salute

FURTO CON RUSPA ALLE POSTE

DONNE, SIETE SICURE DI SAPERE COSA VI ECCITA? - IL KINSEY INSTITUTE IN INDIANA HA UTILIZZATO UNA SONDA DI VETRO, A FORMA DI TAMPONE, PER MISURARE L'ECCITAZIONE SESSUALE DAL FLUSSO SANGUIGNO - I RISULTATI SONO LA DIMOSTRAZIONE CHE I SENSI DI COLPA, LA VERGOGNA E LE PRESSIONI SOCIALI POSSONO OSCURARE LA NOSTRA CAPACITÀ DI DECIFRARE IL DESIDERIO SESSUALE - UNA DONNA SCOPRE DI ESSERE ATTRATTA DAL LESBO, DAL FOOT FETISH E DA UNA SCIMMIA... 

Il Kinsey Institute in Indiana ha utilizzato una sonda di vetro, a forma di tampone, per misurare l'eccitazione sessuale dal flusso sanguigno - I risultati sono la dimostrazione che i sensi di colpa, la vergogna e le pressioni sociali possono oscurare la nostra capacità di decifrare il desiderio sessuale...

VIENI AVANTI, VACCINO! - LA SITUAZIONE È CHIARA E TRAVAGLIO PUÒ DIRE QUEL CHE VUOLE. L‘HA ESPOSTA LA VIROLOGA ANTONELLA VIOLA. TRA I VACCINI PRENOTATI DALLO STATO ITALIANO (ASTRAZENECA 40 MILIONI DI DOSI, JOHNSON&JOHNSON 53 MILIONI E SANOFI 40 MILIONI), L’UNICO PRONTO È QUELLO PFIZER-BIONTECH (26 MILA DOSI UTILI PER CIRCA 13 MILIONI DI ITALIANI E ARRIVERANNO NON TUTTE INSIEME MA NEI PROSSIMI MESI) - SE NON SI COMPRANO VACCINI DALLA CINA, FINO ALL’ESTATE AVREMO SOLO PFIZER-BIONTECH. QUINDI SI VACCINERÀ, PIÙ O MENO, PERSONALE SANITARIO E QUALCHE ANZIANO

IL 27 DICEMBRE INIZIANO LE PRIME VACCINAZIONI IN ITALIA. COSA SAPPIAMO? A POCHI GIORNI DALLA PRIMA DOSE, L'INDIVIDUO È GIÀ PROTETTO MA L'IMMUNITÀ VA RAFFORZATA DOPO 3 SETTIMANE CON UNA SECONDA INIEZIONE - EFFETTI COLLATERALI? NEL 2-4% DEI CASI SONO STATI OSSERVATI SPOSSATEZZA, RIALZO DELLA FEBBRE, MAL DI TESTA, DOLORI MUSCOLARI. LO SCONGELAMENTO, POI LE FIALE DA RIGIRARE PER DIECI VOLTE: LA COMPLESSA PROCEDURA DI PREPARAZIONE DEL SIERO PFIZER – CHE FINE HA FATTO IL VACCINO ASTRAZENECA-IRBM DI POMEZIA? NON SARÀ CHE IL COSTO RIDOTTO, 2,80 EURO, VA A SCOMPAGINARE IL VACCINO-BUSINESS?

“IL VACCINO FUNZIONA NEL 95% DEI CASI MA NON SAPPIAMO QUANTO DURA LA SUA COPERTURA E SE SERVE UN RICHIAMO” - MARCO CAVALERI, RESPONSABILE DEI VACCINI DELL'EMA: “MI ASPETTO CHE ABBIA IMPATTO SULLA TRASMISSIONE DEL VIRUS PERÒ AVREMO PIÙ DATI IN PRIMAVERA - SCONSIGLIAMO IL VACCINO SE CI SONO ALLERGIE O IPERSENSIBILITÀ AI SUOI PRINCIPI ATTIVI E AI SUOI ECCIPIENTI. NESSUN PROBLEMA PER CHI HA L'ASMA O È ALLERGICO A GATTO O GRAMINACEE - LA VARIANTE INGLESE? NON SAPPIAMO SE COMPROMETTERÀ IL VACCINO MA I DATI CHE ABBIAMO…”

PRIMA DI PARTIRE LA CAMPAGNA VACCINALE GIÀ ZOPPICA - NON SI È INDIVIDUATO IL PERSONALE CHE DOVRÀ SOMMINISTRARE IL VACCINO NÉ QUELLO CHE DOVRÀ PREPARARE LE SIRINGHE - E’ UNA PROCEDURA COMPLICATA: LE FIALE PFIZER VANNO SCONGELATE IN 3 ORE, POI CAPOVOLTE 10 VOLTE PRIMA DI ESSERE DILUITE CON 1,8 ML DI SOLUZIONE INIETTABILE. DOPO OCCORRE “UNIFORMARE LA PRESSIONE DEL FLACONCINO PRIMA DI RIMUOVERE L'AGO”, CAPOVOLGERE PER 10 VOLTE LA SOLUZIONE DILUITA, CHE VA CONTRASSEGNATA CON LA DATA E L' ORA PERCHÉ POI VA UTILIZZATA ENTRO 6 ORE. FINITA QUI? NO…

CHE CE FREGA DEL VACCINO NOI C’AVEMO GLI ANTICORPI – QUELLI USCITI DAL VIRUS SI POSSONO RICONTAGIARE? UNO STUDIO SUL PERSONALE SANITARIO DIMOSTRA CHE LA PROTEZIONE NATURALE DI UN GUARITO È PIÙ ALTA ANCHE DI QUELLA GARANTITA DALLE VACCINAZIONI - CHI SI È GIÀ AMMALATO HA L'1,8% DI PROBABILITÀ DI INFETTARSI ANCORA, CON IL VACCINO IL 5% - ECCO PERCHÉ È IMPORTANTE CENSIRE GLI IMMUNI PER DARE LORO PIÙ LIBERTÀ - GABANELLI: "LE INFORMAZIONI CHE CI ARRIVANO DA QUESTI DATI SONO PRINCIPALMENTE TRE..."

“AL MOMENTO NON CI SONO PROVE CHE LA MUTAZIONE DEL COVID POSSA RENDERE LE VACCINAZIONI MENO PROTETTIVE” - LA VARIANTE DEL COVI SCOPERTA IN GRAN BRETAGNA È IL COLPO DI SFIGA DI CUI NON AVEVAMO BISOGNO: HA UNA CAPACITÀ DI TRASMISSIONE PIÙ ALTA DEL 70% RISPETTO A QUELLA FINORA CIRCOLANTE - L'INFETTIVOLOGO GALLI: "NON CREDO CHE QUESTO CEPPO SIA IN GRADO DI RENDERE I VACCINI INUTILI, NON MI FASCEREI LA TESTA" - QUELLA “INGLESE” NON È LA PRIMA MUTAZIONE DEL CORONAVIRUS A CUI ASSISTIAMO - 

“BISOGNAVA BLOCCARE TUTTO PER TRE SETTIMANE MA SE L’AVESSIMO FATTO SAREBBE SCOPPIATA LA RIVOLUZIONE” - AGOSTINO MIOZZO CERTIFICA CHE LE DECISIONI ORMAI VENGONO PRESE SENZA UNA CHIARA STRATEGIA: “MOLTI AVEVANO GIÀ COMPRATO I BIGLIETTI, I MOVIMENTI ERANO GIÀ IN CORSO, NON C'ERA ALTRA POSSIBILITÀ SE NON QUELLA DI RICORDARE A TUTTI DI USARE PRUDENZA - CON UNA NUOVA ONDATA EPIDEMICA SARÀ DIFFICILE TROVARE I MEDICI E GLI INFERMIERI SE SARANNO TUTTI IMPEGNATI A CURARE I MALATI”

TUTTI A PARLARE DI VACCINO MA NESSUNO SA DIRE COME E QUANDO CE LO DARANNO - IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO SUPERIORE DI SANITA', LOCATELLI: “L'AIFA LO APPROVERÀ IL 23 DICEMBRE E POI POTREMO INIZIARE. LA TEMPISTICA? DIPENDE DA QUANTE DOSI RICEVEREMO, PRIMA DALLA PFIZER E POI DALLE ALTRE AZIENDE. SE CI FOSSERO DEI RITARDI QUALCHE RIPERCUSSIONE SULLA CAMPAGNA DI VACCINAZIONE LA AVREMO - PER L'IMMUNITA' DI GREGGE BISOGNA CHE IL 70% DELLA POPOLAZIONE SIA IMMUNIZZATO, CIOE' 42 MILIONI DI PERSONE” 

"LE VACANZE DI NATALE SAREBBERO PERFETTE PER INIZIARE UN ALTRO LOCKDOWN" - NINO CARTABELLOTTA, MEDICO DELLA FONDAZIONE GIMBE: " SERVE UN PIANO RIGOROSO PER RIDURRE I CONTATTI: AFFIDARE TUTTO ALLA RESPONSABILITÀ INDIVIDUALE È UN RISCHIO CHE NON POSSIAMO PERMETTERCI - IL PIANO DEL GOVERNO SUI VACCINI NON TIENE CONTO DELLA VARIABILITÀ DELLE FORNITURE. PIÙ DELLA METÀ DELLE DOSI ARRIVERÀ DOPO L'ESTATE. SE ENTRO SETTEMBRE SI RIUSCISSE A VACCINARE UN TERZO DELLA POPOLAZIONE SAREBBE GIÀ UN GRANDE RISULTATO”

LE VIE DEL COVID SONO INFINITE - MELANIA RIZZOLI: “LO STUPORE ESPRESSO DA LUCIANA LAMORGESE DI ESSERE POSITIVA STUPISCE ANCHE NOI. PERCHE' UN MINISTRO DELL'INTERNO DOVREBBE BEN SAPERE CHE LA MASCHERINA RIDUCE IL NUMERO DI PARTICELLE VIRALI MA NON LO AZZERA. PIÙ TEMPO SI TRASCORRE IN PRESENZA DI UN INFETTO APPARENTEMENTE SANO, MAGGIORE SARÀ LA CONCENTRAZIONE DEL VIRUS NELL'ARIA E MOLTO PROBABILE IL CONTAGIO - INOLTRE SI PUÒ TRASMETTERE DIRETTAMENTE ANCHE PER VIA OCULARE, E GLI OCCHI, OLTRE AD ESSERE UNA PORTA D'INGRESSO DEL VIRUS, POSSONO ESSERE PURE UNA FONTE DI TRASMISSIONE DEL CONTAGIO"

TUTTO QUEL CHE DOVETE SAPERE SUL VACCINO - LA CAMPAGNA DI VACCINAZIONE INIZIERÀ DOPO L’OK DELL'AGENZIA REGOLATORIA EUROPEA PER I MEDICINALI, PREVISTO PER META’ GENNAIO - L’INIZIALE DISPONIBILITÀ DI 28 MILIONI DI DOSI SARÀ SUFFICIENTE A GARANTIRE, ENTRO FINE MARZO, LA PROFILASSI A QUASI 6,5 MILIONI DI ITALIANI APPARTENENTI ALLE CATEGORIE PIÙ SENSIBILI: ANZIANI, OPERATORI SANITARI, PERSONALE DELLE RSA - LA MAGGIOR PARTE DEGLI ITALIANI SARÀ “COPERTA” TRA IL TERZO E QUARTO TRIMESTRE 2021

COME MAI L’ITALIA HA SEMPRE PIÙ LAUREATI IN MEDICINA MA SEMPRE MENO DOTTORI NEGLI OSPEDALI? - IL SISTEMA SANITARIO NAZIONALE È VICINO ALL’IMPLOSIONE, E NON È SOLO COLPA DEL CORONAVIRUS – I MEDICI CI SAREBBERO, VISTO CHE SIAMO IL SECONDO PAESE CON PIÙ MEDICI IN ASSOLUTO IN UE, MA CI SONO TRE PROBLEMI: IL PRIMO È IL COSIDDETTO “IMBUTO FORMATIVO”. I GIOVANI RIMANGONO PRECARI E C’È UN RAPPORTO SBILANCIATO TRA PENSIONAMENTI E NUOVI CONTRATTI. POI C’È LA CONCORRENZA DEL PRIVATO. E INFINE…

‘’ECCO PERCHÉ IL COVID-19 SARÀ SCONFITTO” - L’IMMUNOLOGO FRANCESCO LE FOCHE SPIEGA IN QUESTO IMPERDIBILE INSTANT BOOK I TRE PASSAGGI CHIAVE PER ARRIVARE ALLA META: IL CONTENIMENTO DEI CONTAGI, GLI ANTICORPI MONOCLONALI, IL VACCINO. IL PRIMO È UN AUSPICIO, IL SECONDO E IL TERZO SONO CERTEZZE - TUTTO INIZIÒ DALL’ANOMALIA LOMBARDA E DALLA BOMBA EPIDEMIOLOGICA DI ATALANTA-VALENCIA. INTERVISTA CHE LE FOCHE RILASCIÒ ALL’EPOCA A DOTTO PER IL “CORRIERE DELLO SPORT”, RIPRESA DA DAGOSPIA E POI IN TUTTO IL MONDO