PER LUFTHANSA ITA AIRWAYS NON PUÒ FARE CONCORRENZA AI BIG MONDIALI E DOVRÀ ESSERE COMPLEMENTARE AL GRUPPO – INTANTO LA CASSA DI ITA SI ASSOTTIGLIA...

DEUTSCHE SBANK! – AD AFFOSSARE LE BORSE, GIÀ PROVATE DA SVB E CREDIT SUISSE, IERI È STATO IL CROLLO DEL TITOLO DI DEUTSCHE BANK, CHE HA BRUCIATO 2 MILIARDI DI CAPITALIZZAZIONE – AD ALLARMARE GLI INVESTITORI LA DECISIONE DELL’ISTITUTO TEDESCO DI RIMBORSARE ANTICIPATAMENTE UN’OBBLIGAZIONE SUBORDINATA DA 1,5 MILIARDI: UNA MOSSA CHE DOVEVA DARE FIDUCIA MA CHE È STATA VISTA COME UN SEGNALE DI DEBOLEZZA – L’INNESCO DEL TRACOLLO È STATA LA SCOMMESSA AL RIBASSO DEI FONDI USA SULLE BANCHE TEDESCHE

TUTTE LE CRIPTO-TRUFFE VENGONO AL PETTINE – È STATO ARRESTATO DALL'INTERPOL IL 31ENNE COREANO KWON DO-HYEONG, NOTO COME “DO KWON”. È ACCUSATO DI ESSERE L’AUTORE DELLA “LEHMAN BROTHERS DELLE CRIPTOVALUTE” E DI AVER CREATO UN BUCO DI 40 MILIARDI DI DOLLARI – NEL 2020 AVEVA LANCIATO “TERRAUSD”, MONETA DIGITALE CON VALORE FISSO, ANCORATA A UN'ATTIVITÀ DI RISERVA STABILE – NEL SETTEMBRE 2022, QUANDO ATTACCHI SPECULATIVI HANNO FATTO CROLLARE “TERRAUSD”, DO KWON SI È DATO ALLA FUGA…

LA CINA SI È PAPPATA IL PORTO DI TARANTO E NOI GLIEL'ABBIAMO PERMESSO (NONOSTANTE GLI ALLARMI DELLA NATO) – DAL 2020 IL GRUPPO CINESE CHE HA RILEVATO IL MARCHIO “FERRETTI” È ENTRATO NELLA GESTIONE DEL PORTO PUGLIESE. ORA 150MILA METRI QUADRATI DI PIATTAFORMA LOGISTICA SONO STATI AFFIDATI A UNA SOCIETÀ CONTROLLATA AL 33% DAL DELEGATO DEL GOVERNO DI PECHINO, GAO SHUAI – TRE ANNI FA IL GOVERNO CONTE OFFRÌ RASSICURAZIONI ALL'ALLEANZA ATLANTICA, CHE AVEVA MESSO IN GUARDIA SULLE MIRE DEL DRAGONE. E ORA BEPPE GRILLO RILANCIA…

IL GOVERNO HA SETTE GIORNI PER NON PERDERE 19 MILIARDI DEL PNRR – PER INCASSARE LA TERZA RATA DEL RECOVERY, ENTRO FINE MESE L'ITALIA DEVE RAGGIUNGERE GLI OBIETTIVI RICHIESTI SUGLI INVESTIMENTI. SU 221 MILIARDI MESSI SUL TAVOLO DA BRUXELLES, OGGI È STATO SPESO SOLO IL 27,9% DEL TOTALE: BISOGNA ARRIVARE ALMENO AL 39% (ALL'APPELLO MANCANO DUNQUE 25,7 MILIARDI) – STENTANO I PROGETTI SU INFRASTRUTTURE, TRANSIZIONE ECOLOGICA E SCUOLA. MENTRE SONO STATI RAGGIUNTI GLI OBIETTIVI SULLE RIFORME...

LAGARDE, ASCOLTA BENE PANETTA – IL MEMBRO ITALIANO DEL BOARD DELLA BCE, FABIO PANETTA, TORNA A CHIEDERE CAUTELA ALLA BANCA CENTRALE EUROPEA SULLA POLITICA MONETARIA: “LA NOSTRA STRETTA VA CALIBRATA CON PRUDENZA, PERCHÉ STA GIÀ AVENDO UN FORTE IMPATTO E VOGLIAMO EVITARE VOLATILITÀ INDESIDERATA” – TRADOTTO, COME GIÀ HANNO FATTO CAPIRE ANCHE IL GOVERNATORE DI BANKITALIA, IGNAZIO VISCO, E PRIMA DI LUI IL MINISTRO CROSETTO, LA POLITICA DI RIALZO DEI TASSI NON PUÒ CONTINUARE PER SEMPRE (ANZI, PRIMA FINISCE, MEGLIO È)

UN PAESE DA RECOVERY: ABBIAMO UNA VALANGA DI SOLDI DEL PNRR MA NON SAPPIAMO USARLI – DAI BANDI ALLA MESSA A TERRA DELLE OPERE, LE REGIONI DEL SUD REGISTRANO RITARDI IN TUTTE LE FASI DI REALIZZAZIONE DEI PROGETTI FINANZIATI DALL'EUROPA – LE AMMINISTRAZIONI DEL MEZZOGIORNO NON HANNO LE RISORSE: SCONTANO UN NUMERO DI DIPENDENTI INFERIORE RISPETTO AL CENTRO-NORD – BRUXELLES HA DUBBI SUL PROGETTO DA 300 MILIONI PER IL NUOVO STADIO DEL VENEZIA, UN'OPERA TANTO CARA AL SINDACO BRUGNARO MA CHE NON RISPONDE A “URGENZA” E “FINE SOCIALE”

SVIZZERA? NO, SAUDITA! – LA DECISIONE DI MANDARE AL MACERO 16 MILIARDI DI BOND DI CREDIT SUISSE È STATA PRESA PER TUTELARE GLI AZIONISTI DELLA DISGRAZIATA BANCA SVIZZERA, CIOÈ LA “SAUDI NATIONAL BANK” E LA “QATAR AUTHORITY”, CHE HANNO RISPETTIVAMENTE IL 10 E IL 7% DELLE AZIONI – GLI OBBLIGAZIONISTI SI ATTACCANO, MENTRE GLI AZIONISTI OTTENGONO 3 MILIARDI DI FRANCHI IN AZIONI UBS, CONTRO I 7,4 DELLA CAPITALIZZAZIONE DEL CREDIT SUISSE. POCO, MA SEMPRE MEGLIO DI ZERO – L’INDIGNAZIONE DELLA BCE

QUANDO SI PARLA DI BANCHE LE REGOLE ESISTONO SOLO PER ESSERE AGGIRATE – NELL’ACCORDO PER L’ACQUISIZIONE DEL CREDIT SUISSE DA PARTE DI UBS CI SONO UN SACCO DI PUNTI OSCURI: INNANZITUTTO LA NUOVA BANCA SARÀ ENORME, AVRÀ DUE TERZI DEL MERCATO. UNA ROBA CHE NESSUNA AUTORITÀ ANTITRUST ACCETTEREBBE IN CONDIZIONI NORMALI. POI C’È LA QUESTIONE DELL’AZZERAMENTO DEI BOND: IN BARBA A QUALSIASI PRASSI, È STATA IGNORATA LA GERARCHIA “TRADIZIONALE”, CHE VEDE RISPONDERE PRIMA GLI AZIONISTI DEGLI OBBLIGAZIONISTI. LA MOSSA SERVE A SALVARE I PETROLDOLLARI DI SAUDITI E QATARINI, CHE HANNO IL 10 E IL 7% DELLA BANCA? - INFINE, LA FUSIONE NON È STATA APPROVATA DALLE ASSEMBLEE – IN ARRIVO UNA VALANGA DI RICORSI

UNA REPUBBLICA FONDATA SUL LAVORO E SFONDATA DAL PRECARIATO – IN ITALIA CI SONO 5 MILIONI TRA PRECARI E DIPENDENTI PART-TIME. E NEL 2021 IL 69% DEI NUOVI CONTRATTI DI LAVORO E' STATO A TEMPO DETERMINATO – IL GOVERNO HA ESTESO L’USO DEI VOUCHER A TUTTI I SETTORI E ORA VUOLE TOGLIERE I VINCOLI AI CONTRATTI A TERMINE – MI-JENA GABANELLI: “SONO 25 ANNI CHE L’ITALIA PUNTA SUI CONTRATTI FLESSIBILI MA IL LAVORO ATIPICO NON È PIÙ LO STRUMENTO INTERMEDIO CHE SERVE POI A OTTENERE UN LAVORO STABILE, MA È DIVENTATO ‘UNA TRAPPOLA’”

L'EUROPA PREPARA IL PIANO B PER NON FINIRE SBANCATA – GIOVEDÌ IL CONSIGLIO UE DOVRA’ DECIDERE COME CAMBIARE IL REGOLAMENTO COMUNITARIO SUGLI AIUTI DI STATO PER SOCCORRERE LE BANCHE IN CASO DI “CONTAGIO”. SE L'OPERAZIONE CREDIT SUISSE-UBS NON DOVESSE TRANQUILLIZZARE I MERCATI (COSA CHE IN EFFETTI NON STA AVVENENEDO) IL RISCHIO CONTAGIO SAREBBE ALTO – NEL MIRINO ANCHE LA POLITICA MONETARIA DELLA BCE: PER MOLTI, UN ALTRO RIALZO DEI TASSI SIGNIFICHEREBBE GETTARSI TRA LE BRACCIA DEGLI SPECULATORI…

EVVIVA IL CAPITALISMO MARCIO GLOBALE: PROFITTI PRIVATI E SALVATAGGI PUBBLICI! - LA SVIZZERA CHE FINORA SEMBRAVA UN FORTILIZIO DELL'ECONOMIA DI MERCATO SI SPINGE ADDIRITTURA A CAMBIARE LE LEGGI PER IMPEDIRE AL MERCATO DI FARE IL SUO LAVORO, OSSIA IL FALLIMENTO DI CRÉDIT SUISSE -  VISTO CHE LE BANCHE SVOLGONO UN RUOLO TROPPO DELICATO NELLE ECONOMIE PER LASCIARLE FALLIRE, SI IMPIEGA DENARO PUBBLICO, CIOÉ DI TUTTI I CONTRIBUENTI, PER SORREGGERLE (FACILE IL LAVORO DI BANCHIERE: PUOI FARE DISASTRI, TANTO POI ALLE BRUTTE INTERVIENE LO STATO)

CON LA FINANZA È SEMPRE LA SOLITA STORIA: I RICCHI RESPONSABILI DEI CRAC SE NE ESCONO PROTETTI E TRANQUILLI, E I RISPARMIATORI LO PRENDONO IN QUEL POSTO – L’EX AD DI SILICON VALLEY BANK, GREG BECKER, SVACANZA ALLE HAWAII, DOPO AVER VENDUTO LE SUE AZIONI PRIMA DEL FALLIMENTO, MENTRE I CLIENTI DI BANCHE MINORI, NON “SISTEMICHE”, VEDONO BRUCIATI I LORO RISPARMI – FUBINI: “L’OPERAZIONE CREDIT SUISSE AZZERA I BOND SUBORDINATI PER 16 MILIARDI. SI SONO VOLUTI PRESERVARE I PRIMI DUE AZIONISTI: LA BANCA NAZIONALE SAUDITA E IL FONDO SOVRANO DEL QATAR…”

“SE DE BENEDETTI MI AVESSE ASCOLTATO, SAREBBE IL PADRONE DI INTESA” – PENSIERI, SCALATE, OPERE E OMISSIONI DEL FINANZIERE FRANCESCO MICHELI: “QUANDO VENGONO A GALLA I BUCHI ESTERI DEL BANCO, CALVI È ALL’ANGOLO E PER LIBERARSI DELL’INGEGNERE GLI RICOMPRA LE AZIONI DELL’AMBROSIANO E ALTRE ATTIVITÀ. IO ERO CONTRARIO ALLA CESSIONE MA LUI DISSE ‘NON VORREI INFARINARMI’” – LA “BI INVEST”, LA SCALA, CUCCIA, CEFIS E AGNELLI: “L’AVER CHIUSO IL PAESE ALLA COMPETIZIONE, QUALCHE DANNO L’HA FATTO ALL’INDUSTRIA DELL’AUTO ITALIANA. O NO?” – “POTERI FORTI IN ITALIA? NE VEDO BEN POCHI. OGGI L’UNICO POTERE FORTE STA IN..."

DEBIT SUISSE! – LO SCUDO DA 50 MILIARDI MESSO A DISPOSIZIONE DALLA BANCA CENTRALE SVIZZERA NON BASTA: OGGI IL TITOLO DI “CREDIT SUISSE” TORNA A PERDERE IN BORSA E MANDA IN ROSSO TUTTI I LISTINI EUROPEI – A ZURIGO OSTENTANO SICUREZZA, MA IN MOLTI NUTRONO DUBBI SUL FATTO CHE LA BANCA TORNI AI FASTI DI UN TEMPO – LA MOSSA “GEOPOLITICA” DEI SAUDITI, L’IPOTESI COMPLOTTONE (CON DIETRO AMERICANI E LA RIVALE UBS) E LE MANIE DI GRANDEZZA CHE HANNO PORTATO A FARE OPERAZIONI SPERICOLATE IN STILE “AMERICANO”

“I RIALZI DEI TASSI SONO LA VIA PIÙ SBAGLIATA PER COMBATTERE L’INFLAZIONE. SONO SOLO LA STRADA PIÙ DIRETTA PER LA RECESSIONE” - IL PREMIO NOBEL JOSEPH STIGLITZ: “IL RALLENTAMENTO DELL’ATTIVITÀ DOVUTO ALLA FINE DELLA GRANDE EUFORIA POST-PANDEMICA E ALLA SCIAGURATA GUERRA IN UCRAINA, È DA SOLO UN FATTORE ANTI-INFLAZIONE. E POI VANNO INCORAGGIATI GLI INVESTIMENTI PRODUTTIVI PIÙ RAZIONALI E SENSATI - QUEL CHE NON SI PERDONA ALLA FED SONO LE FALLE NEL SISTEMA DI REGOLAZIONE E VIGILANZA…”

VENGHINO SIGNORI, VENGHINO: LA FERRARI PERDE PEZZI E CERCA DISPERATAMENTE NUOVI INGEGNERI! LA PROVA? L’AD, BENEDETTO VIGNA, HA PUBBLICATO UN ANNUNCIO SU LINKEDIN PER IL RUOLO DI “SENSOR APPLICATION ENGINEER” E VIENE PERCULATO SUI SOCIAL PER LA SCELTA. MA IN MOLTI FANNO NOTARE L’OVVIO: SE HAI BISOGNO DI TROVARE LAVORATORI, METTI UN ANNUNCIO SU UN SITO NATO PER QUELLO. IL PROBLEMA, SEMMAI, È IL PERCHÉ LO FANNO: I VECCHI INGEGNERI STANNO SCAPPANDO A GAMBE LEVATE DA MARANELLO!

IN CATTIVA FED – CHE FARÀ LA BANCA CENTRALE AMERICANA DOPO IL FALLIMENTO DI SILICON VALLEY BANK? IN MOLTI RITENGONO IMPROBABILE CHE POWELL CONTINUI A RIALZARE I TASSI: CERTO, L’INFLAZIONE NON È ANCORA SOTTO CONTROLLO, MA LA STABILITÀ DELLE BANCHE È PIÙ IMPORTANTE (LEHMAN BROTHERS DOVREBBE AVER INSEGNATO QUALCOSA) – D’ALTRO CANTO, ALLENTARE LA PRESA POTREBBE MANDARE UN MESSAGGIO SBAGLIATO AI MERCATI. DELLA SERIE: SIAMO COSTRETTI, PERCHÉ IL SISTEMA RISCHIA DI SALTARE…

LAGARDE, COME FA SBAGLIA – I MERCATI SONO CON IL FIATO SOSPESO PER L’ANNUNCIO DELLA BCE SUI TASSI: IL CONSIGLIO DIRETTIVO DOVRÀ DECIDERE SE PROCEDERE CON LA STRETTA MONETARIA, E RIALZARE I TASSI DI 50 PUNTI BASE, O FERMARSI A 25. IN ENTRAMBI I CASI, LA REAZIONE POTREBBE ESSERE DEVASTANTE: LA CAUTELA POTREBBE ESSERE LETTA COME UN SEGNALE DI PREOCCUPAZIONE PER LA SOLIDITÀ DEL SISTEMA BANCARIO, MENTRE SE LA BANCA CENTRALE EUROPEA VA DRITTA PER LA SUA STRADA POTREBBE CREARE ULTERIORE STRESS FINANZIARIO SULLE BANCHE…

DA DOVE ARRIVA LA CRISI DI CREDIT SUISSE? SEMPLICE, ERA UNA BANCA GESTITA DI MERDA - L’ISTITUTO VIENE DA ANNI DI SCANDALI, VELENI E CONTI NASCOSTI - NEL 2020 L’EX AD THIAM SI E’ DIMESSO PER AVER FATTO SPIARE UN EX DIRIGENTE (CON IL SUICIDIO DI UNO DEGLI AGENTI COINVOLTI) - NEL 2021 CROLLANO DUE FONDI CONTROLLATI DALLA BANCA - POI LA MULTA DA QUASI MEZZO MILIARDO DI DOLLARI PER AVER CONTRIBUITO AD ALIMENTARE UN CASO DI CORRUZIONE IN MOZAMBICO - NEL 2022 SCOPPIA LO SCANDALO “SUISSE SECRET”: UN INFORMATORE VENDE I DATI DI 18MILA CLIENTI DELLA BANCA - A GIUGNO ARRIVA LA CONDANNA PER RICICLAGGIO DI DENARO: SUI CONTI ERANO TRANSITATI I SOLDI DI UN'ORGANIZZAZIONE DI TRAFFICANTI DI DROGA BULGARI…

CREDIT SUISSE PRENDE IN PRESTITO CIRCA 54 MILIARDI DI DOLLARI DALLA BANCA CENTRALE SVIZZERA - LA LIQUIDITÀ SERVE A SOSTENERE LE ATTIVITÀ CORE E I CLIENTI: LA BANCA SI E’ OFFERTA PER RIACQUISTARE DEBITO PER CIRCA 3 MILIARDI DI FRANCHI - FUBINI: “LO STRUMENTO NON PUÒ ESSERE UN SALVATAGGIO PUBBLICO: LA BANCA È TROPPO GRANDE PER IL SUO PAESE, CON UN BILANCIO CHE VALE PIÙ DELLA METÀ DEL PRODOTTO LORDO SVIZZERO. PIUTTOSTO SI PUNTA A UNA VENDITA MA DEV’ESSERE FATTA A PEZZI PER POTER ESSERE VENDUTA, PERCHÉ NESSUN CONCORRENTE È DISPOSTO A INGLOBARLA INTERA. DUNQUE VANNO TROVATI PIÙ COMPRATORI IN PIÙ PARTI DEL MONDO E IN FRETTA…”

MESSINA DÀ UN CALCIONE A PATUELLI - GUAI GROSSI IN CASA ABI: INTESA SANPAOLO, LA PRIMA BANCA DEL PAESE, HA REVOCATO IL MANDATO DI RAPPRESENTANZA ALL’ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA “PER IL VENIR MENO DI UN RAPPORTO DI FIDUCIA NELLA TRATTATIVA CON I SINDACATI RIGUARDO IL NUOVO CONTRATTO”. ORA IL PRESIDENTE DELL’ABI, ANTONIO PATUELLI, RISCHIA IL POSTO. SOSTENEVA CHE L'ABBANDONO DEL TAVOLO FOSSE UN PROBLEMA TRA INTESA E I SINDACATI. MA OGGI MESSINA HA RIBADITO È PROPRIO LA GESTIONE DI ABI. E L'HA SFIDUCIATO - LA PRECISAZIONE DI ABI

GLI SVIZZERI MANDANO IN PROFONDO ROSSO LE BORSE – I LISTINI EUROPEI TRACOLLANO PER IL CASO CREDIT SUISSE: DOPO LA MAZZATA DI INIZIO SETTIMANA PER IL COLLASSO DI SILICON VALLEY BANK, OGGI SONO STATI BRUCIATI IN UN COLPO SOLO 355 MILIARDI DI CAPITALIZZAZIONE - LA BANCA SVIZZERA HA PERSO IL 13% PER VIA DEL MANCATO APPOGGIO DEI SAUDITI ALLA RICAPITALIZZAZIONE, SCATENANDO UN EFFETTO DOMINO. IN QUESTO CLIMA DA FINE DEL MONDO, DOMANI LA BCE DOVREBBE ANNUNCIARE UN NUOVO RIALZO DEI TASSI (AUGURI)

LA TEMPESTA PERFETTA È ARRIVATA: LA BANCA SVIZZERA CREDIT SUISSE PERDE IL 28% IN BORSA E RISCHIA IL CRAC, DOPO CHE IL PRINCIPALE AZIONISTA, SAUDI NATIONAL BANK, SI È OPPOSTO ALLA RICAPITALIZZAZIONE. EFFETTO (ANCHE) DEL FALLIMENTO DELL’ISTITUTO AMERICANO SILICON VALLEY BANK: IL PROBLEMA È CHE, A DIFFERENZA DI SVB, L’ISTITUTO SVIZZERO HA DIMENSIONI MOLTO GRANDI – LA PROFEZIA DI ROBERT KIYOSAKI (“CREDIT SUISSE SARÀ LA PROSSIMA A CROLLARE”) E L'AVVERTIMENTO DI LARRY FINK DI BLACKROCK

SIAMO ALLE SOLITE: I RISTORATORI NON TROVANO PERSONALE E SE LA PRENDONO CON I GIOVANI E I PERCETTORI DEL REDDITO DI CITTADINANZA – ALDO CURSANO, VICEPRESIDENTE DELLA “FIPE”, ACCUSA I GIOVANI DI NON AVER VOGLIA DI LAVORARE E FA LA MORALE A CHI PRENDE IL REDDITO: “VENGONO A FARSI L’APERITIVO DI STATO” INVECE CHE SERVIRE AI TAVOLI - CURSANO LO SA CHE SPESSO E VOLENTIERI CHI VIENE PRESO A LAVORARE NELLA RISTORAZIONE VIENE PAGATO IN NERO MOLTO MENO DI QUANTO DOVREBBE RICEVERE?

MODA, SI PUO’ SEGUIRE DIO E MAMMONA, LA POETICA DEGLI STILI E IL PROFITTO? - QUIRINO CONTI: “COME LA TRINITÀ, NEL TRINOMIO PRADA, TRE SONO LE PERSONE UGUALI E DISTINTE: PATRIZIO BERTELLI, DURO E PRAGMATICO, IL PADRE-PADRONE; L’ALTRO, FREMENTE, LO STILISTA SIMONS; E LEI, LA PARACLITA  MIUCCIA: SENSIBILE RIVOLUZIONARIA CUSTODE DELLO SPIRITO DEL TEMPO. ECCO L’ENORME CONFUSIONE DI QUESTI ULTIMI ANNI: DA PARIGI A MILANO LA DOPPIA NATURA ERMAFRODITA DI UN MESTIERE IN DIFFICOLTÀ….’’

IN CHE MANI È LA SALUTE DELLA FINANZA MONDIALE? – SOLO POCHI GIORNI PRIMA DEL FALLIMENTO, SILICON VALLEY BANK E SIGNATURE BANK AVEVANO RICEVUTO IL “BOLLINO VERDE” AI LORO BILANCI DA KPMG, UNO DEI COLOSSI GLOBALI DELLA CONSULENZA E REVISIONE CONTABILE – È SOLO L'ULTIMO DI UNA SERIE DI SVARIONI SULLO STATO DI SALUTE DELLE BANCHE CHE EVIDENZIA UN’ALLARMANTE INCOMPRENSIONE DELLE DINAMICHE INNESCATE DALL'AUMENTO DEI TASSI DI INTERESSE – FINO A GIOVEDI’ MOODY'S ATTRIBUIVA A SVB UN VOTO DI AFFIDABILITA' CREDITIZIA “MEDIO-ALTO”...

COME SI E’ ARRIVATI AL CRAC DI SILICON VALLEY BANK? - SVM ERA LA BANCA DELLE STARTUP CHE VI AVEVANO DEPOSITATO OLTRE 170 MILIARDI DI DOLLARI. NEGLI ULTIMI MESI QUESTE AZIENDE SONO ENTRATE IN DIFFICOLTÀ E HANNO INIZIATO A RITIRARE SOLDI DAI LORO CONTI CORRENTI. DINANZI A UN NUMERO CRESCENTE DI PRELIEVI, SVB HA DOVUTO ATTINGERE ALLA LIQUIDITÀ INVESTITA IN TITOLI A LUNGA SCADENZA EMESSI DAL GOVERNO AMERICANO O DA ALTRI DEBITORI AFFIDABILI. PROBLEMA: IL RIALZO DEI TASSI D'INTERESSE HA FATTO PERDERE VALORE A QUEI BOND - LA NECESSITÀ DI VENDERLI SUBITO PER SODDISFARE LE RICHIESTE DI PRELIEVO HA APERTO UNA VORAGINE DA 1,8 MILIARDI NEI BILANCI…

IL GOVERNO AMERICANO SCENDE IN CAMPO E ANNUNCIA UN PIANO PER EVITARE CHE IL FALLIMENTO DI SILICON VALLEY BANK SI TRAMUTI IN UNA NUOVA LEHMAN BROTHERS. IL TESORO, LA FDIC E LA FED ANNUNCIANO CHE TUTTI I DEPOSITI PRESSO SVB SARANNO DISPONIBILI DA LUNEDÌ, QUINDI ANCHE QUELLI SOPRA IL 250 MILA DOLLARI ASSICURATI DALLA FEDERAL DEPOSIT INSURANCE CORP - LA BANCA CENTRALE METTE A DISPOSIZIONE UNA NUOVA FINESTRA DI LIQUIDITÀ PER AIUTARE LE BANCHE A RISPONDERE ALLE RICHIESTE DEI CLIENTI IN CASO DI FUGA - INTANTO FA CRAC ANCHE SIGNATURE BANK, TRAVOLTA DAL CROLLO DI SVB…

IL GOVERNO DEGLI STATI UNITI ESCLUDE IL SALVATAGGIO DELLA SILICON VALLEY BANK MA VUOLE EVITARE IL "CONTAGIO" - LO HA DETTO LA SEGRETARIA AL TESORO, JANET YELLEN, A PROPOSITO DEL CROLLO DELLA BANCA - L'AVVERTIMENTO DEL CANCELLIERE DELLO SCACCHIERE, JEREMY HUNT: “LE IMPRESE BRITANNICHE ATTIVE NEI SETTORI DELLA TECNOLOGIA SONO A SERIO RISCHIO DOPO IL FALLIMENTO DELLA SVB” - BIDEN CHIAMA IL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER DISCUTERE DEL FALLIMENTO DELLA BANCA – L'IPOTESI "SPEZZATINO" PER LA CESSIONE DELLE ATTIVITA' DELL'ISTITUTO...

L’OMICIDIO DI GIANNI VERSACE HA CAMBIATO LA STORIA FINANZIARIA D’ITALIA – LEGGETE COSA RIVELA SANTO VERSACE: “SE GIANNI NON FOSSE STATO UCCISO AVREMMO CREATO UN POLO INTERNAZIONALE DEL LUSSO CON LA FUSIONE TRA VERSACE E GUCCI. AVEVAMO TROVATO UN ACCORDO. IL PROGETTO ERA STATO SUGGERITO DAI BANCHIERI DI MORGAN STANLEY - LORO ERANO FORTISSIMI NEGLI ACCESSORI. NOI NEI VESTITI - KERING NON SAREBBE ESISTITA. PERCHÉ IL GRUPPO DELLA FAMIGLIA PINAULT HA AVUTO UN PASSAGGIO EVOLUTIVO FONDAMENTALE QUANDO, NEL 1999, HA ASSORBITO IN MANIERA DEFINITIVA GUCCI. VERSACE E GUCCI SAREBBERO STATI UN CAMPIONE NAZIONALE VERO. SAREMMO ARRIVATI OVUNQUE…”

IL CRAC DI SILICON VALLEY BANK RISCHIA DI CONTAGIARE I MERCATI? – LA SETTIMANA SCORSA L’AGENZIA MOODY’S AVEVA CHIAMATO LA BANCA PER AVVERTIRLA CHE STAVA PER ABBASSARE IL SUO RATING, A CAUSA DELLA PERDITA DI VALORE DEI TITOLI IN PORTAFOGLIO E L’AUMENTO DEI PRELIEVI DA PARTE DELLE START UP BISOGNOSE DI LIQUIDITA’ - IL CEO GREG BECKER ERA CORSO A NEW YORK PER INCONTRARE I CONSIGLIERI A GOLDMAN SACHS E DEFINIRE UN PIANO DI SALVATAGGIO CHE PERÒ NON È STATO GESTITO BENE: SI È SPARSA LA VOCE DEL BUCO, LE COMPAGNIE DI VENTURE CAPITAL HANNO CONSIGLIATO AI CLIENTI DI RITIRARE I FONDI E SOLO GIOVEDÌ LA BANCA HA DOVUTO FRONTEGGIARE RICHIESTE PER 42 MILIARDI…